promotion image of download ymail app
Promoted

Cosa? Tracce di matriarcato nel racconto di Adamo ed Eva?

Sì ragazzi, non mi stuferò mai di battere il martello sul ferro del mito dell'Eden.

Ci si potrebbe scrivere una biblioteca su questo mito biblico e sulle sue relazioni con altre mitologie.

Per motivi di spazio, tocca concentrarsi su un aspetto alla volta.

Nel mito della cacciata dall'Eden c'è qualcosa di strano.

Riassumiamo: Dio (chiamato ancora El/Elhoim, se non sbaglio) crea questo giardino, l'Eden, con due alberi speciali: l'albero della conoscenza del bene e del male e l'albero della vita, i cui frutti sono in grado di donare a chi li mangia, capitan ovvio, rispettivamente la conoscenza del bene e del male (sarebbe a dire, la capacità di giudizio) e la vita eterna. Dio pone Adamo e la sua ex-costola (ora spina nel fianco) Eva in questo giardino, e vieta loro di mangiare i frutti dell'albero della conoscenza, poiché, egli mente loro, morirebbero (non che l'uomo fosse immortale eh: ancora non aveva mangiato dell'albero della vita).

Arriva il serpente che parla ad Eva e le rivela la verità: l'albero della conoscenza non uccide, ma dona, appunto, la conoscenza. Così convinta dal serpente, Eva mangia il frutto dell'albero, quindi fa fare lo stesso ad Adamo, e le parole del serpente si avverano: essi non muoiono, ma "i loro occhi si aprirono".

Arriva Dio, scopre il misfatto, e fa il qarziatone a tutti quanti: maledice il serpente e caccia Adamo ed Eva per impedirgli di diventare immortali e Dei a loro volta mangiando anche i frutti dell'albero della vita (che ora potrebbero desiderare, poiché sono divenuti coscienti di essere mortali).

Perché il serpente si rivolge ad Eva e non ad Adamo?

E' interessante il fatto che Adamo giunga alla "conoscenza" solo attraverso la donna, mentre la donna ha questo rapporto diretto, privilegiato con questo essere particolare, questo serpente (un animale parlante, particolarmente ricorrente in molti altri miti e culture) che la guida a questa presa di co(no)sc(i)enza.

Pensavo quindi: e se ci fosse traccia di un antico culto di un dio-serpente in cui le donne avevano un ruolo privilegiato? Qualche traccia simile in effetti c'è anche in altre culti, specie in Grecia.

O se, ancora meglio, fosse la traccia di un modello scomparso di società in cui le donne erano sopra gli uomini e ritenute le uniche che potessero fare da intermediarie con il dio/gli dei?

Questa interpretazione sarebbe incoraggiata, oltre da tracce di paralleli rintracciabili in altre culture, anche dalla condanna che Dio infligge alla donna: "Verso tuo marito sarà il tuo istinto, ma egli ti dominerà"; come a dire che prima era diversamente.

Pareri? Commenti?

Aggiornamento:

@Baalbek: sì, infatti il culto di Dioniso è uno di quelli cui facevo riferimento tra le righe.

@Eleth: No, non l'ho ancora capito: nessuna mi vuole "vittimizzare".. T_T

Aggiornamento 2:

@Sapiente Mente: sì, ma qui siamo un bel po' prima degli Ofiti...

@Nume: No, dici bene, non è un animale. Per l'uomo antico, nessun animale "interessante" è un animale: non lo sono il lupo o l'orso, così temuti da dovergli cambiare nome, e non lo è il serpente, che in effetti, come animale è già di per sé parecchio bizzarro.

Sì, da maneggiare molto molto con cura.

@teologo: infatti sono convintissimo che questo racconto sia molto antico. O meglio, che sia solo la versione biblica di un racconto molto più antico: come dicevo sia tra le righe sia una volta a non mi ricordo chi, versioni ed elementi di questo mito sono sparsi per tutto il mediterraneo orientale sin da tempi "non sospetti".

5 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Risposta preferita

    Sono giunto a conclusione di una ipotesi circa il serpente: nessun animale, secondo me e' un principio presente nell'uomo sin dalle origini. Mi sono interrogato circa il mito di Eden e non mi quadravano i conti. Tutto sommato mi son detto; il Genesi non e' male. Insomma, rispetto ad alcuni miti sumeri, nei quali mescolavano l'argilla alla quintessenza di un dio intelligente in un calderone per plasmare l'uomo. Molto più ostici se vogliamo. Solo il serpente mi tormentava la mente. Mi chiedevo: ma la trama del mito fila liscia perché metterci una biscia parlante, per giunta arguta come un filosofo greco?

    Non era un animale. E' un principio spirituale che trova espressione nel femminile. Mettendolo in atto Eva stravolge tutto dando origine al cammino della vita terrena come la conosciamo. Striscia a terra a rappresentare la tensione verso la materia. Il microcosmo di Ermete Trismegisto.

    Molto gnostico...

    Maneggiare con cura.

    Fonte/i: Le mie visioni interiori.
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Hei, non per sembrare il classico invasato che legge tutti i libri di Dan "Braun" prendendoli per vero, ma:

    E' indubbio, scientifico, dimostrato, statuito che le proto-religioni si rifacessero ad un culto femminile.

    Dalla Madre Terra a Madre Natura et simili, fino ad antropomorfizzare una divinità.

    L' animismo imperversava, ma sempre retto dal culto di "Madre Natura" - uso questo termine per comodità.

    Il fatto che è attraverso la donna che arrivi la vita è una cosa altrettanto indubbia.

    Il fatto che la Chiesa Cattolica abbia virato su una Madre Vergine impeccabile è una qazzata di proporzioni epiche. E' solo dettato dalla misoginia e dal rifiuto di cedere "potere" metafisico alle donne.

    E' tipico dei culti semitici.

    O se, ancora meglio, fosse la traccia di un modello scomparso di società in cui le donne erano sopra gli uomini e ritenute le uniche che potessero fare da intermediarie con il dio/gli dei?

    Beh, qazzo, a Roma: Le baccanti erano le uniche a potersi interfacciare con Bacco.

    Non è proto religione. E' arrivata fin qui.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Non per nulla, un antico culto di un dio-serpente vi fu eccome, quello degli Ofiti (o Naasseni), ramo gnostico, i cui seguaci adoravano il serpente (dall'elevatissimo contenuto simbolico) quale liberatore dagli inganni del demiurgo-creatore.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Ofiti

    È interessante notare come il serpente, in virtù della tua supposizione, in quasi tutti i rami gnostici, ed ovviamente anche quello ofitico, altri non è che Sophia, la manifestazione femminile del divino, che, desiderosa di conoscere il Padre Vivente, pur essendo sua emanazione (eone del Padre), generò senza la sua controparte maschile, dando vita al demiurgo-creatore. Questi, dopo aver creato il mondo materiale e l'uomo e la donna (rispettivamente, principio maschile e femminile) - narra la cosmogonia gnostica - volle ingannare l'uomo, al fine di essere adorato, ma Sophia, mossa a pietà, chiese al Padre d'intervenire direttamente e, sotto le sembianze del serpente (simbolicamente parlando), aprì gli occhi all'essere umano, che così poté comprendere la sua vera natura divina.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    possibile, se non probabile. Sarebbe una conferma indiretta dell'antichità del racconto.

    Credo che sul tema della donna e del ruolo cultuale nella prostituzione sacra, con evidenti rimandi nella Bibbia, ci siano numerosi contributi di esegeti. Non te li saprei indicare ora. Ma credo che se cerchi in internet, trovi parecchio

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    6 anni fa

    uffa, ancora non l'hai capito?

    la donna è superiore all'uomo....ci vuole tanto a capirlo?

    nel mito della genesi, il serpente rappresenta il kazzo (e non sto scherzando) e Eva rappresenta la madre terra, quella che inghiotte l'uomo.-

    del resto voi maschi vi credete i dominatori della donna nell'atto sessuale

    è invece il contrario: la vagina della donna è una voragine insaziabile assetata di sb (insomma ci siamo capiti) e voi veniti risucchiati in questa voragine. quindi voi siete la parte passiva, la vittima

    @ che ti dicevo? le donne stanno diventando delle schifosissime lesbicone

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.