Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

DEBORA ha chiesto in AmbienteAmbiente - Altro · 7 anni fa

Da è formato il combustibile nucleare?

Ho un compito di tecnica che mi fa questa domanda e non riesco a trovare una risposta! Mi può aiutare qualcuno? Grazie (in anticipo)

5 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Nelle centrali nucleari attualmente utilizzate il combustibile nucleare è formato da barre lunghe circa due metri. Si tratta di barre con un rivestimento esterno metallico e con dentro delle pastiglie di combustibile vero e proprio. Le pastiglie sono formate di uranio. Occorre però una precisazione. L' uranio naturale, cioè quello che si trova in miniera è quasi tutto uranio 238, ma c' è una piccola parte di uranio 235. Quella piccola parte è meno dell' uno per cento (si tratta dello 0,7% del totale).

    Nei reattori nucleari attuali la fissione è sosenuta proprio dall' uranio 235, ma così come è in natura, cioè meno dell' 1% dell' uranio totale, non è sufficiente a sostenere la reazione di fissione. Ecco allora che è necessario aumentare questa percentuale dallo 0,7% al 2% o anche al 3% dell' uranio totale.

    Pertanto il combustibile nucleare è formato da uranio naturale che ha subito un processo di arricchimento della percentuale di uranio 235.

    E qui la risposta è conclusa. Se però l' argomento ti interessa posso aggiungere che il processo di fissione (spaccamento) dei nuclei di uranio 235 si verifica quando un neutrone libero colpisce un nucleo di uranio 235. Perché la fissione avvenga veramente occorre che il neutrone non abbia energia troppo alta. Insomma deve avere una energia paragonabile a quella che anno gli atomi per agitazione termica. Solo se i neutroni hanno una energia di quell' ordine di grandezza e colpiscono il nucleo di un uranio 235 si verifica lo spaccamento del nucleo in 2 o 3 pezzi più piccoli ed il rilascio di energia.

    Questa però non è la sola reazione che avviene all' interno del reattore. Il 97% o 98% dell' uranio presente è uranio 238 che non si spacca quanto viene colpito da un neutrone. Tuttavia l' uranio 238 può catturare un neutrone e trasformarsi in plutonio. Il plutonio ha una caratteristica analoga all' uranio 235 e può produrre fissione quando viene a sua volta colpito da un neutrone termico.

    Si tratta di processi statistici che avvengono in determinate condizioni e che si studiano in una materia denominata fisica del reattore.

    L' uranio 235 ed il plutonio sono anche utilizzati per produrre le bombe a fissione e per questo motivo non devono cadere nelle mani di stati governati da dittatori o, peggio ancora nelle mani di terroristi.

  • algal
    Lv 5
    7 anni fa

    da atomi che ci rovinano l' esistenza!

  • 7 anni fa

    Il termine combustibile nucleare è in realtà un' espressione non corretta nel senso che il fenomeno fisico che avviene all' interno dei nuclei non è un'a combustione (che è iuna reazione chimica) ma una reazione nucleare. Nelle centrali nucleari avvengono reazioni di fissione nucleare, cioè nuclei pesanti (in genere uranio 235 oppure plutonio 239) bombardati da neutroni si spezzano e si trasformano in elementi più leggeri.. Questo produce un' enorme rilascio di energia iin virtù dell' equivalenza tra massa ed energia postulata da Einstein.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Plutonio

  • 7 anni fa

    BOO

    Fonte/i: BOO
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.