Givova ha chiesto in SportArti marziali · 7 anni fa

Problemi di combattimento tra femmine e maschi?

Salve a tutti i marzialisti, voglio chiedervi secondo voi un ragazzo e una ragazza possono fare davvero un combattimento onesto ?

vi spiego meglio,

sono una ragazza e faccio judo da quando avevo 12 anni, nel mio dojo fin dall'inizio c'erano solo ragazzi e da piccola non me ne feci mai un problema solo che da un po un mio compagno di judo di grado superiore al mio (cintura nera) fa sempre di tutto per combattere con me, ora io non mi sono mai fatta problemi a darle e nemmeno lui ma come sapete il,judo è a contatto nel senso che si sta avvinghiati e nella foga dei combattimenti mentre insomma siamo in posizioni judo la situazione si fa equivoca..immagino anche per chi,ci vede combattere..pensavo di non dare peso alla cosa e combattere come sono abituata fino a quando nello scorso allenamento il,compagno in questione in un momento,in cui stava vincendo mi ha baciato appassionatamente sul collo....

ci sono rimasta male perché ho paura di non poter mai avere un,confronto onesto con un individuo di sesso maschile.. Non ci conosciamo al di fuori della palestra e non siamo nemmeno,amici..semplici compagni di allenamento..

Insomma secondo,voi è possibile che un uomo e una donna che non si facciano,schifo (salvo casi di morte tua vita mia) possano combattere senza andare a parare in situazioni equivoche?

ovviamente il se sei non se n'è accorto e meno male altrimenti sarebbe stato un,imbarazzo!

7 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    io combatto con tutti, maschi e femmine e non mi è mai successo, ma sono comunque una donna sposata. Però immagino che possa succedere facilmente ad una ragazza , e non solo nel judo, ma in tutte le discipline sportive, perchè ci si ritrova insieme ad altri ragazzi, a condividere una stessa passione. è facile quindi che in ambito sportivo ci si invaghisca di una compagna di corso. Nel judo poi, il contatto fisico è continuo, soprattutto a terra, come ogni tipo di lotta corpo a corpo. Lui però è stato piuttosto disonesto, per non dire cafone, e tu alla fine della lezione dovevi dirglielo subito (a meno che non provi anche tu un certo interesse per lui...) Certo non è proprio un comportamento all'altezza della sua cintura, visto che quando si combatte ci si deve concentrare su quello che si sta facendo, magari spostando i tentativi di rimorchio all'uscita dalla palestra. Dai, comunque è un caso sporadico, dipende secondo me dal fatto che gli piaci e ha voluto poco carinamente approfittare della situazione di contatto ravvicinato, altrimenti in tutte le palestre di judo ci sarebbero situazioni equivoche, visto che ovunque uomini e donne combattono insieme

  • Shio
    Lv 7
    7 anni fa

    Digli chiaro e tondo di smetterla di comportarsi cosi, ho combattuto con diverse donne, e ho visto moltissime volte altri che lo facevano, e non credo che qualcuno al di sopra dei 14 anni che viene in palestra per allenarsi seriamente pensi a stupidaggini come le "cose equivoche" ci stiamo allenando, stiamo lottando punto.

    Se fossi un maestro e vedessi un allievo comportarsi cosi, che quindi mette a disaggio qualcuno che si allena, mi incavolerei come una scimmia.

  • 5 anni fa

    Questo genere di domande ritorna spesso in quasi tutti i siti in cui si parla di cani. Quindi la mia risposta alla tua domanda é: Si conosco dei cani "cattivi" (instabili) sia appartenenti alle razze definite "pericolose", sia a quelle "tranquille". Evidentemente il problema principale é il padrone, ma dipende anche molto dall'allevamento che li ha prodottI. Non dimentichiamo che si tratta di razze (tutti i due tipi), frutto di incroci alle volte spinti agli estremi del buon senso, e di una produzione in catena per soddisfare le esigenze di un mercato che é soggetto, come tutti i mercati economici, alle mode del momento. Quindi puoi ritrovarti con dei cani che hanno delle gravi tare genetiche o che hanno contratto nelle prime settimane di vita dei disturbi del comportamento (spazi ristretti, alimentazioni inadatte, ecc..) nel più dei casi irreversibili (i primi mesi, dei cani di razza soprattutto, sono molto importanti ai fini della formazione definitiva del carattere del cane come penso tutti sappiano). Evidentementese ti porti à casa un Chihuahua squilibrato sopravvivi, se invece si tratta di un Levriero Afghano (non considerato razza "pericolosa") inizii ad avere proplemi seri, che possono divenire ingestibili nel caso di un Mastino Napoletano. Il padrone. Li siamo nel campo del buon senso. Molti acquistono perché hanno i soldi per farlo un cane per questione di moda o perché "fa scena". Non sichiedono se é una razza adatta a loro e se sono in grado di gestirla, non hanno neanche l'umiltà oltre che il buon senso di chiedere consiglio. Da qui i vari drammi che si leggono sui giornali. Secondo me come é criminale dare un ferrari in mano ad un ragazzino di 16 anni che ha i soldi di papà per averla e che ha appena imparato a guidare, idem con certe razze di cane. Dovrebbe essere obbligatorio sottoporsi a dei tests attitudinali da ripetere annualmente insieme al proprio cane. Non ho parlato perché evidente del rispetto dovuto, nei luoghi pubblici, verso coloro che non sono propietari di cani, non li sopportano o ne hanno semplicemente paura. ¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤¤ Condivido completamente il pensiero di LANALAMU per quanto riuarda i bambini. Lo trovo un comportamento irresponsabile lasciare un bambino solo con anche un Chihuahua. Perché in ogni caso puo senza volerlo fare male od infastidire l'animale. Evidentemente con un cane piccolo se la cava con una cicatricetta, con un cane di altre dimensione si finisce nella tragedia. Scusami spero che tua nipote sia stata ben punita. Il rispetto per gli animali si insegna a quell'età, per il suo bene ma soprattutto per non farne un futuro individuo "mordace";)

  • Mirko
    Lv 6
    7 anni fa

    Sei una ragazza e ti firmi con il nik di "Alessio".....Sei sicura di non essere tu l'equivoca.....?

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Ciao io studio Karate da 4 anni e ho la fidanzata che ogni tanto ci ritroviamo uno contro l'altro ma mai fatto queste cose di baciare sul collo o cose simili. Certo che alcune volte ci ritroviamo a fare tecniche che alcune volte fanno a ritrovarsi in posizioni e quivoche, ma quello è il cobattimento e non dovrebbe sfociare in quelcosa di equivoco, per me il tuo amico o è un, scusa ma secondo me è un pervertito, oppure è innamorato di te, ma io penso alla prima ipotesi, cerca di parlarne con il tuo Maestro per questa reazione di questo ragazzo che non mi sembra normale fammi sapere alla mia email erbacasa@hotmail.it come va io non so Maestro sono cintura verde comunque non smettere mai di allenarti perchè le arti marziali sono bellissime e se mantieni un minimo di autocontrollo puoi combattere benissimo contro chiunque ciao e buona fortuna

  • 7 anni fa

    nella mia disciplina se combatto con una femmina (successo più di una volta con la figlia del maestro...)

    i pugni in faccia non sono così eccitanti ahaha

    se io facessi judo non combatterei con una femmina, mi distrarrebbe dall'allenamento,o perlomeno se capitasse una situazione del genere non lo darei a vedere, penso che dovresti fare la stessa cosa,evita di combattere con i maschi,perché è ovvio che il contatto con una bella pischella ti fa pensare ad altro (e magari è anche un 16enne con gli ormoni a mille) e se lui durante l'allenamento pensa a quello evidentemente non la prende molto seriamente, altrimenti durante l'allenamento avrebbe pensato ad allenarsi, il tempo per parlarti e provarci ce lo avrebbe avuto tutto dopo...

  • 7 anni fa

    una cosa è il combattimento reale è una cosa è judo. tanto per iniziare il tuo compagno di palestra ha sbagliato completamente a fare una cosa del genere a meno che nn sia stata abbastanza scherzosa e gia scherzate abbastanza di norma(secondo me sono gli ormoni che gli hanno fatto girare la testa)se poi è un tipo un po irascibile che fa cosi con tutti allora lo concepisco e è in quel caso che lo dovete trattare come di conseguenza tutte quante e nn rivolgergli la parola cosi capisce che si prende troppa confidenza e invece nn è cosi. poi è chiaro che la lotta con il judogi e la lotta a terra è tutta equivoca,io ho iniziato brazilian jiu jitsu per quello e,ti assicuro,che i veri professionisti fanno quel tipo di allenamento da cosi tanto e cosi tante volte che nn ci fanno piu caso ormai(sia maschi e sia femmine)

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.