Anonimo
Anonimo ha chiesto in Matematica e scienzeSpazio e astronomia · 7 anni fa

Come iniziare a guardare il cielo con un telescopio newtoniano per la prima volta?

Qualche giorno fa ho comprato il telescopio Omegon 150/750 EQ3 Riflettore Newtoniano con 2 oculari, uno da 6,5mm e l'altro da 20mm, e un Barlow 2x.

E' il mio primo telescopio, e non so assolutamente come muovermi, dato che il manuale d'uso sembra tradotto con Google Traduttore (l'ho comprato dalla Germania).

Ho cercato anche su internet, ma ancora nulla di chiaro, per uno come me che non sa niente.

a qualcuno va di spiegarmi qualcosa sul Posizionamento all'asse polare o equaoriale, differenze, come misurare, ecc..

spiegarmi le differenze tra oculari, con quali raggiungere la maggior visibilità di Galassie, Nebulose, Ammassi, pianeti, ecc..

Un'ultima cosa, nel sito dove ho comprato il telescopio, c'è annotata la caratteristica che con questo, si ouò cominciare a fare i primi passi nell'astrofotografia, cosa devo fare, o comprare, per fare qualche foto? posseggo una reflex canon.

Grazie in anticipo!

Attachment image

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Non sto a riscrivere quanto già fatto da Falco; per le precisazioni mi riferirò ai punti numerati dallo stesso FalcoOrebilit, eventuali aggiunte saranno esplicitamente segnalate. Secondo me la montatura EQ-3 fornita è un po' "sottodimensionata" per il tuo telescopio già nell'osservazione visuale, ma come ha detto FalcoOrebilit non è proprio il caso che tu pensi all'astrofotografia quando devi ancora imparare ad usare il telescopio nel visuale, cioè guardando coi tuoi occhi negli oculari.

    Comunque una montatura la si puo' sempre sostituire in un secondo tempo, soldi permettendo...

    1) Ovviamente oltre a togliere il coperchio davanti al telescopio, devi anche togliere ogni altro coperchio eventualmente presente:

    tipicamente ce n'è uno sul cercatore e un altro sul visual back, che è quel tubo dove entrano gli oculari e che sporge nel caso di un Newtoniano a lato del tubo; fai attenzione a non smarrire i coperchi, perché quando il telescopio non è in uso lo riparano dalla polvere e umidità.

    Punto ZERO: appoggia il treppiede da solo dove devi osservare, apri le sue gambe ma non portarlo troppo alto: un baricentro alto porta minore stabilità. La tua montatura deve essere agganciata tramite un perno filettato, posto sotto la base del treppiede.

    Dove è previsto, guarda attentamente le due viti antagoniste di regolazione in azimut che dovranno coincidere con il relativo pernetto posto sopra la piastra base in corrispondenza dell'indice Nord ("N")

    ZERO BIS: Assemblato il tutto, occorre sottoporre il telescopio alle prove di bilanciamento. Per l'asse orario raggiungi la giusta equilibratura facendo scorrere i contrappesi lungo l'asta quanto basta a controbilanciare dall'altra parte il peso del telescopio,

    accessori compresi. Per effettuare questa correzione occorre ruotare il telescopio in modo tale da avere l'asse di declinazione parallelo al terreno. Nella stessa posizione poi potrai controllare il corretto bilanciamento anche di quest'asse. Esso sarà ottenuto facendo scorrere il tubo ottico lungo il supporto della montatura, di una quantità tale che gli permetta di mantenersi stabile e quindi di non cadere né in avanti né indietro nei vari spostamenti che subirà.

    FONDAMENTALE. Prima di procedere ad ogni altra operazione, devi METTERE IN BOLLA la montatura del telescopio. Significa che la montatura dev'essere esattamente parallela al terreno (se fosse piano...) diciamo che dev'essere esattamente perpendicolare alla direzione del centro di gravità della Terra, nel gergo edilizio "a piombo". La bolla è una scatoletta circolare grande come una piccola moneta dentro la quale galleggia una bolla; la bolla deve trovarsi esattamente al centro della sua scatoletta; per portarla al centro devi agire separatamente sulle altezze delle tre gambe del treppiede: ci vuole un po' di pratica, ma non è difficile.

    Di solito è più facile se metti in bolla la montatura PRIMA di inserirvi il tubo ottico (altrimenti il tubo ti copre la visione della bolla vista dall'alto).

    1 BIS: Inserisci il tubo ottico (OTA) nella montatura; esso è dotato di una staffa di collegamento con un profilo sagomato a coda di rondine che andrà ad inserirsi nel corrispettivo supporto femmina della montatura; qui verrà poi mantenuto fermo da una vite di bloccaggio.

    1) TRIS: metti l'oculare a più basso ingrandimento dentro il foro d'uscita del tubetto del gruppo fuocheggiatore (alla base del quale ci sono le rotelle che permettono la messa a fuoco degli oculari). L'oculare a più basso ingrandimento è quello col numero più alto in millimetri inciso sull'oculare.

    2) Per allineare il cercatore al tubo ottico, va bene il puntamento verso un oggetto abbastanza lontano, altrimenti l'effetto di parallasse potrebbe procurare un errore di rilievo nell'allineamento. L'oggetto dovrebbe trovarsi ad almeno 500 volte la lunghezza focale del telescopio, quindi nel tuo caso 375 metri almeno. Di giorno vanno bene lontani pali del telefono, punte o croci di campanili, tralicci per la corrente e cose simili. Io allineo anche di notte usando la nostra Stella Polare in Orsa Minore, ma questo lo imparerai in seguito.

    3) Vedi quanto dice a quel numero di punti FalcoOrebilit; c'è una correzione da fare, però leggilo, poi torna qui per qualche precisazione. Banalissimo: per la messa a fuoco devi agire sulle rotelle poste sotto il tubo dove s'infila l'oculare. Prendi confidenza con la velocità a cui devi girare le rotelle e in quale direzione. Se non dotato di una diagonale, un riflettore Newtoniano fa vedere l'immagine orientata come in uno specchio: sono invertite fra loo destra e sinistra. Vedo che hanno dotato il telescopio con un vero cercatore e che esso ha una montatura con base a fascetta. Nel retro della fascetta ci sono due viti di regolazione, e una terza invece è fissa in quanto è un sostegno a molla che si appoggia al cercatore. PRATICA: guarda dentro il cercatore: se l'oggetto non si trova manco nel campo visivo, allora osserva cio' che vedi dentro il cercatore e confrontandolo con cio' che vedi attorno all'oggetto che punti, cerca di capire se il cercatore punta a destra, sinistra, alto o basso rispetto all'oggetto (facile che sia un misto, ad esempio a destra e un po' in alto). A questo punto inizia a muovere le due viti: prima una e poi l'altra, e vedi in che direzione spingono il cercatore rispetto all'oggetto; in poco tempo dovresti capire come portare dentro il campo del cercatore l'oggetto, e in seguito portalo al centro più precisamente che puoi (dovresti avere un crocicchio con due linee che s'intersecano proprio al centro: lì devi portare l'oggetto). A quel punto cercatore e telescopio sono allineati, e non ti serve "stringere" le viti perché la terza con la sua molla pressa contro le viti stesse, tenendole ferme (e questa era la correzione di cui parlavo). Ora, puntando un oggetto al centro del cercatore, dovresti trovarlo anche dentro l'oculare del telescopio.

    4) Leggiti il punto 4 della risposta di FalcoOrebilit, e poi torna qui.

    Dunque devi regolare l'altezza dell'asse polare impostando nella scala graduata il valore di latitudine del luogo d'osservazione. Un sito che metto qui ha le coordinate di tutti i comuni italiani:

    http://www.dossier.net/utilities/coordinate-geogra...

    (altrimenti puoi usare la versione gratuita di Google Earth oppure un qualunque GPS, compreso quello degli smartphone).

    Fatto questo dovrai orientare questo asse verso il Polo Celeste che, essendo noi nell'emisfero boreale, è quello Nord. Con il tubo parallelo all'asse orario, quindi, cerca di puntare la Stella Polare ad occhio che ha una posizione quasi coincidente con il Nord Celeste. Così grosso modo si avrà l'asse polare parallelo all'asse di rotazione terrestre, ma in realtà è un risultato approssimativo, che occorre rifinire. Purtroppo lo spazio concesso da Yahoo-

    Answers non è sufficiente, ti rimando a questo link per la rifinitura della messa in stazione:

    http://www.amastrofili.org/Doc/Articoli/2005/teles...

    5) OCULARI. Vedi al punto 5 di FalcoOrebilit, poi torna qui.

    L'oculare da 20mm oltre a darti immagini molto nitide e 37,5 ingrandimenti, ti da' anche il campo reale di vista FoV più ampio: cio' va bene per vedere oggetti estesi come le Pleiadi e altri ammassi aperti, la nebulosa M42 in Orione, la galassia d'Andromeda M31, la nebulosa Laguna M8 nel Sagittario (che però non si vede in Inverno) e i ricchi campi stellari della Via Lattea. L'oculare da 6,5 mm che ti da' 115x probabilmente non sarà di alta qualità, comunque è quello che devi usare per i pianeti, la Luna, le stelle doppie, gli ammassi globulari. L'ingrandimento alto fa perdere nitidezza ma scurisce il fondo del cielo, e questo in parecchi casi viene utile, ma l'oculare dovrebbe essere di buona qualità, pertanto quando puoi il mio suggerimento è di prenderti un discreto oculare da 9mm, come il Celestron X-Cel LX da 9, e la Barlow 2x della stessa serie (105 euro ognuno più spese spedizione...). Ottieni rispettivamente 83,3x e (accoppiando l'LX 9 mm con la Barlow LX 2x) 166,7x , che dovrebbero reggere abbastanza bene soprattutto se il Seeing è almeno decente: tale ingrandimento viene utile per la Luna e i pianeti più luminosi, nonché per le stelle doppie strette e alcune nebulose planetarie brillanti ma piccole. Per poter reperire tali oggetti devi avere degli atlanti stellari o usare appositi programmi per computer, alcuni sono gratuiti come Stellarium e Sky Charts; ma essendo tu un principiante quasi da zero, puo' essere modo difficoltoso per te trovare in cielo oggetti deboli. Gli ammassi aperti guardali a basso ingrandimento, quelli grandi sono più spettacolari a 35x che a 115x. Galassie? A parte M31, l'ingrandimento di 35,5x rende il fondo del cielo un po' troppo chiaro, in realtà galassie come M51 o M81 le vedresti meglio con 80x, ma moltissimo dipende da quanto è scuro e trasparente il cielo da cui osservi, e le città hanno un cielo pessimo. Come ti ha già detto FalcoOrebilit, non ti aspettare comunque di vedere come nelle foto... la differenza è veramente enorme.

    Ultima cosa ma importante: un Newtoniano a rapporto focale F/5 come il tuo oltre ad essere abbastanza "ostruito", abbastanza di frequente necessita di una ricollimazione delle ottiche, vedi qui:

    http://jumpjack.altervista.org/collimazione/

    Poiché tu non cerchi spiegazioni profonde sulla Relatività

    Ristretta o Generale ne' sulla Cosmologia, ti puo' aiutare molto trovare un'associazione di astrofili nelle tue vicinanze e frequentarla.

    Ciao e auguri per le tue osservazioni!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 7 anni fa

    Allora ti sconsiglio vivamente di iniziare la conoscenza del cielo facendo delle fotografie con uno strumento non adatto ...prima impara a conoscere il telescopio e poi ti poni questo obbiettivo . Altrimenti tu sei come un autista che non conoscendo come guidare un auto si pone il problema di come guidare un autobus !!

    IL tuo strumento non e dei peggiori per iniziare a scrutare il cielo ma devi osservare alcune regole! Su questo sito abbiamo delle persone molto ma molto preparate per darti indicazioni su questo ...io ti consiglio di aspettare le loro risposte che ti diranno meglio di me su come fare ! Lo capirai subito chi sono poiché le loro risposte dimostrano la loro competenza : Comunque stai tranquillo se loro non ti rispondono ( ma non credo !) io completo la mia risposta dando i Consigli che cerchi ,,,anche se non sono al top in questo Campo . Se rispondono loro io mi astengo a darti altri Consigli !! Ciao !!

    Vediamo come iniziare

    1) Togli il coperchio davanti al telescopio ( sembra banale ma in tanti sbagliano anche in questo )

    2) La questione più complicata e mettere al centro del cercatore ( quel piccolo cannocchiale che sta sopra il tubo ) la stessa immagine che devi vedere ( ( nell'oculare ) del Telescopio . Vedi che il cercatore dovrebbe avere delle vite che ruotandole ti spostano la visione del cercatore . Questa operazione falla di giorno . Prendi un punto bene visibile ( esempio un albero o un comignolo )

    3) Metti un oculare nella cilindretto del telescopio ! Meglio un oculare che dà bassi ingrandimenti ( prendi un oculare con una scritta della lunghezza focale alta esempio un 20 mm…. va bene ) . Muovendo il Telescopio devi centrare l’ immagine che hai scelto ( il comignolo ??) dentro a quello che vedi nell'oculare con le manopole che hai sotto il Telescopio . Facilmente l’oculare va messo a fuoco quindi quando metti l’oculare nel cilindretto spostalo su e giù finché non vedi l’immagine del comignolo nitida nell'oculare . Adesso con il cercatore devi vedere al centro la stessa immagine che vedevi nell'oculare del Telescopio ( con le vite posizione al centro del cercatore l’immagine del comignolo !! ) Quando hai centrato la stessa immagine nel cercatore ( che prima avevi visto nell’oculare ) stringi le viti affinché quella immagine non “”scappa “” dal centro del cercatore !! Adesso hai la stessa immagine nitida sia nel telescopio che nel cercatore !!

    4) Adesso dovresti tener conto che per seguire il moto dei corpi celesti nel cielo devi spostare una delle manopole sotto il telescopio !! SE il telescopio ha la struttura equatoriale allora questo è facile . L’inclinazione del telescopio deve essere di circa 45 ° ( latitudine approssimativa dei luoghi di Italia ..ma dove abiti ha un valore leggermente diverso lo modifichi !! Per verifica dovresti vedere che la stelle si muovono e le raggiungi con 1 sola manopola …se non avviene non hai posizionato bene l’inclinazione del Telescopio .

    5) Adesso sei pronto per vedere il cielo

    Gli oculari

    Quello da 6,5 mm ti dà l’ingrandimento maggiore = I = 750/ 6,5 = 115 .

    Quello da 20 mm ti dà il minore ( ma anche il più nitido ) =I= 750/ 20 = 37,5

    Per vedere i corpi poco luminosi ti conviene usare gli ingrandimenti minori ( con il 20 mm) per i pianeti puoi usare quello maggiore ( con il 6,5 mm) . Non ti aspettare cose favolose come nelle foto che si pubblicano ..( sono dei grandi Telescopi ) . Non cercare MAI a caso ..perché non trovi nulla ma scegli un oggetto luminosi e poi lo cerchi !!

    @ Caspita quanto sei bravo Valerio NGC !!

    Francesco hai trovato chi risponde in tutto alla tua domanda ...scegli la sua risposta come migliore !!!!!!

    • ValerioNGC
      Lv 5
      7 anni faSegnala

      Grazie per il complimento, Falco! Ma per noi il problema è: come si fa a dare a Francesco tutte le informazioni necessarie? Ci vorrebbe 50 volte lo spazio concesso da Answers-Yahoo!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Ciao per farti una idea piu' precisa su questi prodotti puoi guardare questo link di Amazon http://amzn.to/1xe8wZO .

    Troverai un elenco dei vari tipi di telescopi con molti dettagli su caratteristiche e prezzi. Ti consiglio anche di leggere le recensioni di chi ha gia' acquistato il prodotto che mi sono state molto utili quando ho deciso di acquistare online.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.