lalla ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 7 anni fa

quando la vita è monotona e deludente?

Che cosa fai? Mi sento triste e non trovo un senso. Mi sento sola. È una condizione che provo Sempre, ci penso sempre . Il mio problema è che sento di distinguermi dagli altri, non mi omologo ma con nessuno. È che se penso al futuro, ho paura. È tutto così incerto e io a 18 anni non trovo equilibrio. Dovrei essere spensierata e allegra, stare bene con gli altri, imvece non é così. Non è mai stato così . Non ricordo un periodo della mia vita in cui io sia ststa davvero felice, forse momenti, ma durati davvero poco. La cosa che mi fa più rabbia è la pretesa della gente a voler farti essere ciò che non vuoi essere, ciò che non sei. Si adattano a tutto, e forse è l'unico modo per vivere sereni, ma non é un pò come calpestare la propria dignità? Vi faccio un esempio, ho amiche e conoscenti che pur di fidanzarsi si mettono con il primo che fa loro la corte anche se non hanno niente in comune. Come la mia amica che dice ' dopo che ci stai insieme ti innamori' . Ma è davvero così banale, l'amore, la vita? Non capisco perché non ho un ragazzo. Non sono bellissima, cma carina penso di esserlo. Ho avuto delle storielle ma adesso sono più di due mesi che non mi frequento con nessuno. È che se cipenso mi sento angosciata e penso che le mie amiche, anche le meno belle diciamo, stanno con qualcuno. E dovunque mi giri vedo ragazze della mia età fidanzate . Me ne vorrei fregare però ogni volta che cerco un sensoa questo schifo di vita penso che forse se avessi un ragazzo , se avessi l'amore , troverei un senso..Però per me non arriva mai. È che a volte mi sento come se mi stessero mettendo alla prova per vedere fino a che punto resisto. E se il destino e' già scritto, se il mio destino fosse stare sempre sola? Di certo so che non sarò mai una che si adatta, o una che fa subito amicizia, mi sento più come se abitassi in un'universo parallelo . Amo scrivere, ascoltare musica, leggere... e mi piacciono le cose diverse, le cose alternative, essere unici. Mi sembra di vivere in una fotocopiatrice, in mezzo ad una marea di fotocopie che mi volano addosso e non riesco a farle andare via . Li odio. Ma forse la verità è che mi sento una sfigata. È che odio quando la gente pensa di saperti dire cosa sia giusto fare, quando nessuno lo sa. Perché nessuno può entrare nei tuoi panni, entrare nel tuo passato, solo noi stessi lo sappiamo. Solo che io ancora non lo so. Però so che non voglio essere una conformista o rifugiarmi nell'ignoranza, come fanno molti, o dire ' faccio così anche se non vorrei perché non ho alternative'. Che senso ha una felicità fittizia? Solo che a volte non serve rifugiarsi nei sogni per scappare dalla realtà . Ma se ti tolgono anche i sogni cosa ti rimane oltre a questa realtà in bianco e nero? Perché nessuno mi ama?

3 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Esatto, la società ci dixe che dobbiamo essere felici. E il problema è che tu ci credi a questo, e stai male.

    Non devi pensare che la societa ci vuoi belli, diversi socievoli e felici. Perche il solo pensarlo crea un confronto tra te e questa societa, e fare un confronto del genere è sbagliato (e lo sai benissimo anche tu ;)

    Quindi, cara, io ho due anni meno di te, ma ho passato 2-3 anni in cui ho pensato, riflettuto, esultato, pianto che metà basta.

    Ascolta, tutti siamo diversi da tutti, ma cerchiamo di vivere cercando il meno male possibile. Un altro segreto molto utile è NON ASPETTARSI MOLTO DALLE PERSONE e VIVERE MOLTO UMILMENTE, cosi alla prima cosa buona, ti sentirai MOLTO SODDISFATTA! :)

    Un altra cosa, non aspettare il moroso e non essere invidiosa di chi gia ce l'ha, perche chi ce la "solo per farsi vedere" è una vittima della societa e piu avanti soffrira credimi.

    Tranquilla, vivi con calma e goditi le piccole cose: in questi anni non sei stata infelice, ma hai solo ...

    Fonte/i: ...scordato come ci si diverte. E comunque una ricerca interiore da fare da soli e col tempo. Scusa se mi sono dilungato, ma questa tema mi incuriosisce perche nessuno ha la verita in mano. Ciao :)
  • Anonimo
    7 anni fa

    Purtroppo ti capisco. Mi rivedo in tutto quello che hai detto. E non puoi farci nulla perché anche sperare, a volte, porta a isolarsi e non credere più in niente perché non si avvera mai. Ma tu ci speri sempre. Non puoi far altro. Ti senti sola, persa. E non sai che fare. Vorresti che qualcuno ti capisse davvero. Non è facile, lo so, non ne puoi più. Ma vedrai che ce la farai. Con il tempo, starai meglio. Ci fai l'abitudine. Poi stare solo fa bene. Scopri te stesso. Parlane con qualcuno e forse non capirà del tutto ma almeno ti ascolterà e ti sentirai meno sola.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Ciao Dio ti ama io ti consiglio di leggere Verso la Realizzazione del Sè di Paramahansa Yogananda ed Astrolabio è bello Cerca di usare la tua unicità per servire un grande ideale, metti le tue virtù al servizio si un ideale scrivere leggere perchè arricchire gli altri è bello il libro ti chiarisce molte cose della vita che poi capisci te stessa ma lascia agli altri sempre la capacità di arrivarci perchè la tua unicità sia una cosa che ti renda veramente felice

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.