Axel313 ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 7 anni fa

Secondo voi questo testo è più prosa o più poesia?

Spero qualcuno lo legga tutto e mi possa rispondere :)

A voi l'ardua sentenza.

-----------------------

- Scrivo in auto stamattina

Scrivo in auto stamattina

All'ombra di un lungo cipresso

In un parcheggio vuoto di auto

Pieno di uccelli canterini

Merli usignoli canarini

I canarini son scappati alla piccola gabbia 

E si son ritrovati in una grande voliera

No, non son canarini, c'è lì un pettirosso, là, sul ramo

Dell'albero di cui non so il nome, somiglia a un pino

Speriamo che la gazza non veda il suo nido

Sì, c'è pure una gazza, in cerca famelica

In questo periodo schiudono le uova al pettirosso

Non so come lo so ma so per certo, schiudono sicuro

Il parcheggio prima che d'alberi è pieno d'asfalto

La mia macchina è racchiusa da strisce bianche

Ora scusate mi assento, la vicenda fra pettirosso e gazza è interessante.

Non passa nessuno da almeno un'ora

A che serve un parcheggio dove non posano macchine?

A che serve una macchina se non giunge al parcheggio?

Un viaggio senza fine che non vede destinazione

Noia, ostinazione

In effetti è la prima volta che vengo qui, è un luogo isolato

Soldi buttati, per questo parcheggio, amministrazione ladrona

Il pettirosso è salvo comunque, la gazza è andata, per ora

Una macchina entra, almeno siamo in due, ma entra e non rispetta

Le strisce bianche racchiudenti. Può permetterselo, in fondo mi dico.

Esce un uomo, elegante, in giacca e cravatta, viene forse dal lavoro

Forse non c'è andato, al lavoro, forse è disoccupato, o pensionato

Esce dal bagagliaio una, non so cos'è, una cosa tonda, circolare

E la poggia a terra, ci lavora intorno, guardo, sembra un lampadario

No, ruota panoramica in miniatura, nemmeno, sorpresa sorpresa

L'uomo si allontana, ha in mano qualcosa, e il lampadario spicca il volo.

Adesso pare, pare un oggetto alieno radiocomandato, o telecomandato

Non ho mai capito la differenza, non mi sono mai informato.

L'uomo è contento, si vede anche se non lo fa vedere, le dita festeggiano

Gli occhi, gli occhi esultano, i piedi troneggiano sul terreno, anzi asfalto.

Siamo in due, ma il proprietario del parcheggio è lui, si intuisce, è di casa

Saluta gli alberi con le spalle, stringe la mano agli uccelli nei paraggi

Io sono l'ospite, spettatore più o meno gradito, di quest'ufo umano

E andandomene penso che l'uomo elegante ha redento l'amministrazione

Un parcheggio per lui e un lampadario volante, vale quel che vale.

E andandomene, è ora di pranzo e dopo ho lezione, passa un passante

Di corsa, si fa per dire, corsa strana in cui si corre senza saltellare

È la corsa degli adulti, concentrata e atona, apatica, fiancheggiante

Marcia si chiama, lui sudato impiastricciato, con le cuffie per la musica

Ascolta musica da cuffie, e tutto intorno uccelli canterini.

Le gazze non migrano, penso, quella di prima tornerà.

Aggiornamento:

Purtroppo io ccc'ò 3 è mezzo in itagliano.........pero spero di miliorare nel proximo tema........ <3<3

Ah, non metto io i pollici in giù, sia chiaro.

Aggiornamento 2:

Sweet io sono un conterraneo di Basso, e conosco le sue poesie, e non c'è bisogno di traduzione :)

Aggiornamento 3:

Se è per questo mai ho conosciuto Montale, ma mica questo ne preclude l'apprezzamento. Per quanto possa essere stato una grande persona, e lo sarà stato, l'Opera deve trascendere la vita.

Con questo non voglio dire che non sarebbe stato bello conoscerlo. Bello e stimolante.

8 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    Premetto che non amo i lunghi papielli, dico che ciò che hai scritto è border line.

    Non è poesia e non è prosa, sta proprio al confine. Sai con tutto il materiale che hai messo giù, si sarebbero potute tirare dentro dieci buone poesie!

    Ora farò qualcosa che non so se si possa fare, ma posterò due poesie di un giovane poeta, troppo presto scomparso, giusto per dimostrare come si possa dire tanto,ma tanto,con tanto, ma tanto poco:

    " Cci para ca babbiu, chistu è u fattu cci para ca

    scriviri è na cosa ca putissi mascari nun fari...

    n'occhiu o compiuter e nn'aricchia a porta e u

    pinseri o telefonu...nun mi disturbati ppi ffauri...

    i cosi da vita passunu accussì...comu a ttutti

    l'autri cosi... sulu a morti nun passa arriva e nun

    passa. Mai.

    "Si po' essiri poeti

    macari a paroli"

    Salvo Basso 1963-2002

    A me pare che non serva traduzione, anche perché il linguaggio è inconsueto, particolare, trasgressivo e indigesto per chi si muovesse nel solco della bieca tradizione,ma se servisse, la posterei.

    Come si combina con ciò che hai scritto tu? Si combina,si combina. ^_^

    ****Buona serata.

    **** Sono lieta che tu conosca le poesie di Salvo. Penso, comunque, che tu non lo abbia conosciuto personalmente, dato che lui è mancato undici anni fa. Era una persona speciale.

    Ciao.

  • Vavax
    Lv 7
    7 anni fa

    Davvero 3 e mezzo in italiano? ;-)

    Taccagna la tua prof. .....

    Per me è una poesia...io almeno la sento tale...tutto il resto lo lascio agli altri sicuramente, senza ironia, più competenti...

    A ri-ciao...

  • Anonimo
    7 anni fa

    Mah, a me sembra un tentativo di mettere per scritto un flusso di coscienza, e stilisticamente, non mi pare proprio poesia.

    Ma io sono un profano e non un tecnico.

  • Geo
    Lv 7
    7 anni fa

    No, non sono riuscito a leggere tutto.

    Ho troppi pensieri in testa e perso la pazienza.

    Ma l'impressione che ho avuto mi vede vicino a Sweet quando dice che è... "bordel line" ;-)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • sar91
    Lv 6
    7 anni fa

    Leggi le poesie di Raymond Carver.

    Penso possa aiutarti a farti la tua idea sul confine poesia/prosa, ammesso e non concesso che tale confine sia definito. Cosa di cui francamente dubito. Poesia prosaica, prosa poetica? Chissà cos'è, la via di mezzo.

  • 7 anni fa

    più prosa direi...ma non sono sicura

  • Anonimo
    7 anni fa

    Ma che cacchio è lunghissima! °-°

    Secondo me poesia, poi boh!

  • Anonimo
    7 anni fa

    O mamma ma cos'hai in italiano 6!!!????? E poesia lo si capisce dai versi e dell'armonia del complesso.

    Fonte/i: Io
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.