Saul
Lv 7
Saul ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 7 anni fa

Io detesto chi castra gli animali?

La gente spesso non sa, ma ancor più frequentemente se ne infischia del danno che lascia sulla pelle ed il vissuto dell' animale ospitato. La castrazione è uno di questi.

Gli animali animali non sono dei giocattoli. Nascono come tutta la creazione, perché hanno uno scopo nella loro vita, e l' accoppiamento è parte del loro vivere.

Inoltre tutti gli animali hanno una vita sola, perché differentemente dall' uomo non hanno nemmeno l' aspettativa della resurrezione. Non sono nei propositi di Dio perché gli animali sono fatti per vivere in funzione dei loro compiti.

L' affezione che abbiamo verso di essi in realtà è spesso esagerata, o incentrata dall' egoismo. Perché siamo noi ad aver più bisogno di loro, anziché di averne cura.

Tralasciando il piccolo OT, spesso leggo risposte di chi afferma: che lo si fa per premura, per salvaguardare la loro incolumità dalle malattie e garantirgli una maggior longevità. Ma è solo una scusa, un pretesto celato da puro egoismo di chi si rende conto in cuor suo di aver fatto loro una cosa sbagliata. Dovrebbero solo vergognarsi.

Aggiornamento:

Dipende, se causato dall' uomo dev' essere cemo MINIMO punibile. Se invece l' animale nasce in natura,allora dovrebbe rimanerci perché è la migliore per la sua natura.

Ovvio, questo è da escludersi in un contesto urbano perché è un ambiente inadatto per il proliferare della vita animale.

Aggiornamento 2:

Nessuno impone di tenerli, li si dovrebbe lasciare in una riserva. Il gatto è un animale che impara a cacciare anche autonomamente, non muore certo di fame.

Tra l' altro se non fosse per la gente che li prende, la madre li lascerebbe alla LORO VITA appena maturi.

Aggiornamento 3:

Scherzi? Se fosse per me ne avrei a centinaia. Cmq come già fatto intendere gli animali possono vivere autonomamente ed in serenità, lontano dalla condizione moderna. In natura, dove dovrebbero già stare.

Aggiornamento 4:

La Terra è uno spazio enorme, così come in realtà ci dovrebbe essere abbastanza cibo da soddisfare il fabbisogno delle miliardi di persone viventi su questo pianeta.

Se ciò non accade è sempre per egoismo, per interesse di chi già ha e non si accontenta di avere perché vuole sempre di più.

Lo stesso è per gli animali, di tutte le specie, usati come giocattoli personali (in borsetta, con la tutina, ecc..), come prede da gioco (topi, volatili, uccisi per tiro al bersaglio, pinguini ed orche sfruttati nei circhi acquatici, così come leoni, zebre, scimmie, ed altri in quelli terrestri). Polli, mucche, maiali, che passano la loro vita in gabbia, ad essere ingrassati, a produrre ed in fine destinati al macello. Perfino le tartarughe vive nei portachiavi in plastica. Un' idea dei soliti cinesi.. Vergognoso.

Non parliamo poi degli insetti, che in realtà sono esseri spesso utilissimi. Ma in ogni caso li si potrebbe sfrattare di casa anziché ucciderli e tenerseli sulla coscienza.*

E' com

4 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    I miei gatti sono calmissimi..come sempre..sempre uguali prima e dopo..

    Tengo i gatti meglio di me!! Se continuo così ci finisco io fuori nel giardino a fare la cacca e loro in bagno sul wc !

    Ascolta ma secondo te è meglio avere 234437 gattini ogni anno e non avere la possibilità di sfamarli ???

    Ho saputo di gente che lascia i gatti liberi come dici te..e appena facevano i gattini li insacchettavano e li gettavano nei fiumi...sapessi i nomi sarebbe da denuncia !!

    Preferisco tenerli così... -_ -

  • 7 anni fa

    Sì, e se l'animale accoppiandosi ti porta in casa una caterva di cuccioli che non riusciresti a accettare e crescere se non cambiando a un appartamento a pianta più ampia, che fai? Lo lasci fare con le conseguenze che sai??? Quindi o cambi appartamento, cosa difficile da fare in questi ultimi tempi, viste le ristrettezze economiche in cui tanti vivono o ci rimette il cucciolo con un bel taglio di proprietà primarie a cui seguirà sì la sua sofferenza, l'annullamento del suo scopo se così vogliamo definirlo, ma al contempo staremo contenti e tranquilli tutti quanti, tranne lui ovviamente che ne soffrirà, o forse chi sa, alla fine invecchiando ne sarà contento anche lui, perché metti che il cane va ad accoppiarsi, succede uno "sciglio" con gli altri cani di zona e poi magari ci rimette un occhio perché qualche competitore di zona lo acceca, alla fine ci rimetterebbe in prima persona e da solo giungerebbe alla conclusione che non deve cercare più cagne per il suo bene. Quindi si agisce di anticipo, ma solo per il bene o la tranquillità comune. Comunque credo che i padroni dei cani di fondo abbiano un gran senso di colpa per essere andati contro natura e che non ne siano felici, come d'altronde il loro animale. Dovrebbero vergognarsi e non solo, dovrebbero pagarla.

  • Licht.
    Lv 6
    7 anni fa

    Sono convinta che gli animali castrati poi non stiano più bene anche a livello caratteriale.I gatti per esempio sono isterici, non sono mai contenti di nulla, e si innervosiscono molto più facilmente rispetto ad un gatto non castrato.

  • Marina
    Lv 6
    7 anni fa

    E che mi dici allora del randagismo? Si deve risolvere a monte. E questa è una soluzione.

    Dalla domanda avevo capito che facevi riferimento agli animali domestici e quindi pressoché inseriti in un contesto urbano. Cani e gatti se non vengono sterilizzati in quel contesto si riprodurebbero senza controllo. A quel punto che faresti...non puoi tenerli tutti, alcuni morirebbero perché non curati adeguatamente, altri probabilmenti verrebbero abbandonati. E da qui anche il randagismo.

    Quando mi parli di animali nati in natura penso ad esempio ad orsi, lepri, cervi ecc...questo tipo di animali. Non credo (ma non sono informata, potrei sbagliarmi) vengano sterilizzati anche perché non penso siano in numero elevato (anzi proprio il contrario) dato che sono anche prede, purtroppo, di cacciatori.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.