Sara ha chiesto in Scuola ed educazioneCompiti · 7 anni fa

inventa un racconto fantastico aiutoooooo!!!!!!?

immagina di trovarti in un aeroporto dove stai aspettando un amico per un viaggio.

Aggiornamento:

scrivi un racconto di fantasia accanto ad elementi reali ci sono elementi straordinari

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    sono le 11:43, ma di Roberto ancora nessuna notizia. Eppure ieri sera ero stato chiarissimo: "L'aereo decolla a mezzogiorno in punto, Roberto. Hai tutto il tempo di svegliarti, fare colazione con calma e riuscire ad arrivare in tempo. Sai bene quanto sia importante per me questa vacanza a Londra, e perdere il volo per il tuo ennesimo ritardo sarebbe il mio incubo peggiore." Già, il mio incubo peggiore.

    11:44. Il sudore scroscia copioso dalla mia fronte. Provo a chiamarlo, ma al cellulare non risponde, come al solito. Provo a chiamarlo a casa, ma anche lì nessuna risposta. Il mio incubo peggiore.

    11:46. Non riesco nemmeno a preoccuparmi per lui. Non ne ho il tempo. Non posso credere che sia così in ritardo. Eppure ricordo bene il giorno in cui decidemmo di partire. Era una calda giornata di Luglio e mentre tutti gli altri erano al mare o in piscina io e Roberto ce ne stavamo seduti, cercando la migliore combinazione per questo fine settimana. Certo, il volo delle 12:00 non era proprio il più conveniente, ma visto che Roberto è un ritardatario cronico, abbiamo optato proprio per quello più costoso. Eppure eccomi qua, all'aeroporto, mentre si avvera il mio incubo peggiore.

    11:50. Ancora niente. Sto cominciando a valutare l'idea di partire senza di lui. Se ci penso, che strano! è stato proprio grazie ad un suo ritardo che ci siamo conosciuti. è accaduto più di 10 anni fa, a scuola. Io, il classico bambino perfettino, forse anche troppo, perché, si sa, i bambini troppo studiosi non trovano mai per primi un compagno di banco, e anche per quell'anno si prospettava per la solita deprimente solitudine. Ma proprio quando mi ero già rassegnato all'idea, parecchi minuti dopo le 8, ecco comparire un ragazzo, "quello nuovo". Roberto. "Ti sembra l'ora di presentarti? Cominciamo bene, alla grande!" Va' a sederti accanto a Paolo. Sì, proprio qui, al primo banco!". Da quel momento in poi non avrei più avuto altri compagni di banco. Caro Roberto, non credo di partire senza di te, sarebbe il mio incubo peggiore.

    11:53. Basta! Credo che tornerò a casa. Stavolta mi ha deluso davvero, non posso crederci. Sto vivendo il mio incubo peggiore.

    11:57 "I passeggeri Rampolli Roberto e Puliggiani Paolo sono urgentemente attesi al Gate n. 14. Ultima chiamata". Poi un sussulto. Una mano fredda sulla spalla e proprio alla fine di quel braccio ho visto il volto sorridente di Roberto. "Sveglia, Paolo, è l'ultima chiamata! Ti sei appisolato su questa panchina e non ho voluto svegliarti. Fortuna che abbiamo scelto il volo delle 12!"

    Già, era davvero il mio incubo peggiore!

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.