Anonimo
Anonimo ha chiesto in SportAttività all'apertoCaccia · 7 anni fa

Cacciare in veneto, ma anche info generali?

Salve Answeriani, volevo avvicinarmi al mondo della caccia, premetto che ora ho appena iniziato il mio percorso di studi, che forse un giorno mi porterà ad essere medico, e quindi il tempo per andare a caccia, almeno per i prossimi 4 anni, non c'è l'ho.

Questa disciplina mi ha sempre affascinato, soprattutto la caccia al cinghiale, mio zio la praticava ma è morto qualche anno fa.

Ciò che vi chiedo sono semplicemente informazioni generali sulla caccia tipo: costo attrezzature, tipologie di armi, cani(sono necessari? se si, devono essere di grossa taglia, perchè a dirla tutta ho paura dei cani troppo grandi), periodi di caccia, licenza, battute, insomma tutto ciò che sapete sulla caccia.

Poi se c'è qualche Veneto che può darmi informazioni sulla caccia in veneto (specie cacciabili,zone, ecc.), ma anche in regioni limitrofe.

con questa domanda concludo: conoscete/siete medici che praticano la caccia, o comunque è possibile coltivare questa passione svolgendo una professione che occupa gran parte del tempo libero (non so quanto sia il tempo libero di un medico, la mia è solo un'opinione)?

ps: evitate di rispondere se dovete solo criticare con commenti del tipo: "evita la kakkia poveri pelosetti", se volete criticare fatelo almeno con critiche costruttive.

1 risposta

Classificazione
  • Mario
    Lv 4
    7 anni fa
    Risposta preferita

    il costo delle attrezzature:

    il fucile varia tra i 400 e i 1900 fino a raggiungere i 6000 o anche più: ovviamente i semiautomatici costano meno, le doppiette e i sovrapposti di più (considera che hanno 2 canne, ecco il motivo del loro costo elevato), poi le carabine ai cinghiali variano dai 700 a 4000 o anche più a seconda del calibro, della capacità di tiro, della resistenza della canna e anche di tutto il fucile alla corrosione. le armi che costano 6000 o più fino a raggiungere i 20000 sono ornate e possiedono addirittura parti in oro e argento però ti consiglio che un'arma tra 500-3000 va più che bene. poi ci sono le cartucce (in media 6€ per pacco ma anche più a seconda della capacità di piombo, polvere e del calibro), gli abiti decisivi a mimetizzarti che con 200 (giacca, felpa, pantaloni con imbottitura, gilet portacartucce, cintura portacartucce, scarponi o stivali, maglie) puoi tranquillamente acquistare.

    cani:

    se vuoi usarli per cinghiali, lepri, volpi puoi anche acquistarne qualcuno ma se poi fai parte di una squadra per es di cinghiali se te lo consentono puoi anche non portarli (però devi contribuire al mantenimento della squadra con una certa sommetta). i cani di questo tipo sono i segugi.

    per punta (quaglie, fagiani, beccacce, pernici) i cani ti servono a meno che provi ad andare a fortuna a volarli con "i piedi"; i cani migliori sono: setter inglese, pointer, ma anche bracco. per riporto se non vuoi andare tu a prelevare la selvaggina o non vuoi perderla tra le alte erbe puoi usare cani come breton, ma anche setter. questi cani non sono grandi e comunque non aver paura che sono animali molto amichevoli e coccolosi, soprattutto breton e setter. poi se li educhi bene (se vuoi farlo bene mandali in un centro specializzato a pagamento) eseguono tutti i tuoi ordini.

    periodi di caccia:

    in quasi tutte le regioni vanno da metà settembre a fine gennaio, in alcune prolungano fino a febbraio o anticipano ai primi giorni di settembre. si va tre giorni a settimana a scelta tra lunedì, mercoledì, giovedì, sabato e domenica. poi nel calendario venatorio che esce in genere un mese prima dell'inizio della caccia nelle varie regioni c'è anche il periodo in cui si può cacciare una determinata specie e in che modo (es beccaccia, novembre a gennaio: vagante ecc.)

    licenza: la licenza è ottenuta subito dopo aver fatto un test scritto, orale, psicologico e pratico: il primo anno di caccia devi farlo in compagnia di un esperto che ha più anni di caccia sulle spalle. il costo è di 800 mi sembra per il porto d'armi che si rinnova ogni 4 anni e 300-400 per il tesserino venatorio che si rinnova ogni anno. nel momento in cui fai il corso devi pagare per prepararti adeguatamente ai test per il porto d'armi.

    battute di caccia:

    al cinghiale, alla volpe e alla lepre si fa in squadra e si prende un determinato ruolo e posizione che va rispettato per non mettere in pericolo la propria vita e quella dei tuo compagni. in questi tipi di caccia ti mettono in appostamento in un "passo" dal quale se hai fortuna ti potrà passare il cinghiale e lo potrai sparare oppure ti fanno stare al passo con i segugi e li anche se stanerai e vedrai il cinghiale lo potrai sparare solo se attacca i cani o ti è molto vicino da essere sicuro che lo uccidi (se è lontano e anche se lo vedi in modo nitido non lo devi sparare): queste regole vengono rigorosamente redatte dalle singole squadre per il fatto che siccome in questo tipo di caccia si spara basso con armi molto potenti con portate dei proiettili fino addirittura a 1900 metri se non ci sono ruoli oppure chi li ha non li rispetta rischia di uccidere o venire ucciso; quindi ti raccomando di memorizzare tutti i ruoli, i compiti e le posizioni che una volta sul posto i tuoi compagni rispetteranno e non ti muovere da dove ti "mettono".

    dopo c'è quella ai volatili che può essere vagante (quasi sempre col cane) o da appostamento (di solito col cane). qui puoi andare dopo 2 anni di esperienza venatoria anche da solo, ma ti consiglio di andarci in compagnia così se non c'è niente non ti annoi. in questo tipo di caccia l'unico pericolo può essere lo sparare basso, cosa che fanno coloro che fanno caccia vagante solo se tra o dopo cacciatore e volatile ci sia solo la preda da sparare; comunque il rischio della caccia ai volatili è nettamente minore a quello agli ungulati visto che gli attrezzi sono più leggeri: si utilizzano fucili con cartucce contenenti piombi fini e con portate nettamente inferiori (100 max 500 metri per le cartucce a palla) alle super-carabine da 1900-2100 metri di portata. inoltre è meno rischiosa anche perchè si è soliti sparare in aria e comunque non a pelo.

    non sono del veneto. io quì potrei scrivere un libro sulla caccia ma per ora mi fermo: se hai ancora perplessità non esitare a chiedere.

    ps: mio zio è un medico e lui a caccia ci va ancora. ricorda: anche chi lavora 6 giorni su 6 trova il tempo di andare a caccia, se ha passione lo trova sicuro....

    Fonte/i: un felice anno nuovo e W LA CACCIA
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.