Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 7 anni fa

Qual è la probabilità di avere successo pubblicando un libro?

Io non dico di diventare improvvisamente uno scrittore internazionale e neanche credo di riuscire a guadagnare più di 5000 € con un semplice libro, ma almeno se mi metto d'impegno ( mi ci sto già mettendo) anche a costruire un personaggio e con continui scandali, posso riuscire, non dico ad ottenere questa grande fama, almeno a far conoscere il mio nome alla gente?

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Scrivere un libro è una cosa difficile, farselo pubblicare è ancora più difficile e da lì al successo il passo è ancora lungo.

    Essendo tu un signor nessuno, come me, non puoi nemmeno puntare su una fama e una pubblicità che aiuti anche se il libro fa schifo, come fanno i vari Vespa, D'Urso o roba del genere.

    Pagarsi da vivere scrivendo è cosa per pochi, secondo Stephen King, circa il 5% degli scrittori che hanno pubblicato possono permettersi di fare solo ed esclusivamente gli scrittori. Non intendo diventare ricchi, intendo proprio pagarsi da vivere, cioè avere i soldi per poter mantenersi. Per farlo dovresti guadagnare un centinaio di migliaia di euro e continuare a farlo ogni 5 o 6 anni.

    E non parlo di scrittori milionari (quelli son una decina) parlo di scrittori che guadagnano tanto come un operaio (ovviamente valutando il totale, magari un mese prendono 100 mila euro e poi niente per 5-6 anni).

    Quel 5% di scrittori sono quelli di cui si conosce il nome, quelli che hanno scritto libri decenti, che non li hanno fatto diventare ricchi, ma che comunque sono stati letti parecchio.

    Ecco, affidandomi a questa cifra direi che, scrivendo un buon libro, la tua probabilità di successo è 0.05, ovvero il 5%, in pratica sei quotato 1 a 19 (5 contro 95)... se scommetti e vinci guadagni 19 volte la posta.

    @Baba81. Per il successo il cognome non conta un c... vuoi un esempio? Valentino Rossi (pilota, 9 volte campione del mondo), Vasco Rossi (cantante), Sebastiano Rossi (ex portiere del Milan, detentore del record di imbattibilità in Serie A), Paolo Rossi (Calciatore, campione del mondo nel 1982 e pallone d'oro), Antonio Rossi (campione olimpico e mondiale di Kayak), Jessica Rossi (campionessa olimpica di tiro a volo, detentrice del record del mondo), Delio Rossi (allenatore, ex di samp, fiorentina, lazio, palermo), Giuseppe Rossi (calciatore italiano, nazionale e fiorentina), Graziano Rossi (motociclista, vincitore di 3 gare nel mondiale, sul podio finale nel mondiale 250, padre di Valentino)..

  • 7 anni fa

    Al mondo ci sono alcuni scrittori che hanno successo al loro primo libro pubblicato, come per esempio Hosseini, e altri che prima di diventare famosi erano conosciuti a malapena nel loro paese, come Zafòn. Ad ogni modo, non si tratta di mettercisi d'impegno: lo scrivere un libro è un vero e proprio talento, che non tutti hanno (anche se adesso pubblicano libri cani e porci). Il mio consiglio è quello di scrivere il tuo libro e di mandarlo a una casa editrice. Se rifiutano di pubblicartelo ma tu sei convinto di avere talento da vendere, allora prova a pagare tu stesso le spese di pubblicazione, se è davvero un bel libro non passerà inosservato. Inoltre, per fare un bel libro non bastano "continui scandali", come ti ho già detto quello dello scrittore è una vera e propria arte, e non tutti, anche con tutto l'impegno di questo mondo, possono essere artisti.

  • sandro
    Lv 7
    7 anni fa

    oggi tutti scrivono, e pochi leggono; ma...non si deve mai dire mai in partenza

  • baba81
    Lv 6
    7 anni fa

    se fai un picasso ma ti chiami Rossi non se lo caga nessuno.

    Il marketing è tanto/tutto.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.