Se la religione è positiva per l'umanità, perché nei paesi dove è meno presente, si vive meglio?

Insomma la fede è presente in ogni parte del pianeta nelle più disparate forme, ma ove è più forte le persone non sono felici quanto nei paesi dove la religione è quasi assente! Preferireste vivere in un paese del nord Europa o in uno qualsiasi di quelli con regime teocratico? La risposta è ovvia, a meno non siate degli invasati religiosi simili ai Talebani! Inoltre la dove la religione è forte, e l'economia va bene, è pieno di guerrafondai ed i conflitti sono all'ordine del giorno; sia con il pretesto della pace da portare in nome di Dio, sia per distruggere l'infedele che occupa un'area che Dio ha promesso ad altri, ecc.. Dunque guerre, dittature, controllo totale della vita dei cittadini, ingerenze in ogni sfera del sentire individuale, assurde proibizioni o imposizioni dettate da scritture anacronistiche, follia pura! Che ve ne pare? Non è forse così che stanno le cose, obiettivamente parlando?

Aggiornamento:

@Lithning Claire Farron,

Credo che tu stia facendo un errore grossolano, io non parlo di religione presente in quanto permessa o meno, ma di religione professata, seguita, dai cittadini, e comunque se vuoi un'opinione personale sulla Russia Stalinista, ti debbo confessare che ritengo la fede cieca nell'ideologia, alla pari di quella religiosa! Per di più Stalin come Hitler aveva studiato dai preti Cattolici e i metodi seguiti dala propaganda sono gli stessi che usa la religione! Inoltre a suffragare quanto dico, c'è il fatto che oggi la Russia è tornata quello che era: profondamente religiosa, ed è stata sempre nazionalista e guerrafondaia. Ti prego quindi di fare iù attenzione a quanto leggi e di non dare risposte superficiali in odor di saccenteria! Limitati a guardare alla realtà con un po' di profondità nel ragionamento; il populismo non cosa saggia e chi lo pratica strappa gli applausi di soli imbecilli!

Aggiornamento 2:

@Gioia,

Non sai quanto sei distante dalla realtà, ma non capisco nemmeno da dove tu concluda che io sono un antiislamico. Ho un sacco di amici in ogni ambito di fede e ogni giorno frequento Chookri che è un Tunisino, Victor che è uno Spagnolo; ho lavorato per anni con Ghanesi, Senegalesi, Maliani, Nigeriani, Russi, Tedeschi dell'Est, Romeni, Marocchini, Egiziani, Turchi, ecc... Quindi sei completamente fuori strada! Io non faccio differenze fra le religioni, sono tutte colpevoli! Alcunehanno fatto più danni di altre, ma tutte sono nocive. Quanto ad anticlericale, sono iscritto al M.A.I. ed amico intimo dei fondatori da 20 anni circa, non manco ne di razionalismo che di ateismo. Forse tu non sei quello che dici, magari trolli un pochino spacciandoti per laica. Ma se tu mi vuoi far credere che l'Islam sia positivo a differenza del Cristianesimo o dell'Ebraismo, piuttosto che l'Induismo ed il Buddismo... Beh! Non mi trovi d'accordo affatto!

12 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Se ci fai caso la religione è più diffusa dove è più diffusa l'ignoranza. Perchè è proprio da ignoranti e creduloni credere che uno zombie ebreo venuto dal cielo, che è il padre di se stesso, può farti vivere in eterno se simbolicamente mangi il suo corpo e telepaticamente gli comunichi che lo accetti come tuo signore, così può rimuovere una forza malvagia dalla tua anima che è presente nell'umanità perché una donna nata da una costola è stata convinta da un serpente parlante a mangiare la mela di una albero magico. Se non è ignoranza, creduleria questa, dimmi tu cos'è?

  • 7 anni fa

    xche' e' l'oppio dei popoli

  • In effetti, nella Russia di Stalin si viveva benissimo, bisogna ammettere.

  • Allora perchè la psicologia la considera un fattore di protezione dal suicidio?

    (Non sto dicendo che la sua assenza è un fattore di rischio, attenzione a non stravolgere le mie parole).

    Comunque la religione può essere positiva, il fanatismo no.

    @Angelo in T-Shirt: Certo, quando non si capisce e non si conosce qualcosa è facile che sembri una "cagàta pazzesca"... ;)

    PS poi è strano che un Cattolico, dopo il CV II e dopo aver saccheggiato a man bassa tutta la teologia greco-romana (vedasi il Neoplatonismo, l'Aristotelismo, ecc.) possa dire questo... ;)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    Da domani mi trasferisco sulla luna (almeno ho sentito dire che c'è acqua)

  • Anonimo
    7 anni fa

    Confondi la religione con il potere politico mascherato da religione. Gli stati islamici NON sono affatto basati sulla religione ma sulla cultura dell'oppressione, che è il contrario della religione.

    Se guardi la storia, i grandi imperi sono crollati quando la morale è venuta meno e la morale deriva dalla religione, ossia dall'anelito al Bello, al Buono, al Giusto e al Vero.

  • Anonimo
    7 anni fa

    infatti le religioni non cattoliche sono cazzate pazzesche

  • Anonimo
    7 anni fa

    Quindi per te "meglio" significa senza attacchi terroristici di natura religiosa. Il fatto è che questi attacchi vengono solo mascherati dalle guerre religiose. In realtà il problema è l'ignoranza che si diffonde nei regimi semitotalitari/totalitari, non c'entra niente la religione. E comunque in alcuni paesi questi attacchi vengono neutralizzati prima che possano diventare pane per i giornalisti.

  • 7 anni fa

    ma non sono quei paesi in cui vi è il maggior numero dei suicidi?

  • 7 anni fa

    La domanda postata è genericamente qualunquista, dal commento si capisce che sei un anti-islamico. Non c' è nulla di obiettivo in ciò che chiedi nè potrai ricevere risposte obiettive. Mi dispiace. Prova a fare di meglio !

    Fonte/i: Atea razionalista e relativista, anticlericale e, per dirla alla @Scusate l'interruzione, follemente lucida.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.