promotion image of download ymail app
Promoted
L'hò
Lv 6
L'hò ha chiesto in Elettronica di consumoFotocamere · 7 anni fa

L'importanza di scattare e scattare e scattare?

Leggendo un interessante libro di fotografia di Joe McNally mi ha colpito una piccola frase o pensiero dello stesso.

Lui sostiene che l'unico modo per crescere come fotografo e scattare sfruttando ogni momento libero senza paura di sbagliare.

Alla base dello scatto o dei progetti personali c'è la crescita personale e la maturazione di un bagaglio tecnico che può servire in futuro.

Quando ho iniziato a darci dentro non uscivo quando pioveva o c'era brutto tempo poi mi sono accorto che quando piove il fotografo esce a cercare o creare la foto... L'amatore va al centro commerciale.

Non ho più beccato un pomeriggio di pioggia ... Perché ogni momento è unico e quando si presenta o lo cogli o lui scappa via.

Quando si ha l'idea bisogna coglierla e sfruttarla altrimenti lei se ne va.

Dopo ho iniziato la pianificazione dei progetti e dopo tutto questo tempo mi rendo conto che... Ma cavoli scatto troppo poco!!!! Vorrei porta uscire la mattina quando vedo delle splendide gelate e mi immagino scene ambientate con la mia bambolina/modella ... Luci e ombre ma ... Sto andando a lavorare e il tempo da usare per la passione si riduce a poche ore nel fine settimana.

Cerchi di riempire quel vuoto con nuovi giocattoli e scimmie che ti salgono sulle spalle incuranti del pericolo ma alla fine... O hai tempo o non scatti.

L'anno che viene mi sono inguaiato in un workshop online della durata di 6 mesi dove dovrò sviluppare un lavoro diviso in due fasi.., una scadenza settimanale e una mensile dove bisogna rispettare dimensioni e tema unito a forma e coerenza.... Insomma un lavura' de Matt.

Questo perché? Perché passiamo così tanto tempo a leggere libretti di istruzioni, confrontare dati su sensori e farci menate su quale giocattolo abbia una erezione migliore ma , porca paletta, tiro fuori la polaroid e mi faccio due scatti.

Ad ogni scatto cosciente c'è un apprendimento e una crescita e se si sfrutta ogni minuto si possono fare grandi cose e alla fine penso che questo mondo frenetico e tecnofobo porti via forse troppo tempo allo scatto e allo studio della creatività.

Com'è il vostro rapporto con il tempo libero e le occasioni perse perché avete pensato... Adesso non ho tempo... Vengo qua domani a fare la foto che ho in mente?

Ci siete mai pentiti di avere pensato che tanto la si poteva fare dopo?

L'anno prossimo cosa volete tirare fuori da voi?

Sempre in ambito fotografico.

Aggiornamento:

3 interventi toccanti e poetici allo stesso tempo.

Mi piacerebbe sentire anche altri frequentatori del forum con una loro lettera aperta ;)

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Bella, è bella bella la tua lettera-domanda ed è difficile non trovarsi mentre la leggi a condividere ciò che dici e che pensi. Ho diversi impegni e cerco costantemente l'armonia tra doveri piaceri e passioni, la fotografia è una bella, grande, passione, :-) mi rende felice, e la cosa buffa (bella o b rutta che sia) è che la maggior parte delle mie foto resta sul PC, nemmeno la stampo, la soddisfazione per me è stato scattarla e poi vedere il bel risultato (bello *per me* ! ) , ho imparato [la Vita è una severa Maestra] che se non hai dietro la macchina *inevitabilmente* ti perdi l'occasione e le foto più belle, e da allora ce l'ho sempre a spalla (mini-zainetto, 30 euro) sia che vado a portar fuori il cagnolino, sia che accompagno la moglie al supermercato. Nel 90% dei casi vado e torno senza aver scattato, ma la reflex è li , pronta all'uso, e se c'è l'occasione scatto e non mi faccio scappare il momento. Ho anche imparato un'altra cosa, e non piacerà , non sarà condivisa , ma è la verità, certe cose (certi scatti) si arrivano a fare solo con l'attrezzatura giusta. Tempo fa un amico mi canzonava bonariamente scrivendomi "..ma la tua macchina è nata con l'85mm. incollato addosso ? .. " ebbene , da molto tempo mi ritrovo a scattare la quasi totalità delle foto solo con questo obiettivo, .. lo so, mi dispiace disilludere molti ma è così, con un Buon obiettivo puoi scegliere di ottenere *quello che vuoi* , vuoi uno sfocato ? un Bokeh ? un dettaglio ? un tutto-a-fuoco ? un HDR (con gli accorgimenti che sai) , colore ? contrasto ? puoi ottenere quello che vuoi, da quando ho un buon obiettivo ho centuplicato la quantità delle foto scattate, quante volte hai visto un cielo magnifico hai scattato con l'obiettivo scarso e poi hai cestinato la foto perché ti sembrava "non come la scena che avevi stampato nei ricordi della mente" ? Quel Cielo, se tu avessi avuto quella volta un gande obiettivo sarebbe salvato sul tuo PC e magari appeso come poster alla parete. Ho sempre cercato di scattare cercando di cogliere quello che gli altri non vedono, e questo apre ad un mondo infinito a) la Natura è immensa, e b) la Fantasia (nello scatto) è altrettanto ampia. Tabelle/Grafici/e Tecnologia: inutile dirlo ne sono affascinato, tuttavia sono felice di aver capito (da solo) quello che tu hai detto al proposito, non si può aggiungere altro. Un consiglio ai ragazzi (che si affacciano su questo colorato immenso bellissimo mondo) Cercate il Vostro genere fotografico, non spendete cifre folli per una scatola (il corpo della reflex) , ma comprate Un Obiettivo che soddisfi il Vostro modo di fare fotografia, il resto verrà da se. Cosa tirerò fuori l'anno prossimo ? *se avrò i soldi* (è un periodo nerissimo, molto nero) un nuovo obiettivo , ne vorrei due ma mi accontenterò di uno , e srà un fisso (mi spiace , ma gli zoom non sono ancora a questi livelli, nemmeno se costano oltre i mille euro , non ci credete ? prendete un mostro 70-200 e scattate ad un'ape a 180 oppure 200mm. , poi fate lo stesso scatto con un 180mm. macro ( va bene anche il Tamron 180 che costa poco tranquilli, ) e poi guardate il risultato .. e lo stesso vale per le focali corte, fate uno scatto in controluce ad un tramonto ad alto contrasto ( cielo blu, nuvole biache e arancio, rosso e viola verso il basso, campo verde che tinge di scuro, case pastello all'orizzonte , sole che cala fronte a voi dietro glie alberi (difficilino eh ? :-) e fate lo scatto con il mostro che volete, poi fatelo con un 28 o un 35 mm, poi fatelo con un 35mm Macro (Tokina ne fa uno) o con un 40mm. Macro (Nikon ne fa uno) e guardate i risultati . Almeno verso se stessi si può essere onesti e nella mente ci si può dire l'inconfessabile verità giusto ? " n o n c'è s t o r i a " . Ciao e buona Luce per i tuoi scatti.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    7 anni fa

    In fondo è quello che faccio da sempre,almeno da quando uso una reflex(1982),sia prima a pellicola,sia ora,col digitale.Un giornalista di TF,che magari tu o altri conoscete,Filippo Crea,sostiene da sempre la regola del 3 su 36,ossia salvare 3 immagini su un solo rullino.Ora va modificata nei numeri,ma NON nel concetto.Io ho un archivio di oltre 3000 dia e quasi 500 stampe,ma sono solo una minima parte di quanto ho scattato.Anche in qualche risposta che mi permetto di dare qui,a chi inizia consiglio sempre di scattare,poi rivedere,eliminare e riscattare ancora.Oggi è un concetto un po in disuso,ai miei tempi veniva chiamata GAVETTA,e personalmente ne ho fatta tanta,ma ora raccolgo i frutti.D'accordo,la gavetta non renderà tutti Berengo Gardin,o Ansel Adams,ma male NON fa di sicuro.Il mio rapporto col tempo libero è ampio,in quanto in pensione,ma devo dire che scattavo forse di più prima.Oggi la Fotografia si può dire che sia il mio hobby principale,visto l'altra mia grande passione,la pesca,per vari motivi(leggi acciacchi) ho dovuto metterla da parte,quindi,mi butto a capofitto,trascinando altre persone,da me "contagiate" dal virus fotografico.Naturalmente di pentimenti ne ho,e qualche foto è andata persa per sempre.Per l'anno prossimo,se tutto va liscio,vorrei ripartire a fare seriamente della Macro,avendo nel mirino il Tamron 90mm vedremo se stabilizzato o meno.Forse perché sono da sempre allergico a certe cose NON ho mai preso in considerazione Workshop e simili,iscrizioni a club,associazioni o altro,perché un hobby deve trasmetterti la sensazione di libertà,evasione dalla vita quotidiana,lavoro o altro,ed andare a ficcarsi in questi posti non mi è mai piaciuto,e facendo un paragone con la pesca,non mi sono iscritto a nessun Circolo,tranne un anno,perché l'idea che la domenica o altre occasioni c'era già l'impegno dove decidevano loro,eh no,non ci siamo,assolutamente! Hobby= libertà di fare quello che meglio ti aggrada,nel suo ambito,senza condizionamenti terzi,altrimenti,buonanotte.Almeno,IO la penso così,se poi vogliamo complicarci di brutto anche una passione,facciamo pure.D'accordo,sarò anche un orso.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Che dire! Non credo che ci sia una sola riga che mi trovi in disaccordo.

    Purtroppo, però, questo "modus fotografandi" (passatemi la licenza) è quasi d'obbligo per chi non fa fotografie per professione. L'amatore non può fisicamente scattare in ogni momento o quando ne ha voglia (ossia sempre) o quando, guardando fuori dalla finestra dell'ufficio, vede quella splendida luce del tramonto e pensa "quello scorcio che ho visto l'altro giorno sarebbe meraviglioso con questa luce".

    Ma questa "limitazione" non attenua la passione e se hai 1 ora contata di tempo libero, la alimenti in altro modo, visto che in un ora si riesce a fare poco o nulla. Quindi blog, siti, discussioni, news, review ed ecco che partono le pìppe mentali su quale reflex FX ha il WB più preciso o quale sia la mirrorless che ce l'ha più duro.

    Io adoro la fotografia. Ho iniziato a fotografare in maniera cosciente circa una ventina di anni fa e non ho mai smesso. Purtroppo/per fortuna ho molte altre passioni e cerco di dare spazio e coltivarle un po' tutte. Qualche volta ho la fortuna di farle coincidere, ma altre volte devo scegliere. Nella fotografia ho la grandissima fortuna di aver trovato una compagna con questa stessa mia passione, quindi spesso siamo fuori a scattare, ma molto più spesso le nostre reflex sono nello zaino. Ovviamente mi piacerebbe poter fotografare ogni volta che voglio, ma la realtà dei fatti me lo impedisce (come penso lo impedisca a molti, se non a tutti, i foto amatori).

    Ho molti progetti (fotografici) in mente che devo iniziare domani, ma sto domani lo vedo lontano.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.