promotion image of download ymail app
Promoted

Differenze tra paganesimo antico e moderni neopaganesimo e ateismo?

Sigrid Undset, grandissima scrittrice norvegese (premio Nobel per la letteratura), autrice di fedeli ricostruzioni romanzesche della scandinavia medievale, ha scritto questa frase:

"Il paganesimo pre-cristiano è un poema d'amore ad un Dio che rimane nascosto, o un tentativo di guadagnare il favore di potenze divine la cui presenza l'uomo sentiva attorno a lui.

Il nuovo paganesimo è una dichiarazione di guerra contro un Dio che ha rivelato Sè stesso."

Cosa ne pensate?

4 risposte

Classificazione
  • Sasha
    Lv 6
    6 anni fa
    Risposta preferita

    "Il paganesimo pre-cristiano è un poema d'amore ad un Dio che rimane nascosto, o un tentativo di guadagnare il favore di potenze divine la cui presenza l'uomo sentiva attorno a lui."

    Più la seconda che la prima.

    "Il nuovo paganesimo è una dichiarazione di guerra contro un Dio che ha rivelato Sè stesso."

    Questo mi pare più una definizione dell'ateismo. I pochi neopagani che ci sono qui su answers sembrano abbastanza tranquilli.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    il paganesimo antico era una religione pubblica, praticata da adulti.

    Il neopaganesimo è una religione privatissima, praticata da ragazzine (o ragazzini effeminati)

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Molto bella l'immagine del poema d'amore... e in parte concordo con Essa se non per il fatto che gli Dèi si rivelarono.

    Quanto al Neopaganesimo a me non sembra guerra.. personalmente lo considero il semplice compimento di quel poema d'amore.

    A dire il vero, il dichiarare guerra ad un Dio del quale nemmeno si crede l'esistenza effettiva mi sembra più il comportamento di alcuni Cristiani.

    @Per avere conferma di quanto dico, la risposta di Teologo è esemplare in questo senso.

    Non conoscendo, si mette a fare ironia e a prendere in giro quanto non conosce nel tentativo di muoverci guerra.

    Ma come scrisse Salustio:

    «Di certo le manifestazioni di irreligiosità, che oggi si riscontrano in certi luoghi della terra - e che, spesso, si ritroveranno anche in futuro - non meritano di affliggere gli uomini assennati. Infatti, questi avvenimenti non toccano gli Dèi più di quanto risultarono favorirli gli onori.»

    (Sugli Dèi e sul Mondo, 18,1)

    A dispetto del mio temperamento che mi porta al contrario a reagire a simili provocazioni, è quel che penso anchio.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Non ho capito però cosa c'entra l'ateismo, tra pagani e atei c'è una bella differenza.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.