Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 7 anni fa

Se mancasse l'elettricità in tutto il mondo?

Pensiamo per esempio che un' attacco terroristico danneggi i programmi dei computer delle centrali elettriche (di tutto il mondo) rendendole inutilizzabili .

Le centrali idroelettriche, nucleari, solari, a combustione (petrolio, carbone ecc.), insomma tutti i tipi di centrali senza computer non vanno e anche se andassero le reti elettriche sarebbero impazzite

Ora, si scatenerebbe un blackout globale, ma l'elettricità non serve solo per pc, cellulare ecc.

Le conseguenze :

1. non potremmo spostate persone e merci perchè i treni vanno ad elettricità, le pompe delle benzina senza non vanno e come raffini il petrolio oppure come lo estrai ?

2. gli animali senza mangime morirebbero e addio allevamento e senza l' irrigazione artificiale anche le grandi pianure coltivate se ne andrebbero al diavolo

3. gli ospedali dopo 7 giorni non funzionerebbero più, così come le farmacie, i negozi ecc.

4. le industrie non produrrebbero più niente dalle macchine al the niente più sarebbe prodotto

5. senza elettricità le pompe dell' acqua non vanno, così come gli scarichi, i rubinetti ecc.

Voi come fareste ? Sopravvivereste fino alla fine del caos ? Secondo me almeno 4 miliardi di persone morirebbero .

2 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Sarebbero ... cavoli amarissimi per quasi tutto il mondo. Del resto, com'è stato ed è tuttora sottolineato, la civiltà contemporanea è labilissima. Finché tutto funziona così com'è previsto, non esistono problemi di sorta. Siamo abituati così da molto tempo, ormai. Entriamo a casa, con un semplice dito accendiamo la luce. Al contempo, ci gustiamo il calore dei termosifoni. In Estate, con pochi tocchi apriamo il frigorifero ed attiviamo il climatizzatore. In un solo momento, scendiamo il box e, con un semplice giro di chiavi, avviamo il motore della moto e dell'automobile. E così via: il processo vale per le utenze domestichi, per le attività industriali, per il funzionamento degli Ospedali ... insomma, sarebbe impensabile, oggi come oggi, immaginare una società ed un mondo senza risorse energetiche. Questo, infatti, è il problema che sin da tempo preoccupa scienziati ed esperti di ogni parte del Globo. Queste risorse energetiche (quelle sinora utilizzate) non potranno certo durare in eterno, dunque è sempre più urgente trovare altre risorse, per di più compatibili con l'ambiente, economiche e rinnovabili. Del resto, basta pensare a che cosa è successo non molti anni addietro sia nel caso del black-out che ha paralizzato l'intera New York una notte ed una mezza giornata, sia in occasione di quello che ha mandato in tilt mezza Europa. Nelle mie zone di alta montagna sarebbe possibile sopravvivere (almeno per un nucleo ridotto di persone) sfruttando, come ancor oggi avviene, l'energia prodotta dalle abbondanti acque. Infatti, a tutt'oggi, la "mia" Vallée esporta e fornisce abbondante energia idroelettrica a Piemonte, Lombardi, Liguria, Veneto. Al contempo, fatto previsto dalla Legge, in molte baite e in numerosi alpeggi, l'energia necessaria viene prodotta autonomamente grazie ad impianti a dinamo, i quali sfruttano le acque di ruscelli e torrenti. Certo, ciò funziona in e per una piccola realtà. Pensare a questa soluzione per sostenere e salvaguardare l'intero Paese e l'intero mondo, è logicamente impossibile !!!!

  • Marie
    Lv 5
    7 anni fa

    Forse impareremmo a vivere meglio.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.