? ha chiesto in Mangiare e bereVegetariani e vegani · 7 anni fa

Derivazione vitamina b12 cereali?

Salve, qualcuno mi sa dire se nei cereali tipo coco pops la vitamina b12 è di derivazione animale, vegetale o sintetica ?????

2 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    La vit b12 è molto complicata, ancora si sà poco. e farla sintetica sarebbe molto costosa.

    Ci soono credo 4 fabbriche, una in Francia le altre in Cina che la producono da batteri, la maggior parte geneticamente modificati per evitare al massimo che insieme alla vitamina vengano prodotte anche tossine. Poi forse sinteticamente la migliorano,

    Alcuni cibi vegetali vengono a volte consigliati erroneamente come fonte di B12, come la spirulina, la klamath e altre alghe marine, che contengono sostanze analoghe alla B12 ma biologicamente inattive per l'organismo umano. Altri cibi proposti contengono vitamina B12 attiva ma in quantità inadeguate e per di più molto variabili, come alcune alghe che possono contenere quantità di B12 differenti a seconda del luogo di origine. Infine, in alcuni prodotti fermentati a base di soia, come il tempeh e il miso, anch'essi a volte consigliati, in realtà questa vitamina risulta praticamente assente[6]. Questa forte confusione nasce dall'utilizzo di metodiche d'indagine che non sono in grado di discriminare correttamente tra vitamina B12 biologicamente attiva e suoi analoghi (biologicamente inattivi). Alcuni analoghi inoltre sono in grado di competere nell'assorbimento con la vera vitamina B12 all'interno dell'organismo, accelerando ulteriormente l'instaurarsi di una carenza

    Normalmente si ritiene invece che i latto-ovo-vegetariani possano assicurarsi quantità adeguate di vitamina B12 a partire da latticini e uova, anche se alcune evidenze suggeriscono che queste fonti possano essere insufficienti pertanto alcuni autori consigliano l'uso di cibi arricchiti e supplementi anche per i latto-ovo-vegetariani

    La vitamina B12 presente in integratori e cibi fortificati è prodotta esclusivamente con processi di fermentazione biosintetici, utilizzando microrganismi selezionati e geneticamente ottimizzati. Per la produzione industriale di cobalamina la tecnica più comune consiste nell'uso di mutagenesi casuale per generare ceppi produttori di B12 ad alte rese, generalmente trattando i microrganismi con agenti mutageni come la luce UV, etilenimmina, nitrosometiluretano o metil-nitro-nitrosoguanidina.

  • Anonimo
    7 anni fa

    batterica

    Fonte/i: nessuno mi tocchi i chocopops
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.