Entrate, per favore! Studente disperatoooooo!!?

Ok, mi sto scervellando senza capirne una cicca sull'argomento delle forze apparenti!! Per favore, potreste spiegarmi LENTAMENTE e PASSO DOPO PASSO questo argomento?

La cosa su cui mi inceppo, e sui cui ho già aperto alcune domande su Answers, da cui ho comunque capito molto, è che non riesco a farmi capace che se la forza centrifuga su una giostra e quella che spinge verso il sedile su un auto in accelerazione sono inventate apposta per reintegrare il principio di inerzia ai corpi esterni che osserviamo accelerare senza alcuna forza che ne causa l'accelerazione, perchè ha anche effetto su chi sta nell'auto o sulla giostra? E poi non ho ben capito perché sulla giostra l'angolo fra la catena e la perpendicolare debba crescere proporzionalmente alla velcoità angolare affinchè la catena stessa possa dare al seggiolino una forza centripeta?

1 risposta

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Perché è una REAZIONE.

    Cioè è l 'INERZIA che un corpo manifesta tendendo a continuare nel suo moto rettilineo.

    Se tu, con una FORZA centripeta (questa reale) lo COSTRINGI a curvare, lui REAGISCE (Terza legge: Ad ogni azione corrisponde una reazione uguale e contraria) con una REAZIONE centrifuga.

    Che noi vediamo come FORZA, nello stesso modo in cui vediamo come FORZA quella che ci schiaccia sullo schienale dell'auto quando si accelera.

    La FORZA è quella che fa accelerare l'auto, la REAZIONE è quella che ci spinge verso i sedili.

    Difatti il termine corretto (lo uso, quando non ho fretta) è REAZIONE centrifuga, NON Forza centrifuga.

    la forza centrifuga è una forza APPARENTE, che viene messa per dare spiegazioni di alcuni effetti che "in un certo sistema di riferimento" sembrerebbero impossibili.

    Il passeggero in una macchina in curva è un esempio classico.

    FATTO: una auto procede a velocità costante e, senza rallentare entra in una curva verso destra avente raggio costante.

    OSSERVATORE ESTERNO ALL'AUTO: quando l'auto entra in curva è soggetta ad un'accelerazione centripeta ed il passeggero all'interno bilancia tale accelerazione con l'inerzia, spostandosi verso sinistra (ovvero, verso l'esterno della curva).

    L'inerzia è responsabile.

    OSSERVATORE INTERNO ALL'AUTO: tale osservatore NON vede fuori dall'auto.

    Quando l'auto va dritta, il sistema è inerziale: ma all'improvviso, l'osservatore vede il passeggero spostarsi verso sinistra senza alcuna motivazione.

    Come si giustifica questo spostamento? Introducendo una FORZA APPARENTE, che potrà determinare con esperimenti ad hoc.

    (il valore ottenuto dai suoi esperimenti sarà uguale all'inerzia del caso precedente)

    Quindi lui NON SA di essere in curva, e spiega lo spostamento introducendo questa famosa forza apparente: la FORZA CENTRIFUGA.

    Solo un confronto tra i due osservatori permetterà al secondo di comprendere appieno l'origine del fenomeno dello spostamento del passeggero verso sinistra.

    Spero di averti chiarito la questione: si dice apparente solo in un particolare sistema di riferimento, altrimenti NON esiste una forza centrifuga (centrifuga: fuga dal centro di curvatura).

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.