Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaArti visivePittura · 7 anni fa

Copiare quadri di grandi artisti è utile?

Sto seguendo un corso di pittura ad olio e devo procurarmi un'immagine da ricopiare e dipingere. Copiare quadri di artisti che mi piacciono (Grimshaw, ad esempio) può andare bene? Fino a quando bisogna procedere copiando e quando invece si può continuare da soli? A me piacerebbe moltissimo dipingere dal vivo, secondo me una foto non rende l'idea, ho bisogno di 'sentire' quel luogo con tutti i sensi...cosa ne pensate, cosa suggerite?

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Quello che ha scritto il primo utente e' in gran parte scorretto:Michelangelo,Caravaggio ma anche Picasso e Dali' hanno passato settimane a studiare e copiare le opere dei grandi maestri del passato;intendendo pero' che le riportarono in disegni,in quanto il disegno e' sempre stato considerato il miglior metodo per comprendere la struttura compositiva nelle accademie.

    Ora qualunque sia il tuo approccio e' quasi impossibile all'inizio svincolarsi dagli stili dei maestri che maggiormente ci attraggono:e' una condizione che genericamente viene esposta immediatamente nelle accademie e corrisponde al vero.Se hai cominciato un corso di pittura non pretendere troppo agli esordi e tieni conto che una completa maturita' creativa e molto difficile da raggiungere e che in verita' e' esclusa alla maggior parte delle persone:creare uno stile realmente personale e' appannaggio di poche persone eccezionalmente dotate e che impegnano gradi risorse di tempo ed energie in queste ricerche.

    Ora quindi e' perfettamente normale che all'inizio tu ti eserciti copiando opere famose o meno di artisti che ti stimolano:certo a molte persone piace l'idea di dipingere "en plein air" ,ma senza apprendere i rudimenti in un laboratorio artistico ti servira' a ben poco.Anche l'autore da te citato,un pittore accademico del XIX° secolo (che non saprei quanto possa aver realmente dipinto dal vivo) per raggiungere un simile livello di virtuosismo ovviamente ha seguito lo studio delle basi;in seguito quando avrai una discreta padronanza della stesura del colore,dello studio delle luci,della struttura del dipinto ecc. potrai anche avventurarti a dipingere all'aperto;se poi ti senti gia' in grado di farlo puoi anche sperimentare,ma magari parlane prima con un docente o con chi conduce questo corso.Dopotutto li paghi perche' ti insegnino e ti seguano.

    P.s.

    Il verso del Buonarrotti non significa assolutamente che un artista debba seguire il proprio istinto o le proprie ragioni:in quei versi Michelangelo esprimeva il suo concetto di derivazione neoplatonica,per cui la forma ideale del bello (il concetto) era gia' contenuta nel blocco di marmo e che lo scopo dell'artista era quello di liberarla appunto tramite la corretta procedura dell'intelletto superiore che guida la mano dello scultore.A questo proposito Vasari si espresse in modo chiarissimo:Michelangelo estraeva la figura dal marmo,nello stesso modo che il corpo di una persona immersa in una vasca d'acqua affiori lentamente se il liquido venga fatto defluire (in pratica se togli il tappo).

  • Anonimo
    7 anni fa

    Trovo che quella offerta dal corso di pittura cui partecipi sia una pessima soluzione. Un artista degno di questo nome deve essere in grado di creare l'arte da sè ed essere in grado di trasmetterla sulle proprie tele o qualsivoglia altro genere adatto a far trasparire l'artistico.

    L'artista deve creare, non copiare. Michelangelo prima di dipingere la Cappella Sistina non copiò quella degli Scrovegni di Giotto, così come Caravaggio non copiò Cimabue o Warhol Tiziano.

    I tuoi desideri di sperimentare sono ben più che legittimati, per questo ti consiglio vivamente di assecondarli; poiché, magari, limitandoti forse a copiare "I Girasoli" di Van Gogh potresti provare delle specifiche sensazioni una volta terminata l'opera plagiatoria che, più che probabilmente, differirebbero non poco da quelle percepite dal grande artista a conclusione dell'originale.

    • Precisazioni:

    Ha ragione l'utente "cipollone_elefante" nel dire che "la creazione di uno stile personale è appannaggio di poche persone eccezionalmente dotate", ma di certo, fino a che non ci provi, non scoprirai mai se potrai essere anche tu una di quelle.

    Mi scuso con il medesimo utente per l'erronea interpretazione della rima michelangiolesca, da me prontamente eliminata.

    In ogni caso ti faccio i migliori auguri per la tua carriera artistica, qualunque sarà la strada che sceglierai.

    Fonte/i: l'Artista.
  • Marlon
    Lv 5
    7 anni fa

    Fondamentale

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.