Mia madre inizia a non volermi piú bene?

Io sono una ragazza di 13 anni, giovedi 5 dicembre ho riportato a casa un compito di scienze dove avevo preso 4 e mezzo da far firmare. Appena glie l'ho detto si è arrabbiata (ovviamente) ma le ho promesso che mi sarei fatta interrogare. Ora arriva il sodo. A ottobre (più o meno) avevo fatto un lavoro di gruppo di scienze con delle amiche che la prof aveva detto di fare. Il mio gruppo aveva preso dieci e mia madre era rimasta senza parole mentre l'altro giorno mi ha detto che non ci credeva più. Mi ha detto che era una balla e che non è vero che ho preso dieci. Da giovedi non mi parla ne guarda più e ieri mentre mi stava rifacendo il letto, di mattina dopo un po' mi chiama per dirmi che avevo lasciato dei libri e dei quaderni sulla scrivania che dovevo mettere a posto e che lei nella mia camera non ci sarebbe più entrata e le lenzuola devo cambiarmele da sola. Poi abbiamo litigato pesantemente e ora non so che fare. Sono disperata, la notte non dormo. Cerco di essere forte ma non ci riesco. Ogni volta mi chiedo se quando mi ha partorita sapeva che poteva accadere qualsiasi cosa. A volte vorrei non essere mai nata perchè lei sarebbe molto piu felice. Non so cosa fare...

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Io non credo che tua madre non ti vuole bene. Forse è un po arrabbiata ma credo che poi passa. Forse ha qualche suo problema personale che la rende più nervosa del solito. Lei crede che tu sia grande abbastanza da tenere in ordine camere tua. Non essere disperata, avete solo litigato e cerca di dormire perche, se devi studiare, hai bisogno di riposo. Tu fai tua parte, studia e tieni in ordine camera tua, vedrai che lei ritornerà quella di prima. Sei una ragazza molto sensibile ma non significa che non sei forte, solo che sofri per situazione che si è creata ma anche persone forti possono sofrire. Spero di esserti stata un po di aiuto.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Ciao cara..io ho fatto arrabbiare la mia mamma non so quante volte...compiti in classe andati male, litigate perché non voleva farmi uscire la sera con le amiche, una volta ci litigai perché non le stava simpatico il mio fidanzatino dell'epoca, ci litigai talmente tanto che arrivò a farmi la valigia per sbattermi fuori casa...ma poi dopo un po' di giorni che non mi parlai io le feci una battuta e lei anche se all'inizio continuava a non parlarmi dopo un po' le è passata...le mamme a volte fanno le dure...ma sono le uniche (insieme ai papà) che ci vorranno bene per tutta la vita, che non ci lasceranno mai per qualcun altro e che non possono odiarci nemmeno un po'!! Tranquilla!! ;)

  • Anonimo
    7 anni fa

    non devi mai mai pensare a queste cose. i tuoi saranno le uniche persone che per te ci saranno sempre.se fanno queste cose è solo perchè ci tengono a te e credono che con questi metodi possano farti studiare di più. quello che posso consigliarti e parlarle con maturità spiegale con tranquillità quello che provi e che vorresti che questa brutta situazione finisse al più presto. è tua madre e per te morirebbe ricordalo sempre

  • Dì o scrivi a tua madre:

    Cara mamma (o madre, se preferisci),

    • capisco che rifarmi il letto sia stancante, ti ringrazio per l'enorme lavoro che hai fatto per me in tanti anni anche in queste faccende. Sono ben disposta a rifarmelo io. Aiutami se puoi sorvegliando che lo rifaccia quanto basta a dormire al caldo.

    • riguardo allo studio, non immaginavo che tu fossi tanto apprensiva, tuttavia puoi interrogare i docenti sul mio rendimento. Considera che non è escluso che anche un buono scolaro abbia cedimenti di quando in quando. Io cerco di fare del mio meglio, tuttavia considera anche il sovraccarico d'informazioni e distrazioni che ai tuoi tempi non c'era,

    • e aiutami a essere equilibratamente concentrata, il che è ottenibile soltanto colle buone maniere, per ragioni antropologiche ineludibili.

    • Essere troppo concentrati porta all'esaurimento e comunque a cali di rendimento.

    Per la mia età ho bisogno di alternare studio e attività fisica e ludica e riposo.

    Anche tu faresti bene a ritrovare la tua armonia, mamma!

    • Ti ringrazio comunque dell'attenzione e oso esplicitarti che ti sono affezionata e che ho bisogno di percepire la tua benevolenza!

    In fede, tua figlia Pinca Pallina

    Fonte/i: "La lettera rubata" di Edgar Allan Poe, in cui la soluzione al problema giace nel posto più ovvio con un mascheramento minimo. (E "Parla con lei" di Almodovar).
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.