Anonimo
Anonimo ha chiesto in Politica e governoPolitica e governo - Altro · 7 anni fa

che movimenti politici?

chi mi spiega un po su questi movimenti diciamo politici: comunismo, nazismo, fascismo, aggiungeteli altri che ora non ricordo

2 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Come orientamento politico si intende coloro che hanno tendenze a essere di destra o di sinistra.

    Il primo ha idee conservatorie: tende a mantenere la propria identità politica e culturale senza fondersi con le altro. In altre parole è l' ideale perfetto in cui si può parlare di " patria ". Un esempio sono i nazionalisti e conservatori.

    Il secondo caso ha idee progressiste: non importa preservare i valori nazionali, ma l' importante è evolversi ininterrottamente e fondersi con gli altri. Un esempio sono i comunisti e socialisti.

    Poi vi sono quei movimenti politici che non sono estremisti, ovvero nascono dalla fusione di certi concetti di destra con quelli di sinistra: un esempio sono i centristi e riformisti.

    Ovviamente vi sono pure delle differenze sul piano sociale ed economico. Analizziamo il primo elemento. Chi è di destra, accetta la disuguaglianza, quindi le classi sociali, ma la distribuzione delle ricchezze deve essere equa in modo tale che tutti possono permettersi di possedere il necessario.

    Chi è di sinistra invece sprona all' uguaglianza totale degli individui, quindi all' eliminazione delle classi sociali ( ciò significa distribuire in modo equo le ricchezze di un paese su tutta la popolazione ).

    Ora analizziamo il secondo elemento. Chi è di destra, soprattutto gli estremisti, sono nazionalisti, sfruttando solo le risorse del proprio paese ergo economia di sussistenza. Ma a volte questi possono essere liberali ( prevalendo il liberismo sul nazionalismo , in certi casi, in una fase successiva ). Chi è di sinistra, siccome sono internazionalisti, aboliscono l' economia di sussistenza e vivono in una incessante cooperazione tra i vari paesi ( devi sapere che chi è internazionalista non ha il senso di appartenenza ad una patria, per tanto è contraddittorio essere nazionalisti in quel caso ). Come il capitalismo di oggi ( dal punto di vista economico ), che si è rilevato un sistema fallace e contraddittorio appunto perché viene catalogato come sistema di destra, ma sul piano pratico è estremamente progressista e per giunta internazionalista.

    Come fascismo o nazismo, si intende lo stesso movimento politico che è il " nazional-socialismo " che, molti, li identificano come estrema destra ( io sono un po' contraddittorio, ma mettiamo da parte i miei pareri ). Li potremmo dichiarare come una terza via perché sono coloro che disprezzano sia il " capitalismo " che il " marxismo classico " ( Karl Marx, politico, filosofico ed economista, fu colui che diede pienamente una definizione al vero comunismo che viene seguita dai più estremisti di sinistra ).

    Se vuoi sapere altro fammi sapere :). Saluti.

  • 7 anni fa

    il comunismo è un movimento di estrema sinistra che cerca di far raggiungere la totale uguaglianza ed equità in una società attraverso l'abolizione della proprietà privata. il comunismo fu teorizzato principalmente da karl marx nell'800 in risposta alle pessime condizione in cui a malapena sopravvivevano gli operai (proletari) e all'ipocrisia dei capitalisti borghesi. insomma questa ideologia è l'opposto del capitalismo e del liberalismo economico che invece sostengono che per produrre ricchezza in un paese occorre lasciare la società sotto le influenze delle forze di mercato. in un paese completamente capitalista esiste solo la proprietà privata. questo però comporta che chi non riesce ad integrarsi in questo tipo di società vive in condizioni pietose (pensa ai vari barboni o semplicemente chi è costretto a fare dei tagli sulle spese familiari). un "ramo" del comunismo sono invece gli anarchici. lo dice la parola stessa: loro sostengono una società senza stato che quindi si gestisce da sola. è un pensiero utopico perchè l'ipocrisia dell'essere umano non porterà mai ad una anarchia che funzioni. bisogna poi distinguere tra socialisti e comunisti. i primi sono molto più moderati e secondo marx il socialismo era una delle fasi per poi raggiungere il comunismo.

    all'estrema destra troviamo i fascisti. questa ideologia è "un ramo cresciuto male dal socialismo". i fascisti sono nazionalisti e quindi i un certo senso razzisti. sono favorevoli alla chiesa cattolica. per loro esiste solo la patria e soltanto la patria. una cosa positiva è che pensano all'interesse del popolo cosa che i politici di oggi non fanno.

    i nazisti sono molto simili ai fascisti però loro credono nella superiorità di una razza (quella ariana) e non del popolo. sono molto più razzisti, soprattutto nei confronti degli ebrei come la storia dimostra. per molto tempo i nazional-socialisti sono stati considerati socialisti ma in realtà non lo sono.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.