Winry
Lv 6
Winry ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 6 anni fa

Piccolo gioco: "riprezziamo" 5 libri che non valgono i soldi spesi?

Secondo voi quali titoli non valgono i soldi che ci avete speso?

5 titoli che oggettivamente valgono meno, secondo voi, di ciò che costano.

I miei sono:

-Tutti i romanzi che hanno 100 pagine e costano 6/7 euro o di più, semplicemente perché non si può pagare 7 euro un romanzo da 100 pagine e 10 uno da 500 in brossura. Esempio: Moshi Moshi della Yoshimoto, breve, con temi già affrontati dall'autrice in altri romanzi, costo 8.50.

-Il collezionista di bambini, Newton Compton, 9.90 euro. Trama e titolo che non hanno nulla a che vedere con il romanzo in sé, che comunque è pessimo. Al massimo lo avrei pagato 5 euro.

-E' nata una star? di Hanrby edito Guanda a 10 euro. 70 pagine per un raccontino raffazzonato nel finale che si perde in accenni ad eventi drammatici che nulla hanno a che fare con la spensieratezza del testo.

-Non lasciarmi di Ishiguro edizione cartonata dell'Einaudi, 17 euro buttati, non per il romanzo in sé ma per la qualità pessima della copertina che essendo tutta bianca si sporca subito e la sovracoperta si rovina in un non nulla.

Non ne ho altri perché nel primo punto rientrerebbero altri romanzi.

Rispondete in tanti ^^

7 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Migliore risposta

    - Concordo con "E' nata una star", l'ho letto tutto in piedi in libreria, pensavo di leggerne solo un pezzo, ma mi sono accorta che un pezzo era tutto il libro. 10 euro per un solo racconto camuffato da romanzo? Non si fa.

    - Le saghe per cui devi pagare 15 euro a libro invece che 20 per un comodo volume unico. In preda all'astinenza librovora, compri un volume dopo l'altro, poi ti mangi le mani vedendo che è uscita l'edizione che li raccoglie tutti al prezzo di mezzo volume.

    - I libri che costano più di venti euro e non hanno la sovraccoperta in oro zecchino.

    - I libri che costano di più perché hanno la sovraccoperta, di cui si farebbe volentieri a meno visto che è scomodissima.

    - "Inferno" di Dan Brown, 25 euro?! La gente si lamenta che non legge perché i libri costano troppo, poi esce Dan Brown a 25 euro e tutti in libreria come tanti pecoroni? Compratevi un thriller a caso, non sarà di marca ma la qualità è la stessa.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • ǝɯ
    Lv 6
    6 anni fa

    Dovrò pensarci un poco, perché è un problema che mi pongo sì spesso, ma solo per una manciata di minuti: quando mi accade di acquistare un libro che non valeva quanto ci ho speso, lo porto in biblioteca, e considero il prezzo di copertina come l'affitto dei tanti libri che prendo in prestito. Il costo mi appare così ben più ragionevole e mi sento contenta se qualcun altro potrà approfittare della lettura: un libro del valore di dieci euro, comprato a venti, deve essere letto da almeno due persone per giustificare l'acquisto.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    In realtà non so se fare un discorso di valore economico o uno di valore letterario, dato che le due cose sono legate.

    - Per prima cosa ridurrei i prezzi di tutti quei libri che vendono come "edizione rilegata" quando rilegati non sono, ma le pagine sono solo incollate. Per esempio, ho comprato una edizione "rilegata" di Le Notti di Salem di Stephen King, dopo un po' le pagine si sono scollate e a quel punto valeva la pena di comprare l'edizione in brossura.

    - Un'altra mia personale ossessione è il Don Chisciotte della Mancia, edizione Einaudi a 24 euro (in brossura). Con tutto il rispetto per quella che viene considerata l'opera più grande di tutti i tempi, ma vendere un libro del genere a 24 euro è un furto legalizzato. Non perché non meriti la spesa, la merita tutta, ma perché qui parliamo di un libro i cui diritti d'autore sono decaduti, tutti questi soldi vanno alla casa editrice ecc... insomma se Mondadori lo vende (rilegato) a 13 euro, anche se probabilmente il valore dell'edizione (dal punto di vista letterario) è inferiore a quella di Einaudi, la differenza di prezzo non è - secondo me - comprensibile.

    - concordo con te con i libri da 100 pagine o meno venduti a 6-7 euro. Io, per esempio, non avrei mai comprato Io e Te di Ammaniti a 10 euro.

    - e infine io venderei libri pessimi come Twilight o 50 sfumature a 120 euro, con quei 100 euro aggiuntivi che vanno a coprire la vendita di libri come Don Chisciotte. Almeno chi legge ste stronzate contribuisce alla buona letteratura.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Io vado sui siti dove si scambiano i libri, con 1,50 euro di spese di spedizione leggi sempre libri nuovi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ?
    Lv 5
    6 anni fa

    Io direi...."Breviario per aspiranti terroristi" di Énard Mathias

    14 euro per ben 90 pagine, di cui 40 illustrate! Bello, ok, ma 14 euro??

    http://www.ibs.it/code/9788895842363/enard-mathias...

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Se una cosa mi è particolarmente piaciuta, non la lesino troppo sul prezzo. Per questo, almeno, cerco di esaminare il libro a fondo prima di comprarlo.

    Di sicuro, però, ci vorrebbero più editori coraggiosi come la Newton Compton, che vende ad un prezzo sempre economico, vende bene ed ha aiutato a riscoprire i grandi classici grazie al suo rapporto qualità/prezzo.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    mmmmm io non sceglierei nessuno

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.