Ma quanto piace alla gente rigirare il coltello nella piaga?

Altro che il calcio, è questo lo sport nazionale: rigiramento del coltello nelle piaghe altrui. Quando una cosa ti va male c'è sempre quello (o quelli, perchè quasi sempre agiscono in branco) che deve calcare la mano e farti notare che ti è andata male, degli errori che hai fatto, deve sempre confrontarti con gli altri e mettere bene in evidenza come tu sia un fallito. Io parlo da 15enne il cui ambiente di vita è la scuola: capita che si prende un votaccio e, tra professori che sputta***o tutto davanti alla classe e compagni-cozza che ti si attaccano finchè non gli dici che voto hai preso e si confrontano con te, sta' sicuro che fanno di tutto per farti sentire un povero ignorante. Io parlo della scuola perchè è ciò che conosco, ma so benissimo che è così anche nel mondo del lavoro e gli adulti qui potranno confermarlo. Perchè diavolo mi devi far sentire male quando sono già giù, cosa te ne viene?? E il bello è che ripetono e ripetono le stesse cose diecimila volte pensando che dia più enfasi a quello che dicono -___- Io questa gente la bombarderei seduta stante....Ma in che società di me*** viviamo??

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Nipote diletta,sappi che la gente stramaledettamente incasinata non ha altro hobby né sport né interesse se non:

    a)impiastricciarsi degli affaracci altrui

    b)criticare a vanvera così non devo focalizzare l'attenzione sui propri difetti e pecche

    c)raccontare palle(in quanto è così codarda da esserne sprovvista)

    Attaccano perché non sono in grado di confrontarsi,né di immedesimarsi e capire che nello stesso ambiente, a pari livello, TUTTI abbiamo problemi e difficoltà e debolezze simili.

    Dato che la scuola è l'anticamera degli incubi da autostima distrutta(ne so qualcosa,TANTO qualcosa),mi permetto con "piglio autorevole" di dirti che tu con questi soggetti non devi avere niente a che vedere. Capisco benissimo come ci stai,tra rabbia e frustrazione uniti alla voglia di riscatto.

    Tutto regolare,ci stanno,ma se riesci per favore,non lasciare che ti rovinino le giornate e completamente l'umore. Perché la tua rivincita comincia da te,

    dal raggiugimento di uno stato lontano e pacato,dove solo i tuoi pensieri e le TUE considerazioni valgono e sono influenti su di te. Dobbiamo essere un po' le Mercoledì Addams della situazione,in poche parole. Altrimenti diventiamo la bambina vudù dello zio Tim,e ci lasciamo infilzare il cuore di spilloni ogni volta che qualcuno si avvicina. Per me il liceo è stato spesso traumatico e straziante, ho letteralmente dovuto crearmi un "mezzo mondo" a parte per starmene un po'tranquilla e serena.

    Se ci sono riuscita io che ne avevo di turbe,paranoie e "problemi extra"fin sopra i capelli,

    figuriamoci tu che sei così assennata. E poi,"buona nipotanza non mente"(toh,autoincensiamoci allegramente per una volta,che non rompiamo i cosiddetti a nessuno,noi;)

  • 7 anni fa

    hai detto bene, sei a scuola e quindi sei all'inizio, il mondo del lavoro è anche peggio, perchè bene o male la scuola non te la toglie nessuno, il lavoro e la tua professionalità invece vengono minate da colleghi e/o concorrenti ogni santo giorno, se le cose non vanno ti buttano in strada incuranti di chi sei, cos'hai fatto e se hai famiglia o qualcuno che dipende da te, in parte hai ragione a dire che è un mondo di *****, ma non il mondo in se, la società moderna è una *****, tutti corrono in una sola direzione come un branco che insegue qualcosa, senza nemmeno curarsi di chi fanno cadere e calpestano, mai nessuno la davanti che si fermi ed urli di fermarsi!! DOVE ***** STANNO ANDANDO???

  • Anonimo
    7 anni fa

    Quando ti senti triste per tutto il male che ti circonda, leggiti il messaggio su www.gerusalemme.info

    Dopo starai meglio. Ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.