Salve a tutti. Posseggo una casetta con giardino in campagna. Abitata solo nella stagione estiva. Spesso?

tale abitazione è vittima di ladri di ogni tipo. Rubano attrezzi agricoli, piccoli oggetti, e quanto trovano di loro gradimento. Alcuni giorni fà, sono entrati in casa dei ladri, tagliando una recinzione esterna con paletti e rete metallica. Hanno smontato il motorino per l'acqua (piccola autoclave da 1 CV.), lasciando l'abitazione senza acqua. Immaginate la mia rabbia nel dovere assistere impotente a questi furti continui. La mia domanda è questa:

1) posso circondare il muro interno della proprietà con del filo spinato, così che solo se il ladro rompe la rete ed entra si ferisce con il filo spinato da me collocato all'interno della proprietà ?

2) rischio di essere denunciato se il ladro si ferisce ?

In sostanza come deve proteggere la mia proprietà ?

Grazie a tutti quelli che mi daranno una risposta intelligente.

Raf.

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Si definiscono "offendicula" ( offendicoli) i mezzi utilizzati per impedire l'accesso ad estranei a proprietà private o per la difesa di beni con accorgimenti tali da procurare danni a chi si disponesse ad introdurvisi illecitamente.

    Alcuni dei più comuni sono:

    filo spinato

    cocci di vetro

    punte di metallo

    animali da difesa

    inferriate a punta viva

    recinzioni elettrificate

    In genere la legge riconosce al proprietario la facoltà di predisporre mezzi per la difesa di beni e/o proprietà.

    Questa facoltà è limitata, però, soprattutto se la difesa si espleta senza distinzioni di sorta anche verso chi non intende offendere (recinzioni elettrificate che possono causare la morte dei passanti che accidentalmente le sfiorano), o se la difesa è sproporzionata rispetto al valore del bene da difendere (armi a puntamento automatico per la difesa di un albero o di un pollaio).

    Inoltre devono essere ben visibili, magari evidenziati con dei cartelli di pericolo, e se automatici ne deve essere segnalato il loro modo di operare.

    Essendo gli "offendicula" degli accorgimenti realizzati per la tutela del diritto di proprietà ed atti a cagionare un'offesa a chi intenda violare, con la propria condotta, il diritto di proprietà medesimo, la giurisprudenza penale ha ricondotto gli offendicula nell'alveo della scriminante di cui all'art. 51 c.p., a condizione che sussistano i requisiti della proporzionalità dell'offesa e della loro visibilità.

    E', cioè, necessario che la potenzialità offensiva degli offendicula sia limitata in ordine alla capacità offensiva, da una parte, e non indiscriminata in relazione ai destinatari dall'altra.

    In tale ultima prospettiva, è, dunque, necessario che il soggetto non offensore sia messo in grado di riconoscere l'esistenza degli offendicula, e non corra il rischio di subire lesioni inavvertitamente.

    La giurisprudenza ha ricondotto, come già chiarito, gli offendiculanell'ambito della scriminante di cui all'art. 51 c.p. escludendo per contro la loro riconduzione nell'alveo della legittima difesa stante l'assenza dell'attualità del pericolo (in tal senso, si veda Cassazione Penale del 24 gennaio 1990).

    Con riferimento al giudizio di proporzionalità tra la capacità offensiva degli offendicula, gli interessi potenzialmente lesi ed il livello della lesione da una parte ed il diritto di proprietà dall'altro, la relativa valutazione è rimessa al prudente apprezzamento del giudice.

    Il mio consiglio: metti alcuni cartelli di pericolo, un po di spinato e un paio di telecamere finte da 10€. Se i furti continuano considera un allarme da pochi soldi solo acustico. La maggior parte delle volte al suono della sirena tutti scappano, specie se non ci sono oggetti di valore importante.

    Fonte/i: diritto penale
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.