NirVa ha chiesto in SaluteOdontoiatria estetica · 7 anni fa

Gengive ritirate cure naturali e denti .?

So che qui di domande su questo argomento ce ne sono tante, ma non ho trovato nessuna che rispecchia il mio caso. Da pochi mesi sto notando un ritiro lento ma progressivo delle gengive, sia sui canini che sugli incisiva di sopra e sotto, ma , al contrario di ciò che ho letto qui, non ho né dolore, né fastidio, né una maggiore sensibilità alle temperature.

Ho sempre lavato i denti verticalmente ( tra l' altro da oggi ho iniziato a usare lo spazzolino a setole morbide, visto che ho letto che è il più adeguato in questo caso) e li ho sempre lavati ad ogni pasto.

Non credo sia piorrea, c'è anche da dire che il mio dentista ( almeno, l' ultima volta che mi ha visto), mi ha informato che ho i denti deformati ( la parte superiore del dente normalmente è più sottile rispetto a quella inferiore.. bè, i miei sono più grossi alla base, cioè vicino alla gengive, e più sottili alla fine, cosa molto comoda quando do morsi visto che faccio malissimo xD).. può entrarci qualcosa? Per di più un paio di questi sono decalcificati e per questo a breve ritornerò dal dentista.

Ci sono rimedi naturali per sistemare le gengive senza rischiare di andare sotto i ferri? Aiuto, sono un tantino preoccupata..

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Vedi, sono mesi che qui io e l'amico Dario andiamo ripetendo che , sia in generale che in casi particolari come questi, non è assolutamente possibile fare delle diagnosi. Si possono solo fare delle ipotesi, cioè quelle che io amo definire "chiacchiere da bar".

    Prima di tutto: se tu prendi un libro di medicina, prendi una malattia qualsiasi, troverai elencato una serie di sintomi…. ma non è detto che vi siano SEMPRE TUTTI …!!!!!! Non è detto, nel tuo caso, che una gengivite si manifesti ANCHE con del dolore…. o ANCHE con il sanguinamento… o ANCHE con sensibilità a caldo e freddo….. Se tutto fosse sempre coì rigido e schematico, è da tempo che sarebbe stato scritto un software per far fare diagnosi al computer e noi medici saremmo tutti disoccupati……

    Secondo: il medico DEVE vedere direttamente la bocca per rendersi conto delle cose…. anche se tu descrivessi tutto per filo e per segno, magari trascureresti dei particolari che per noi invece sono importantissimi…..

    Comunque, entrando nelle chiacchiere da bar all'aperitivo in attesa dell'ora di cena, una delle TANTE ipotesi possibili è che, se tu hai davvero delle forme "anomale" dei denti, abbia anche una malocclusione…..

    In ogni caso, indipendentemente dalla forma, una malocclusione dentale può sicuramente essere la causa di una parodontite come la tua, che apparentemente si manifesta solo con retrazione della linea gengivale….. magari guardando bene si vedrà che uno dei due lati dell'osso gengivale (quello esterno verso le labbra, o quello interno verso la lingua), sia sottilissimo, quasi un velo, al limite inesistente…. se così fosse, piano piano si abbasserà ancora inesorabilmente, e sarebbe segno evidente della malocclusione

    Che a sua volta, più che dalla forma dei denti, potrebbe essere determinata da un sacco di altre cose…..

    In conclusione, poichè l'aperitivo è finito ed è ora di andare, io farei una bella visita da un BRAVO dentista, possibilmente che si interessa di gnatologia ( = il modo in cui funziona l'articolazione della bocca), ed ancor meglio se si interessa di posturologia, per ricercare in giro nel corpo quali potrebbero essere (se ci sono) delle cause della malocclusione…….. insomma, vai vista per bene da chi ci capisce qualcosa……

    ps

    ovviamente non ci sono mezzi per "tirar su" le gengive, nè naturali né andando sotto i ferri, ed anche se ci fossero, se PRIMA non capisci perché ti sta succedendo, non avrebbe nessun senso……...

    Fonte/i: medico dentista, master in posturologia
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.