Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 7 anni fa

Essere se stessi è una virtù esclusiva dei bambini, dei matti e dei solitari?

Fabrizio De André..

7 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Essere se stessi è una condizione che ci portiamo dall'infanzia...

    Non ci lasciamo influenzare dal modo di essere degli altri per "apparire" come loro, nessuno deve indottrinarci perchè siamo in grado di discernere in autonomia, a volte anche a costo di renderci antipatici.

    Escludo i matti, ma sicuramente essere se stessi in ogni circostanza spesso porta ad essere giudicati dei solitari e asociali, ma che importa? Sappiamo che siamo noi stessi e non una copia di tanti...

  • 7 anni fa

    intanto per essere se stessi bisogna conoscere se stessi e lo si ottiene solo con la meditazione, poi che hai conosciuto te stesso potresti scappartene disgustato, o anche restarne estasiato e continuare la meditazione cercando di migliorare te stesso sia nei confronti degli altri che dell'idea che hai di te!

  • Anonimo
    7 anni fa

    A oggi, degli strambi come me!

  • 7 anni fa

    Ma se non sapete neanche chi siete, da dove venite e dove andrete....

    A presto.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Fil
    Lv 7
    7 anni fa

    Su questa frase c'è da discutere molto .... non mi trovo d'accordo.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Intanto questa frase non è assolutamente di De André ma di Michelangelo Da Pisa. http://www.pensieriparole.it/aforismi/comportament...

  • 7 anni fa

    Ognuno è sempre se stesso, se però intendi che è se stesso chi non viene condizionato dagli altri allora ti dirò che è troppo facile in questo esser bambini e così pure solitari, mentre per esser matti ci vogliono davvero le pàlle.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.