Sapete dirmi chi ha inventato gli occhiali?

E una curiosità personale

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    La storia dell’invenzione degli occhiali affonda le sue origini nell’Italia del 1300

    Fino ad allora le persone nate con un difetto di vista non avevano alcuna speranza di riuscire a distinguere perfettamente forme ed oggetti. Dalle testimonianze dello scrittore italiano Sandro di Popozo (uno dei primi a portare un paio di occhiali) e da una predica pronunciata nel febbraio del 1306 dal frate fiorentino Giordano di Rivalto, sembra che i «dischi per gli occhi», come furono chiamati i primi esemplari di occhiali, siano apparsi a Firenze ed a Pisa per opera di uno sconosciuto e ignoto soffiatore del vetro. In realtà occorrerà aspettare sino al 1727 perché venga realizzato il primo paio di occhiali con stanghette. Lo produsse l’ottico londinese Edward Scarlett che riuscì così a risolvere il problema di come sostenere gli occhiali tenendoli a posto sul naso, permettendo anche a chi li portava di respirare senza troppa fatica. Purtroppo però la stabilità non si coniugava con la leggerezza: le stanghette in osso o in avorio poggiavano con tale decisione sul naso e si aggrappavano con tanta tenacia alle orecchie che risolvere un difetto di vista spesso significava contrarre, in cambio, un mal di testa permanente. Data la loro forma i dischi di vetro vennero in seguito chiamati «lenti» proprio per la somiglianza con i piccoli semi biconvessi della pianta della lenticchia. Inizialmente gli occhiali erano venduti dagli artigiani nello loro botteghe e per acquistarne un paio non serviva un attento esame oculistico (come oggi), ma semplicemente un po’ di tempo e di pazienza per trovare la giusta correzione provando e riprovando i vari modelli diversamente graduati. Questa consuetudine si protrasse a lungo nel tempo e non esageriamo nel dire che probabilmente molte delle nostre nonne hanno portato occhiali acquistati in questo modo, risolvendo magari i loro problemi di vista. Più sfortunati dei presbiti, i miopi dovettero aspettare sino al quindicesimo secolo perché il loro difetto venisse risolto con l’introduzione delle lenti concave.

    ciao

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.