Riassunto sul tempio greco dorico?

Riassunto sull' Architettura del tempio!!

10 punti :D

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Le forme e le caratteristiche del tempio greco dorico oggi le possiamo ricostruire, sia da modellini votivi, che li riproducono in piccolo; sia dalle descrizioni dell'architetto e trattatista romano Vitruvio; sia dalle tracce delle strutture e dai frammenti.

    Una delle caratteristiche del tempio greco dorico è il podio: alto basamento in pietra, in genere di tufo, di forma rettangolare e scalinata di accesso sulla fronte.

    Il podio non ha solo la funzione di innalzare il tempio perchè sia ben visibile da ogni punto della città e sottolineare l'importanza dell'edificio. Ha anche una funzione religiosa e simbolica che deriva da un rituale antichissimo (di origine preistorica) che è quello dell'auspicio. Il tempio è inteso come porzione di terreno delimitata e sacra, appositamente soprelevata per simboleggiare una sorta di proiezione della volta celeste sulla terra, liberata con particolari riti magici dalla presenza di spiriti maligni.

    A differenza del tempio greco il tempio greco dorico non è la dimora del dio, ma un luogo consacrato, di culto, preghiera e di offerta. Spesso il tempio greco dorico è un vero giacimento di reperti, anche preziosi. Il tempio era molto frequentato, anche perchè si praticava la divinazione e tutte le attività religiose e magiche erano gestite da una potente classe di sacerdoti e indovini (gli arùspici)

    Dopo la scalinata, sulla parte anteriore si incontra un portico tetràstilo, (pronao) che in genere ha 2 file di colonne con base di pietra e fusto di legno. Le colonne sono colorate e rastremate verso l'alto, ma sono prive di entasi. Sono meno slanciate di quelle greche, hanno proporzioni diverse. I capitelli ricordano vagamente quelli greci, ma sono più seplificati nelle forme.

    La parte posteriore del tempio è occupata in genere da tre celle, divise e con ingressi indipendenti, dedicati a tre diverse divinità. Infatti la religione greca era politeista comprendeva gli dei superiori (con un dio supremo, Tinia), esseri ultraterreni e demoni, spesso rappresentati nelle sculture in terracotta, bronzo o pietra, o nelle pitture sui vasi o sulle pareti delle tombe.

    Oltre alla decorazione pittorica, il tempio greco dorico è decorato con frontoni a rilievo, cornici e architravi con motivi vegetali, antefisse e acroteri in terracotta, con forme vegetali, animali, e soprattutto figure sacre e demoniache. Si tratta sempre di elementi religiosi o simbolici.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.