Creazionisti, se non accettate l'evoluzione...?

Come giustificate la grande varietà etnica che c'è nel mondo? Se per esempio Adamo ed Eva erano bianchi, allora come mai oggi abbiamo molte etnie diverse come i neri, i nativi americani, gli indiani, i cinesi, gli aborigeni australiani e tutto il resto?

Se l'evoluzione è sbagliata allora ciò non sarebbe possibile e tutti gli esseri umani dovrebbe appartenere alla stessa etnia, vero?

Aggiornamento:

@teologo. So benissimo che questa non è speciazione. La speciazione è la comparsa di nuove specie. Adesso te lo chiedo di nuovo scrivendo in maiuscolo:

SE NON ESISTE L'EVOLUZIONE COME MAI C'È TUTTA QUESTA DIVERSITÀ ETNICA UMANA?

Aggiornamento 2:

Ah ecco! Ora l'hai ammesso! Guardate, gente, teologo cattolico ha affermato che sono le mutazioni che causano la diversità etnica... Immagino che tu ti riferisca alle mutazioni genetiche (perchè non so a quali altre "mutaizoni" tu ti possa riferire) che GUARDACASO è proprio il principio dell'evoluzione ;)

7 risposte

Classificazione
  • Risposta preferita

    @teologo cattolico

    l'ignoranza fatta in persona...

    come spieghi che i cinesi hanno gli occhi a mandorla per esempio ?

    @teologo cattolico

    lo sai che le mutazioni sono alla base della speciazione?

    E' possibile che la mutazione di un solo gene possa portare alla speciazione? In alcuni casi sembrerebbe di sì... Uno di questi, che riguarda due sottospecie (ma forse già considerabili specie incipienti) di uccelli polinesiani, è stato documentato sulla rivista The American Naturalist.

    http://www.pikaia.eu/EasyNe2/Notizie/Dalla_mutazio...

    MA QUANDO APRIRETE LA MENTE ????

    MAI?

    MAHHH

    @Teologo cattolico

    Io ho detto che le mutazioni sono alla base delle speciazioni...

    La speciazione è il processo evolutivo mediante il quale a partire da specie (individui di una popolazione che presentano stesse caratteristiche) preesistenti si formano nuove specie. Tale processo è dovuto all’azione combinata di isolamento geografico e MUTAZIONI.

    ti riposto di nuovo l'articolo visto che secondo me manco l'ho hai letto

    http://www.pikaia.eu/EasyNe2/Notizie/Dalla_mutazio...

    Le mutazioni determinano infatti la cosiddetta variabilità genetica, ovvero la condizione per cui gli organismi differiscono tra loro per uno o più caratteri. Su questa variabilità, tramite la ricombinazione genetica, opera la selezione naturale, la quale promuove le mutazioni favorevoli a scapito di quelle sfavorevoli o addirittura letali. Essendo una parte delle mutazioni non favorevoli, gli organismi hanno sviluppato diversi meccanismi per la riparazione del DNA dai vari danni che può subire, riducendo in questo modo il tasso di mutazione.

    STUDIA NE HAI DI BISOGNO

    @Continua la frase....

    Queste due "forme morofologiche" sono considerate sottospecie, anche se manifestano un parziale isolamento riproduttivo, verificato sperimentalmnte, a dimostrare un processo di speciazione in atto

    inoltre ecco un altro tipo di speciazione in atto

    http://www.pikaia.eu/EasyNe2/Notizie/Speciazione_i...

    In una piccola area della California, i ricercatori hanno osservato ecotipi diversi di Timema, organismi ancora interfecondi (quindi della stessa specie) ma che si differenziano per il diverso ambiente a cui sono adattati. Le differenti forme sono riconoscibili in base alla colorazione del corpo, ciascuna perfettamente mimetizzata con la pianta su cui trascorre la propira vita. Questa divergenza di una singola dimensione della nicchia ecologica potrebbe non essere sufficiente alla completa speciazione: ecco quindi che, come nel caso esaminato, possono intervenire ulterirori modificazioni fenotipiche, ad esempio di carattere fisiologico e comportamentale (come la detossificazione di specifiche sostanze prodotte dalla pianta e la scelta del luogo di ovoposizione), che contribuiscono all'incremento della divergenza riproduttiva.

    In questo caso, siamo in presenza di un fenomeno di selezione divergente (o disruptiva), quella forma di selezione naturale che tende a favorire gli estremi, quindi gli ecotipi diversi, piuttosto che i fenotipi intermedi (gli ibridi tra questi). Gli ibridi, presentando caratteristiche fenotipiche intermedie alle parentali, risulteranno in ogni caso più visibili agli occhi dei predatori e, in ultima analisi, verranno sfavoriti dalla selezione naturale. Il risultato di questo processo è la scomparsa delle forme intermedie e la presenza esclusiva di quelle estreme, che potrebbero così dare origine a due nuove specie.

    Il prossimo passo verso la formazione di due nuove specie sarà l'evoluzione di meccanismi di isolamento riproduttivo pre-zigotici, che impediranno l'accoppiamento tra i diversi ecotipi. I ricercatori pensano CHE SIA SOLO QUESTIONE DI TEMPO

    CHE SIA SOLO QUESTIONE DI TEMPO

    CHE SIA SOLO QUESTIONE DI TEMPO

    CHE SIA SOLO QUESTIONE DI TEMPO

  • Anonimo
    7 anni fa

    Dicono (non trovando altre risposte) che la varietà etnica sia avvenuta con la Torre di Babele, ma la Bibbia dice solo che le diverse lingue sono state formate con la Torre di Babele, non i gruppi etnici.

    E poi, per smentirli, se osservi alcune statue di guerrieri cinesi di 4000 anni fa, noterai che la loro fisionomia è identica ai cinesi di oggi.

    Ciao

  • Anonimo
    7 anni fa

    Ma con la versione cristiana della torre di Babele ovviamente. Un'altra stupida storiella che prendono alla lettera, come l'arca di Noè, Adamo ed Eva e chi più ne ha più ne metta.

    Gatta, non è speciazione, non ancora, è semplicemente adattamento per selezione.

    Pianeta: Dio ce ne scambi e liberi non insistere con la gatta! Se non sa una risposta (l'80% delle volte) o ti copia e incolla qualcosa dal sito Gotthund.com, oppure inizia a dire: ''Ti stavo prendendo in giro bimbo ateo''. In realtà... prende in giro... se.... stesso! Leggi questo con questa musica sottofondo:

    http://www.youtube.com/watch?v=Pj_qwnM8LNA

    Youtube thumbnail

  • 7 anni fa

    Guarda che i Creazionisti sono relegati ad una "battuta americana" ormai da circa 100 anni a questa parte. Tutti siamo evoluzionisti, ma ci distinguiamo in darwinisti ed anti-darwinisti.

    I darwinisti pensano che l'evoluzione sia lineare, per cui noi discendiamo da un ominide, che a sua volta discende da un australopiteco, che discende dalla scimmia, la quale ultima discende ... dall'albero!

    Gli anti-darwinisti invece pensano che le specie siano concorrenti e che abbia vinto la più intelligente - anziché la più forte - solo perché accadde che un briciolo di intelligenza in più ti salvava la vita (tempi terribili, allora!).Quindi nessuna specie discende da un'altra specie, come i rami dell'albero che provengono tutti dal tronco e non da un altro ramo.

    Per quanto riguarda le razze, trattasi di cosa assai recente, addirittura posteriore all'agricoltura (8 mila anni fa). In particolare la pelle degli scandinavi si sbiancò (a differenza degli esquimesi che sono rimasti scuri) perché l'alimentazione cerealicola richiedeva l'aiuto della luce solare per sviluppare vitamina D, luce che penetra solo nella pelle bianca (non in quella scura). Gli agricoltori scandinavi più scuri erano rachitici (assenza di vit. D) e vivevano e si riproducevano di meno di quelli con la pelle bianco-latte.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    Perchè è così importante per i Cattolici circolare nei luoghi pubblici col cellulare in mano senza usarlo?

  • 7 anni fa

    Ma siate sicuri che esistano ancora dei creazionisti che non hanno ancora capito che creazione ed evoluzione siano due facce della stessa medaglia ...?

    al di la di come sia iniziata la vita...Big Bang, brodo primordiale o Dio per chi crede, che è comunque relativo, resta il fatto incontestabile che sia immediatamente iniziata l' evoluzione, che continua ancora oggi

    resta, e credo resterà per sempre, la diatriba su " come " oppure " da chi " , sia scaturita tale scintilla di vita, ma non credo che si possano avere dubbi sull' evoluzione....e parlo da credente

    P.S. : non dimentichiamoci che lo stesso Papa GP II disse..." alla luce delle scoperte scientifiche non si può negare l' evoluzione ..."

  • 7 anni fa

    1.le varietà di razze non sono speciazione...

    2.gli atei sono tutti così ignoranti?

    -----

    3 .per mutazione

    ah ah..ho scritto tre proporizioni sopra: ti rimando alla seconda (conseguenza del primo e del terzo)

    ----

    @pianeta..se mutazione fosse speciazione, non si userebbero parole differenti.. rimando anche te alla seconda..

    due sottospecie non sono specie...alla seconda

    uff..ma la base non è il vertice. Quello che manca è il passaggio. Anche la mia scrivania ha alla base un albero di ciliegio..ma non è un ciliegio. Il passaggio è opera di artigiani, che oltretutto pago

    "I ricercatori pensano CHE SIA SOLO QUESTIONE DI TEMPO"...allora aspettiamo

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.