Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeBiologia · 7 anni fa

Quello che sapete sul carbone come fossile combustibile.?

Per una ricerca sulle fonti combustibili

1 risposta

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Il carbone è il primo combustibile fossile conosciuto dall'uomo e, nonostante il suo prolungato sfruttamento, rimane ancora tra le risorse più importanti. Come è noto, la radiazione solare viene utilizzata dalle piante per effettuare la fotosintesi clorofilliana che porta alla formazione diretta e indiretta di nuova materia organica vegetale e animale, le cosiddette biomasse.

    Le biomasse contengono quindi l'energia solare trasformata in energia di legame chimico di molecole organiche complesse quali gli zuccheri, i grassi, le proteine e tutti i loro derivati. Le biomasse prodotte milioni di anni fa durante il periodo carbonifero dell'era primaria, ammucchiate e sommerse nelle valli e alla foce dei fiumi, vennero ricoperte da sedimenti. Iniziò così tutta una complessa serie di processi chimico-fisici e biologici, non ancora completamente chiariti, che concentrarono in ambiente privo di ossigeno (anaerobiosi) il carbonio presente nel legno. Il risultato di queste trasformazioni è il carbon fossile che viene classificato in quattro tipi principali: torba, lignite, litantrace e antraci. La torba è quella di più recente formazione, è di colore grigio-nero, spugnosa e in essa sono ancora riconoscibili i residui dei vegetali che l'hanno originata; ha il minore potere calorifico. Seguono la lignite, spesso piuttosto ricca di zolfo e igroscopica (capace di assorbire H2O) e il litantrace, comunemente chiamato «carbon fossile», che è il tipo più impiegato per le centrali e nella industria. Quest'ultimo può essere utilizzato per la produzione del gas illuminante o gas di città e del coke metallurgico. Dalla distillazione a 800°C del carbon fossile si ottengono appunto dei prodotti volatili (gas) mentre il residuo, trattato a temperatura più elevata (1000 CC) nelle fabbriche dette cokerie, origina il coke metallurgico usato per la produzione delle ghise, degli acciai e di altre leghe metalliche. L'antracite infine è pura massa carboniosa compatta, nera, lucente; è di formazione assai antica ed è di grande pregio e di alto potere calorifico.

    I giacimenti di carboni si presentano in strati di scarso spessore, ma di grande estensione (molti km2); l'estrazione avviene nelle miniere dove lo strato è frantumato dai minatori fino a formare blocchi che poi vengono portati alla superficie.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.