Sergio ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 7 anni fa

Informazioni raccolta Clementine Basilicata?

Ciao, mi piacerebbe fare un'esperienza nella raccolta di frutta/ortaggi fuori dal mio paese. Ho letto che a metà Novembre iniziare quella di Clementine in Basilicata. Qualcuno sa darmi qualche indicazione? Gli annunci su internet mi sembrano una strada poco praticabile

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    In Basilicata, la coltivazione degli agrumi interessa circa 8.000 ha, collocando questo gruppo di specie al secondo posto per estensione nell’ambito della frutticoltura regionale. Circa 5.850 ha sono coltivati ad arancio mentre la restante parte interessa gli agrumi a frutto piccolo, in questo gruppo la specie più diffusa è il clementine, raccolto soprattutto nel Metapontino, con circa 2.000 ha con la varietà comune. Certamente il gruppo dei mandarino simili, e in particolare del clementine, è apprezzato dai consumatori, che hanno privilegiato frutti di piccole dimensioni, facili da sbucciare e apireni. Le maggiori introduzioni varietali avvenute negli ultimi anni riguardano questo gruppo, con l’obiettivo di dare una costanza di prodotto per un arco temporale maggiore rispetto all’attuale.

  • 7 anni fa

    caro andrea forse hai capito male la domanda "raccolta di frutta""e non differenziata ché ben altra cosa scusa sé mi sono permessa senza offesa ,comunque come dicevi su quell' argomento hai ragione

    Fonte/i: pensiero.ps alla domanda raccolta........ non saprei volevo rispondere al ragazzo
  • 7 anni fa

    Con la raccolta differenziata si può ridurre moltissimo questo problema, si pùò arrivare anche al 80-90% di riduzione di materiale da discarica. Puntare sull'informazione, bisogna iniziare da subito a educare i bambini fin dalle scuole primarie. Per ora, visto il generale disinteresse di moltissime persone, il modo migliore è "obligare" l'utente a differenziare tramite la raccolta porta a porta di tutti i materiali. L'operatore addetto alla raccolta funge anche da controllore nei confronti di quelli che non sono disposti a differenziare correttamente, utilizzando procedure collaudate e convincenti. Si inizia con segnalazioni e avvertimenti, si passa a non raccogliere il materiale di quell'utente, poi il comune procede con le sanzioni. Vi sono anche altri metodi per evitare quei mucchi di spazzatura ai bordi delle strade e i cassonetti riempiti di materiali non adatti: macchine fotografiche che fotografano chi non è attento, videosorveglianza.

    Volendo anche a Napoli si potrebbe ottenere una buona raccolta differenziata, bisogna solo volerlo fare ed è il comune a decidere. LOL

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.