Marvel o DC ... entrate :D?

Chi preferite e quali sono i vostri eroi - supereroi preferiti?

Aggiornamento:

tra marvel e dc, io proprio non saprei scegliere... ma tra eroi e supereroi io preferisco i primi ;)

ecco la mia scaletta dei miei preferiti xD

eroi:

- iron man (the number one ♥)

- batman

- green arrow

- robin/ red robin

s.eroi:

- capitan america ♥

- spiderman

vabbè poi ci sono batgirl, ms marvel, moonstone e tanti altri xD

Aggiornamento 2:

Wow ragazzi siete dei filosofi xD comunque avete colto il senso della domanda, anche se è impostata in maniera molto, molto stupida. Come ho accennato, io non sarei mai in grado di schierarmi, perché sono entrambe dei colossi e ognuna ha la sua storia. Tuttavia, forse solo per i disegni e ripeto forse, sono attratta più dalla dc... comunque, per me è molto importante la distinzione fra eroi e supereroi, perché effettivamente il supereroe con i poteri ci nasce e può decidere di fare quel che gli pare con i suoi poteri... mentre Bruce Wayne, Tony Stark, Oliver Queen, uomini comuni con “molti soldi” e una “mente geniale”, si sono fatti carico di un qualcosa più grande di loro, senza che nessuno gli abbia chiesto di farlo... ed è questo, quello che mi attira, perché infondo ciò insegna che chiunque può essere un eroe, chiunque può fare del bene, può salvare delle vite … anche senza essere dotato di poteri speciali o provenire da un altro pianeta o ancora indossare un costume o un’armatura.

Aggiornamento 3:

Lo scopo di questa forma d’intrattenimento è di suscitare il senso del dovere, del giuso e del bene… e che quindi chiunque può sentirsi un eroe, anche un semplice studente che difende un amico dal bulletto della scuola, una mamma single con dei figli a carico, un operaio che fa dei sacrifici enormi per permettere alla sua famiglia di arrivare a fine mese … so che non è questo il punto, ma io la vedo così ;)

5 risposte

Classificazione
  • Jules
    Lv 5
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Diciamo che io sono parecchio attratto dal mondo dei fumetti e, in particolare, gradisco molto i comics americani, quindi le due case editrici in questione suscitano senz'altro il mio interesse.

    Dunque, cercare di stabilire quale delle due "scuderie" sia la migliore sembra un'impresa ardua, anche perchè non credo che ce ne sia effettivamente una migliore dell'altra. Credo che la qualità generale delle storie sia agli stessi livelli, e non mi riferisco soltanto al periodo contemporaneo, ma anche alle storie più classiche dei decenni passati. Ora, se dovessi determinare la migliore tra Marvel e DC sotto un punto di vista puramente obiettivo, credo che mi troverei in enorme difficoltà, data la situazione di sostanziale equilibrio tra le due parti. Tuttavia, la tua domanda prevedo l'utilizzo di un parametro soggettivo... proprio per questo, la mia risposta non poteva che premiare la Marvel.

    Uhmm, Marvel. Dunque, vediamo, perchè Marvel? Perchè non ho esitazioni nel fare questa scelta? Beh, a dir la verità, non c'è un motivo ben preciso. Si basa tutto su di un legame affettivo, il primo fumetto che lessi fu, infatti, un albo di Spider-Man, non mi ricordo nemmeno quale precisamente. Va detto che mi attira anche il concetto che sta alla base delle classiche storie di questa casa editrice, la filosofia dei "supereroi con superproblemi", ideata da Stan Lee e la sua squadra di disegnatori, nella quale spicca certamente il nome del leggendario Jack Kirby. Allora, alla base di questo concetto, che risultò essere una vera e propria rivoluzione nel mondo dei fumetti americani, vi era l'idea di proporre un modello di supereroe, anzi, di alter ego dell'eroe stesso che fosse più simile, in qualche modo, al comune lettore, con i relativi problemi e complicazioni della vita di tutti i giorni. Per fartela breve, prima della creazione della Marvel Comics, a farla da padrone vi era lo stereotipo di superumano proposto dalla DC Comics, i cui personaggi sembravano apparire come delle divinità perfette, inattaccabili sotto ogni punto di vista, che ricordavano le figure dei semidei. Giusto per farti un esempio per arrivare più in fretta al succo della questione, l'alter ego di Batman, il miliardario Bruce Wayne, non deve affrontare ciò che gli X-Men si trovano a dover quotidianamente fronteggiare, e non mi sto riferendo a nemici dalla forza maggiore come Magneto, ma all'odio che gli umani provano nei loro confronti solo perchè sono diversi, perchè loro, muniti di straordinari poteri sin dalla nascita, rappresentano una minoranza e l'uomo non li tollera in quanto differenti, nonostante essi si impegnino sempre a proteggere un mondo che li vede come una minaccia. E' chiaro come tutto questo rimandi ad una piaga sociale che è tuttora un argomento di grande attualità (purtroppo), ovvero la discriminazione ed il razzismo ai danni di chi è diverso. Non posso poi non citare l'esempio di Spider-Man (che, tra l'altro, è il mio preferito), forse il più calzante. Lo stupefacente Uomo Ragno, di notte intrepido giustiziere sempre pronto a difendere i più deboli, non è nient'altro che il giovanissimo e imbranato Peter Parker, costretto a vivere tra mille preoccupazioni, dalle condizioni di salute della vecchia zia ai problemi relativi all'integrarsi all'interno della società, che lo giudica un reietto.

    Con il passare del tempo, queste differenze andarono sempre più assottigliandosi, fino ad arrivare ai giorni nostri, in cui l'approccio di entrambe le case editrici nei confronti dell'uomo dietro alla maschera è molto simile. Io, però, ammiro la Marvel per essere stata la prima ad aver lanciato questo concetto, ad aver descritto dei supereroi molto più "umani", per così dire. Adesso voi potreste dirmi: "Eh, ma cosa c'entra, vedi che Batman è il più umano di tutti perchè non ha poteri". Vedete, io non credo che questo conti molto, perchè lui resta comunque un uomo ricchissimo, la cui figura non offre molti spunti (almeno secondo il mio modestissimo parere). Per dirla tutta, giudico lo stesso Silver Surfer, che pure è uno dei personaggi più potenti dell'Universo Marvel, ben più complesso di Batman. E' un peccato, però, che il Surfista Argentato non sia molto considerato dai più, forse è uno dei personaggi più sottovalutati di sempre insieme a Daredevil, il supereroe cieco.

    Fonte/i: Non ho la minima idea di quanto abbia scritto. Spero che qualcuno abbia la pazienza di leggere tutto 'sto manoscritto :D _______ Non preoccuparti, questo l'avevo compreso. Semplicemente volevo far notare come gli eroi con i poteri possano avere lo stesso spessore, o addirittura maggiore, di chi ne è sprovvisto. Non è giusto basare la solidità di un personaggio usando come criterio le sole abilità, sovrumane o meno che siano.
  • 7 anni fa

    Per quanto mi riguarda, non esiste una casa editrice migliore...DC e MARVEL sono equivalenti obbiettivamente parlando, poi in base ai concetti esposti dall'una o dall'altra ci può essere una preferenza.

    Il mondo MARVEL è un luogo che analizza la diversità prima di tutto, l'emarginazione, eroi come gli X-Men, Spider-Man, la Cosa, sono tutti personaggi ai margini della società, a causa di differenze fisiche o intellettive, incapaci a volte di uniformarsi alla massa.

    Gli eroi DC vengono generalmente considerati come esseri perfetti, ciò poteva essere vero una volta, quando Superman era invincibile e Batman era il detective implacabile e con abbastanza denaro da comprarsi il mondo (non che sia cambiato molto, anche per questo lo trovo un personaggio alquanto limitato), un tempo non avevano particolari problemi e affrontavano tematiche più insulse, Wonder Woman era un'eccezione, l'autore, Marston, era un noto psicologo e voleva creare il modello di donna perfetta, trattando dell'emancipazione e della libertà, oltre a inserire tematiche di stampo psicosessuale, ma a parte questa eccezione, i supereroi erano in crisi morale prima dell'arrivo dei "supereroi con superproblemi" di Kirby e Lee. Questa è una cosa però puramente legata al passato, parliamo di mezzo secolo fa, attualmente la DC tratta in egual misura alla MARVEL di problemi sociali e di filosofia (in base alle storie ovviamente, attualmente molte loro serie non vanno oltre il mediocre), affrontati comunque in maniera diversa.

    Perchè c'è comunque una sostanziale differenza:

    nella DC i supereroi sono il centro di tutto, nella MARVEL parlano soprattutto del mondo in cui questi personaggi vivono, ciò non significa che uno sia migliore dell'altro, va in base alle preferenze. Io non preferisco nessuna delle due, litigare su quale sia la migliore è una pratica abbastanza insulsa come le console wars, inoltre le mie preferenze non si basano sui personaggi, l'importante è la qualità intrinseca di una storia, di una saga, delle tematiche affrontate.

    Una cosa però non riuscirò mai a capirla:

    i supereroi sono sempre stati considerati come una fantasia escapista, oltre che come un'iconografia suggestiva della nostra società, in quanto tale non devono essere necessariamente realistici, dire che Batman sia migliore di Superman perchè è un normale umano più vicino a noi la trovo una baggianata. E' forse una questione di meritocrazia o roba simile? Tranquilli, qualsiasi eroe ha passato le sue pene e fatto i suoi sacrifici, uno che basa le sue abilità sull'allenamento e si distingue pur non avendo poteri non ne ha passate di più e non ha faticato di più. Va bene, ci sono sempre le preferenze, ma non significa che sia un personaggio migliore, su quale base essere realistici in un genere che è generalmente considerato escapista dalla realtà significherebbe essere migliore? Semmai potrebbe essere il contrario, ma neanche a dirla tutta, non è tanto quello l'importante, l'importante è la qualità, la profondità e la capacità di un dato concetto di trattare diverse tematiche, sia che quel concetto si tratti di un personaggio, sia che si tratti di una saga o altro...poi ogni autore può estendere le capacità di un personaggio, alla fine non parliamo di concetti statici, proprio per questo un personaggio non è esattamente migliore ad un altro, non sono concetti statici ma dinamici e flessibili grazie alle varie interpretazioni dei diversi autori.

    Il realismo non è un fattore determinante in un fumetto sui supereroi, al limite il decostruzionismo, ovvero aggiungere un certo grado di realtà a un'opera di fantasia in origine fortemente radicata a determinati canoni (per intenderci, quel che ha fatto Watchmen nel nostro caso), potrebbe essere considerato un concetto avvincente.

    Di solito direi che tipi che preferiscono così tanto Batman a Superman usando tale argomentazione non hanno letto molto sul secondo (tanto per fare l'esempio più classico).

  • Anonimo
    7 anni fa

    i miei preferiti sono batman e ironman *-* non mi piacciono gli eroi con i poteri

  • Anonimo
    7 anni fa

    Ciao! Il mio eroe preferito è assolutamente batman è ti dico anche il xk, innanzitutto lui è una persona senza super poteri,lui è cosi comè rispetto ad altri eroi, certo ha dei super gadget , ma le sue doti sono grazie ad un intenso allenamento, lui rimane il mio preferito anche per la sua storia. Assolutamente Batman :)

    Fonte/i: Me.
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Ironman è il migliore,seguito da hulk e thor

    Fonte/i: gia
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.