promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 7 anni fa

Perchè un commerciante Cristiano può vendere armi, ed invece un medico\farmacia può fare obiezione?

Domanda per ripicca a quanto mi è capitato in una farmacia: entro, prendo vari medicinali e poi chiedo un anti-contraccettivo in lattice.

Risposta sdegnata: "NOI (ben sottolineato) non vendiamo quel "genere" di prodotti"

La mia risposta: "va bene, pazienza, porterò i miei soldini a qualcun altro"

Commento da dietro il banco : "senti te 'sto degenerato"

Mia chiusura: "sifotta se ancora sa come si fa ed a mai più rivederci"

Da qui una serie di ragionamenti a ruota libera:

A parte i fucili da caccia, nei negozi di armi si vendono anche pistole, che non sono usate per la caccia al cinghiale o stappare bottiglie di birra, ma solitamente per ferire o uccidere.

O forse nei negozi di armi vendono le fionde per lapidare adultere ed omosessuali?

Dare una pistola a qualcuno, significa potenzialmente metterlo in grado di uccidere.

Perchè non vedo gruppi di credenti fuori dalle aziende che producono armi a provare a fargli smettere come fanno davanti ai consultori?

Perchè non vedo gruppi di credenti fuori dai negozi di armi provare a non far entrare i clienti?

Aggiornamento:

Abito in quel porto di mare che è Milano.

Qui osserviamo le sfaccettature più eterogenee.

Aggiornamento 2:

@Osservatore romano: è vero che negli States è facile farsi dare un' arma da fuoco. Anzi, di solito è in regalo dopo 4 galloni di latte.

In Italia è più regolamentata, ma se fai il porto d' armi per la caccia, poi puoi comprarti anche un bazooka.

Un mio amico ha un arsenale. A caccia non ci va. Gli sono entrati in casa ed ha subito messo mano alla pistola, che inceppandosi nel caricamento gli ha fatto saltare via un pezzo di falange (riattacata, tutto a posto poi) - e rincorreva i tizi nel parco sparandogli dietro.

Non sono solo i tutori dell' ordine o i professionisti a rischio che citi ad essere armati.

7 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Quei farmacisti hanno violato il loro codice di deontologia. Potrebbero anche andare per mano della legge. E' inammissibile che nel 2013 dei farmacisti si rifiutino di vendere dei profilattici!

    Ti basta pensare che l'America è uno dei paesi più cristiani del mondo, eppure vendono le pistole come fossero caramelle per bambini. E nessuno dice niente per cambiare realmente le cose. Questo è scorretto!

    Vorrebbero vedere i loro figli con l'AIDS? La pillola contraccettiva intanto la debbono vedere per forza perché è su prescrizione medica, ma che ipocrisia!

    E' come se si rifiutassero di vendere lo spray per le micosi! Che vergogna!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    semplicemente non hai trovato dietro al banco un cristiano ma un fondamentalista idiota.non mi risulta che tutti i farmacisti d'italia (ma anche i commessi del supermercato) siano atei,è deducibile quindi che non è peccato vendere anticoncezionali.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    Devi essere proprio sfortunato a trovare farmacisti che non vendono contraccettivi in lattice.Qui li troviamo nei supermercati.

    Forse, se quel farmacista vendesse armi non venderebbe pistole ma solo fucili da caccia. Ogni persona ha la sua testa.

    Se poi trovi anche persone fuori dal consultori che invitano le persone a non entrare... in che posto vivi?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Per me sei stato troppo gentile, io gli avrei risposto più pesantemente, ma giusto perchè una mèrda simile si deve sentire responsabile di diverse morti per AIDS oltre ad essere l' idiota per definizione.

    Riguardo alle pistole ed armi in genere non sono del tutto d' accordo, non siamo in USA che vai li, presenti la carta d' identità e compri la pistola, e cmq ritengo giusto che chi fa determinati lavori: poliziotto (sano di mente naturalmente), orefice, rappresentante di preziosi debba essere in condizioni di potersi difendere.

    Ieri (notizia del TG) in tutta Roma c' erano 18 pattuglie di polizia, non credo che i carabinieri siano messi molto meglio.

    I fucili da caccia se magari li usano per sparasi sulle palle, glieli venderei senza che mi presentino la licenza di caccia.

    A Roma non li ho mai visti degli pseudocredenti fuori dai consultori ad abbuffare le palle a chi vuole entrare, un gavettone di mèrda se lo beccherebbero in 3 min netti.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Senti, pure io abito a Milano....e, per molti anni sono stato dirigente di una azienda farmaceutica piuttosto nota, ho vissuto " spalla a spalla " con tutti i farmacisti di Milano, e con molti di loro sono anche in amicizia ma, onestamente, il più pirl@ lo hai trovato tu ...!

    " degenerato " .....ma non gli hai dato l' indirizzo del Paolo Pini ...?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Fra88
    Lv 6
    7 anni fa

    Ipocrisia cattolica...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    A me queste cose non capitano mai. Cioè è vero cha la Toscana è famosa per la tolleranza, però sinceramente non ho mai incontrato ne medici obiettori (conosco abbastanza bene l'ambiente medico) né fondamentalisti veri e propri. Penso che queste cose succedano soprattutto al Sud.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.