promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 7 anni fa

Natale e Pasqua sarebbero feste PAGANE. "L'albero di Natale e l'Uovo sono forse cristiani"?

Questo quanto scrive un utente della sezione.

Ma a Pasqua e Natale si festeggiano forse l'albero di natale, o l'uovo? Sono loro il centro della festa, il loro significato profondo!

Già nel nome delle due feste si ricordano due eventi. "Natale" viene da "nascita", ricordiamo una nascita, la nascita di Gesù. "Pasqua" dall'ebraico pesach, "passaggio", per gli ebrei dalla schiavitù dell' egitto alla libertà attraverso il mar rosso per gli ebrei; per i cristiani dalla morte alla vita per Gesù.

Certo, in queste feste è malauguratamente penetrato il consumismo con la sua commercializzazione (a Gesù Bambino spesso fà posto Babbo Natale); mentre nella tradizione troviamo comunque dei costumi non propriamente cristiani (ad esempio l'albero, preso dalle riti festosi nordici; invece l'uovo non è simbolo "pagano", ma ebraico: indica ciò che è infinito, che non ha inizio nè fine, secondo l'interpretazione cristiana come la vita del Cristo).

Ma si può per questo sostenere, a ragion veduta, che le due feste più importanti del cristianesimo siano feste "pagane"?

E non ricordiamo per favore, perchè già li conosciamo, i riti antichissimi delle "feste di primavera", o della festa romana del Sol Invictus, che comunque non cadeva sempre il 25 dicembre, e che non è detto sia all'origine della festa del Natale (vi sono alcuni ragionevoli argomentazioni per credere che Gesù sia veramente nato il 25/12). Ma per la Chiesa Cattolica mi sembra molto più umano aver assimilato tradizioni antiche dando loro un nuovo significato (in un'originale "fusione" di culture), piuttosto all'annientare tutto il passato. Gesù "non è venuto per abolire, ma per dare compimento". Così anche il cattolicesimo, inseritosi in culture diverse, ha dato originalità diverse: prova ne sia la differenza di riti e di culti tra i popoli latini del sud america, i popoli africani, o i popoli slavi, uniti da una sola fede, ma con una ricca diversità di tradizioni.

Perchè c'è chi ancora si ostina a sostenere sul "paganesimo" di queste feste (che pure, lo riconosco, oggi sono spesso vissute in maniera mondana)?

11 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    L'uovo sodo, presente nel Seder pasquale ebaico, ha anche la intanzione di mostrare che più viene sottoposto al fuoco, al calore, più diventa compatto e sodo.

    L'Albero di Natale è si una usanza nordica, ma rappresenta che nel pieno dell'inverno si comincia a vedere più luce, le giornate si allungano e un abete illuminato è forse uno degli spettacoli più suggestivi che un bambino possa vedere e capire.

    Non sono quindi segni cristiani. ma non per questo sono da eliminare, contribuiscono alla gioia della Festa

    Cristiano Cattolico DOC invece è il Presepe inventato da San Francesco a Greccio, con una vera rappresentazione sacra vivente. e che a Natale non dovrebbe mancare in ogni casa.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Ora almeno il Natale lo passo in famiglia, ma ne ho passati diversi a casa di altri parenti ed amici e a Pasqua ancora di più ed onestamente e molto sinceramente non mi è mai capitato che a tavola ci fosse l' usanza di farsi almeno il segno della croce, quindi tutta questa cristianità non mi pare molto diffusa.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    Quindi mi stai dicendo che appendere rami di sempreverde fuori da casa e che usare le uova come tributo non erano tradizioni pagane precristiane? Sei fuori strada.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    Scusami, ma ti stai depistando da solo.

    Tu per cercare la veridicità di radici pagni la cerchi nei nomi delle feste sostituite non nel nome originale?

    E allora siamo tutti buoni a fare il discorso che hai appena fatto.

    Vai a vedere cosa era il 25 dicembre prima di Natale,

    la nascia di un certo Horus ti dice nulla? strano.. me pare precedente al cristianesimo, mi parpagno!

    Oppure dell'albero di Yule. Che mi dici a tal proposito trasformato nell'albero di natale?

    Quanto a "le feste di primavera" hanno un nome, ed è Imbolc.

    Cerca un pò più attentamente e sopratutto, cerca da dove sono le radici ;)

    Non laddove c'è la corruzione messa a tavolino ben servita per coprire quel che cera prima

    Benedizioni

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    Non serve a nulla ragionare con i TdG sulle feste "pagane" perché sono loro che decidono che sono tali e non c'è ragionamento che li possa smuovere dalla loro idea.

    Un festa è una festa. Se si attribuisce a questa festa un senso religioso oltre che sociale, si può ragionare sul senso che gli viene dato, ma non squalificare la festa.

    Anche fare festa per il figlio che torna a casa dopo essere stato anni all'estero è una festa pagana.

    Lo stesso si può dire della festa per la laurea, per aver vinto un concorso, per le nozze, per la nascita di un figlio: sono tutte feste pagane.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Oggettivamente sono giorni di feste pagane. I primi cristiani si sono attenuti ai calendari pagani per convenienza, rendendo più semplice per chi era appena battezzato sapere quando praticare determinati riti.

    Oggettivamente sono giorni di festività pagane. Per il resto Natale e Pasqua sono feste cristiane, nate però da festività pagane. Non so se mi spiego: io sono pagano, ma sono nato da due cattolici. Questo non significa che io sono cattolico e viceversa.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    si parla tanto di radici cristiane perché non si dovrebbe parlare di radici pagane del natale cristiano che si è sovrapposto a tale radice?

    io ho qualche annetto e quando ero piccolo vedevo come queste feste venivano apparentemente viste come feste religiose ma era solo una facciata, una stridente intonacata di un giorno a vite assolutamente mondane (nel senso di lontane dalla religione, non che ci fossero le feste da ballo) così come oggi

    il consumismo, per quanto squallido, ha solo tolto l'ipocrisia a quanto ho visto sin da tempi in cui lo shampoo era un bene di lusso e si faceva ogni mese o due (chi aveva la fortuna di poterselo permettere)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Attenzione a fare questi ragionamenti! Gesù non ha mai incoraggiato una fusione di culture. anzi, per non fonderle, le culture, i primi cristiani morivano per non bruciare un po' di incenso sull'altare per l'imperatore.

    Se ho le prove della verità di quello che dico, agli occhi di Dio sono colpevole di mischiare credenze e usanze pagane con quella che è la Verità.

    coloro che hanno istituito queste festività, PER NESSUN MOTIVO dovevano "fondersi" con altre culture. non ce n'era bisogno e non era neanche giusto!

    la Pasqua era una festività ebraica! i primi cristiani, dopo la morte di Gesù, non festeggiavano più la Pasqua. e non l'hanno più festeggiata.

    con la morte del Cristo, tutta la legge era stata abolita! quindi anche il comando di vesteggiare la Pasqua. peraltro neanche Gesù comandò di farlo (e neanche per quanto riguarda il Natale).

    l'unica ricorrenza che i veri cristiani devono celebrare è, come peraltro per i cristiani del primo secolo, la ricorrenza dell'ultima cena, nello stesso giorno della morte di Gesù. quello, Gesù comando di fare in ricordo di Lui.

    per i veri seguaci di Cristo, indipendentemente dalle origini pagane, le altre feste sono tutte sbagliate!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • algal
    Lv 5
    7 anni fa

    Da come scrivi ti identifico in T.d.G. ma sarei felicissimo di identificarti anche in altre definizioni.

    Bisognerebbe dar merito è onore a chi, a chi con saggezza di "CRISTIANO", percepisce, in maniera trasparente e motivata gli errori di altri *CRISTIANI*, per la salvaguardia della fede, giustificazione, redenzione e salvezza di tutto il popolo dei "CRISTIANI"

    Ho avuto le tue stesse percezioni.

    Ho abolito, regali, auguri, baci ed abbracci, champagne, uova, e quant' altro.

    Tengo poco o nulla in considerazione le feste ancestrali-festeggiando in modo conveniente condividendo la ricorrenza, senza dar troppa importanza alle date!. Sono un "CRISTIANO", non un CREDENTE! (spero venga percepita da tutti l` essenziale particolarità, ma ci credo poco)

    Che dire, spero che si ravvedano! e che queste ricorrenze, si trasformino in ricorrenze a ricordo di quanto ci è stato "DONATO"

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    Sappi chenil natale non ha nulla di religioso Gesù. Ben Jusuf è nato a gennaio del -4 a.c

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.