Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 7 anni fa

La salvezza secondo Buddismo & Zen in confronto alla salvezza del Cristianesimo?

Secondo voi quale é la piú sensata e reale?

Il Buddismo & Zen propongono un auto/illuminazione presunta, annientando tutti i sentimenti. per poi raggiungere il nirvana, attraverso i giusti karmi che si dovrebbero susseguire di vita in vita con le giuste reincarnazioni che dovrebbero prendere le giuste ottuplici veritá e via dicendo etc. etc.

Per essere salvati Cristo propone la seguente:

Matteo 25,31-46

31 Quando il Figlio dell'uomo verrà nella sua gloria con tutti i suoi angeli, si siederà sul trono della sua gloria. 32 E saranno riunite davanti a lui tutte le genti, ed egli separerà gli uni dagli altri, come il pastore separa le pecore dai capri, 33 e porrà le pecore alla sua destra e i capri alla sinistra. 34 Allora il re dirà a quelli che stanno alla sua destra: Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. 35 Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, 36 nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi. 37 Allora i giusti gli risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo veduto affamato e ti abbiamo dato da mangiare, assetato e ti abbiamo dato da bere? 38 Quando ti abbiamo visto forestiero e ti abbiamo ospitato, o nudo e ti abbiamo vestito? 39 E quando ti abbiamo visto ammalato o in carcere e siamo venuti a visitarti? 40 Rispondendo, il re dirà loro: In verità vi dico: ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me. 41 Poi dirà a quelli alla sua sinistra: Via, lontano da me, maledetti, nel fuoco eterno, preparato per il diavolo e per i suoi angeli. 42 Perché ho avuto fame e non mi avete dato da mangiare; ho avuto sete e non mi avete dato da bere; 43 ero forestiero e non mi avete ospitato, nudo e non mi avete vestito, malato e in carcere e non mi avete visitato. 44 Anch'essi allora risponderanno: Signore, quando mai ti abbiamo visto affamato o assetato o forestiero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo assistito? 45 Ma egli risponderà: In verità vi dico: ogni volta che non avete fatto queste cose a uno di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me. 46 E se ne andranno, questi al supplizio eterno, e i giusti alla vita eterna».

Cioé L'opera verso il prossimo che siamo noi tutti tu x me voi x noi etc.etc. A me sembra che CRISTO parli di cose reali e tangibili nonché viventi (Noi persone quindi qualcuno). Mentre loro no.

Aggiornamento:

"Folle Dello Zen" ecco vedi? Proprio a questo mi riferisco..al piccolo veicolo il grande etc. tutte queste minuzzaglie e codicilli che rendono il tuo credo fortemente legalista, e che non va al sodo.

Se si deve fare del bene perché non si fa e si ci deve ricamare sempre sopra? Lo si rende complicato, assurdo, mille cosa a cui badare..

"WORF", Il Nirvana é il regno dei Cieli? Ecco dove sta anche il tuo problema..tu mischi l'aceto con il vino..che alla fine risulterá un#intruglio imbevibile. La perfezione del messaggio biblico é superiore a tutte le altre, per realismo. Infatti siete voi che avete bisogno della Bibbia per convalidare il Nirvana..non il contrario.

Il Nirvana é un concetto indefinito in sé, é stato partorito dalla mente del Budda, il regno dei cieli é il regno di Dio..cioé di qualcuno e non un qualcosa. Bibbia personale Buddismo impersonale, é l#antitesi.

Aggiornamento 2:

"India Madre di tutte le religioni"? FOLLE DELLO ZEN, mi sa che hai problemi grossi, tutti ad osannare quest'India ..quando ha un sistema che é diviso in caste (massima espressione di discriminazione sociale), un#elite di ricchi (come da tutte le parti) ma con il poco invidiabile primato di avere quasi un miliardo di persone morte di fame. E meno male che c'é stata Madre Teresa a lenire le sofferenze di qualcuno..un personaggio cosí non sarebbe mai venuto fuori da credi come Induismo, Buddismo, zen & co. tanto che per loro tutto é relativamente ciclico e sensa importanza. E quelli salvati da lei, a loro gli sarebbe stato detto di staccare la spina dei sentimenti..(una sorta di suicidio). Parli parli, ma non sai julla con il tuo sedere comodamente messo al caldo nel tuo salottino da borghese ipocrita. Se fossi stato al posto dei 2 maró in India magari non l'avresti pensata cosí. Voi filosofi..parlate parlate ma non muovete un dito.

Aggiornamento 3:

"WORF" il discorso escatologico di Gesú (suddivisione dell'umanitá come capri e Pecore) vangelo di Mt. Dice che si sará salvati dalle opere poiché da esse dipenderá la Grazia.. vattelo a rileggere, le cose che salvano le persone..sono cose che hanno fatto, le cose che condannano le altre, sono cose che non hanno fatto.

è inutile che mischi la superioritá del messaggio evangelico, al Nirvanuccio..per farlo sembrare migliore e trarre in inganno la gente. Ormai la parabola vostra é in discesa perché c'é piú informazione.

Aggiornamento 4:

"WORF" vedi come non capisci nemmeno il passo evangelico che ho citato nella domanda? O non capisci perché sei troppo ottuso, o nemmeno lo hai letto. Non si parla dell#opera qui infatti? di cosa se no?

Aggiornamento 5:

"Folle Dello Zen" ipocrita! Ma noi persone siamo la parola, siamo persone perché parliamo..come puoi andare oltre la parola se per descrivere le tue cose e gli insegnamenti fasulli che citi..USI LA PAROLA?

Che cos#hai in quella zucca bacata che non ti fa rendere conto dell'evidente infondatezza delle tue tesi?

Aggiornamento 6:

"WORF"infatti da qui si vede la falsitá del tuo credo, ammesso e non concesso che fosse come diresti tu e Budda, non hai nemmeno lo spirito di sacrificio di venire a "salvarmi" con la tua veritá..non c'é sacrificio nel tuo falso credo, ma dove non c'é sacrificio non c'é nemmeno vita, perché nessuno é disposto a fare qualunque cosa per l'altro. eCCO COSA DICEVA gESÚ CON AMA IL PROSSIMO::IL SACRIFICIO::TU INVECE PER LA NATURA INSITAMENTE EGOISTICA DEL TUO CREDOD HAI STORPIATO LA VERA NATURA DELL'INSEGNAMENTO NELLA TUA MENTE!

iL MESSAGGIO DI cRISTO É ANNI LUCE INFINITAMENTE MIGLIORE DI QUALSIASI CONCETTO FILOSOFICO NIRVANA INCLUSO PERCHÉ PER GESÚ L'IMPORTANTE SARÁ SEMPRE BUDDA (PERSONA) ANZICHÉ IL NIRVANA (CONCETTO DELLA QUALE TU SEI SCHIAVO):

6 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    il buddismo è in pratica la venerazione di demoni, infatti ce ne sono vari e praticamente nessuno di essi annuncia nulla di buono, ma solo atti vendicativi e per loro si fanno sacrifici, anche di bambini che nascono storpi, ti racconto un episodio realmente accaduto: un bambino era in piscina con la baby sitter e lui stava affogando ma nessuno lo ha salvato perchè dissero che è accaduto per il karma quindi se l'è meritato. leggiti il libro la faccia nascosta del buddismo parla di cosa c'è dietro alla finta pace che predicano https://www.yumpu.com/it/document/view/15489322/la...

    Gesù invece ci insegna il rispetto l'amore l'accettazione la comprensione e sopratutto nonostante noi siamo da sempre stati infedeli lui ci promette la vita eterna se accettiamo la sua misericordia, se lo facciamo entrare nella nostra vita non saremo mai più soli e tristi

  • ?
    Lv 6
    7 anni fa

    L'abissale ignoranza che dimostri di avere circa lo Zen e il messaggio del Buddha è pari a quella che hai rispetto al messaggio del Cristo.

    Il che rende il tuo post paradossalmente divertente... è esilarante... :-D

    ... giusto due cose... tanto per buttarle lì di passaggio: Gesù disse che non sarete salvati per le vostre opere...

    ... secundus: "ama il prossimo tuo COME te stesso" (non "più" di te stesso)...

    Personalmente, credo che nessuno mi possa "salvare", salvarmi da cosa? Dal babau?

    :-D

    Non hai ancora capito che Gesù era un Illuminato come il Buddha? Gautama il Buddha parla in termini di Risveglio e di Illuminazione, perchè nel luogo in cui ha parlato e nel tempo in cui ha parlato quelle erano le terminologie. Gesù ha parlato dentro una cultura che comportava un altro vocabolario e un altro tipo di persone... come avrebbe potuto parlare di "Nirvana" agli Ebrei, per gli Ebrei occorreva il termine "Regno dei Cieli"... ma si tratta di termini, si riferiscono alla medesima "cosa".

    "Salvazione" e "Illuminazione" alludono alla medesima "cosa" espressa in culture diverse e con termini diversi.

    Il "Non preoccuparti del domani poichè ogni giorno reca la sua pena" di Gesù è ciò che dice lo Zen, lo dice in altri termini, ma dice la stessa identica cosa.

    Posto la risposta nella consapevolezza che non accoglierai nulla di ciò che ho scritto... ma ci sono altre persone che leggono...

    Stai bene, ciao.

    _________________

    @zj.... il "concetto" di Nirvana è abissalmente superiore al concetto di "Regno di Dio", ma comprendo Gesù, non poteva fare di meglio, ha dovuto parlare tra gente ignorante e retrograda, non poteva andare oltre il loro concetto di "Dio"... ha fatto del Suo meglio per risvegliare quei caproni! .... che l'hanno ringraziato uccidendolo.

    Non c'è "Dio" Zj... non c'è nessun "dio"... "Dio" è semplicemente l'orsachiotto cui ti aggrappi per paura del babau. Quando si saluta l'orsachiotto, ringraziandolo, ma iniziando a procedere con le proprie gambe si inizia a Crescere, si diventa maturi, e allora si inizia a comprendere anche ciò che intendeva dire Gesù.

    Però, io non sono il tuo "tutore", per quanto mi concerne puoi proseguire nel tuo sogno... prima o poi finirà, di questo "io" ne sono già certo... un giorno, non so quando, finirà anche per te... e allora... forse, ti ricorderai di questa conversazione.

    Di nuovo, un caro saluto.

    (non replico oltre - ho cose migliori da fare, ciao)

    Nemaste

    Il Buddha che è in me Saluta e Onora il Buddha che è in Te.

  • S.P.
    Lv 6
    7 anni fa

    La <Salvezza> secondo l' Induismo, Buddismo & Zen in confronto alla salvezza del Cristianesimo? Non cambia nulla. Quel che cambia è il termine <salvezza> coniato ad effetto e adottato dalla religione organizzata cattolica che lo esprime nell' art. 171 del catechismo, compendio del 2005 : “ Fuori dalla Chiesa non c’è salvezza” . “ Essa significa che ogni salvezza viene da Cristo-Capo per mezzo della Chiesa, che è il suo Corpo. Pertanto non possono essere salvati quanti, conoscendo la Chiesa come fondata da Cristo e necessaria alla salvezza, non vi entrassero e non vi perseverassero. Nello stesso tempo, grazie a Cristo e alla sua Chiesa, possono conseguire la salvezza eterna quanti, senza loro colpa, ignorano il Vangelo di Cristo e la sua Chiesa, ma cercano sinceramente Dio e, sotto l'influsso della grazia, si sforzano di compiere la sua volontà conosciuta attraverso il dettame della coscienza.”

    Quindi la salvezza non è per tutti !.....

    Nella “lancia di salvataggio” della religione cristiana cattolica possono avere l’ accesso a bordo, con indosso il <salvagente>, solo i cristiani assidui e perseveranti della chiesa e i giusti di altre religioni, mentre per tutti gli altri ?

    Per tutti gli altri non c’è posto …..Rimane la dannazione eterna.

    No coment!

    Può essere consolante constatare che pochi oggi sostengono questa teologia angusta della Chiesa Cattolica. Un contrasto visibile tra chi pensa la salvezza come dipendente dall’osservanza dei riti e dei precetti religiosi: i sacramenti , e la prospettiva teologica laica di chi pensa la salvezza come dipendente dalla giustizia della vita e della purezza interiore. Non è la Religione che salva: non è la legge, il tempio, la circoncisione. Non sono i sacramenti, la Messa, i rosari, i pellegrinaggi, le indulgenze, la Bibbia. Ciò che salva è la coscienza pura, è l’adesione incondizionata dell’anima al bene, alla verità, alla giustizia. Sta qui, tutto il senso della predicazione di Gesù.

    Del resto Gesù ci ha insegnato un solo comandamento che è valido per tutti gli uomini e per tutte le religioni. quello di <amarci gli uni con gli altri > e la "Regola d' oro di < non fare agli altri ciò che non vorresti fosse fatto a te> .

    La <salvezza> è solo una idea cattolica. Essa è una idea di separazione giacchè immagina che ci saranno <gli esclusi> , ma . gli esclusi non potranno mai esserci per principio stesso Divino che vuole DIO TUTTO IN TUTTI.

    Tutti gli altri, delle altre religioni orientali, sanno che nessuno sarà escluso. E' solo questione di tempo in accordo alla legge universale del Karma giacché, chi prima chi dopo, tutti raggiungeranno la Consapevolezza Assoluta, l' illuminazione, il prahana che li renderà UNO con Dio e con tutto il Creato.

    Namasté

    Pietro

  • 7 anni fa

    Parli di cose che non conosci.

    Innanzitutto lo Zen è contrario all'annientamento dei sentimenti, poi parli dell'Inayana (piccolo veicolo) mentre lo Zen appartiene al Mahayana (grande veicolo), il Buddha ha insegnato per vari gradi di apprendimento, tu non sei nemmeno adatto per il primo.

    Il Karma e la reincarnazione appartengono più all'Induismo che al Buddhismo, e il Buddha li ha usati nei suoi primi insegnamenti (come d'altronde fece Gesù con la Bibbia) per far capire ai tardi di ingegno i suoi insegnamenti successivi che non erano assimilabili se non per gradi sempre più alti.

    Un giorno il Buddha salì sul picco dell'avvoltoio per fare un discorso ai monaci riuniti.

    "Io ho il tesoro dell'occhio del corretto insegnamento al di là delle parole, la mente meravigliosa del Nirvana; e così dicendo mostrò a tutti un fiore.

    Nessuno comprese ma il Buddha si avvide che Mahakasiapa stava sorridendo e mandò tutti i discepoli in confusione dicendo....... e lo trasmetto a Mahakasiapa.

    Da lì nacque lo Zen.

    Mahakasiapa fu il primo patriarca dello Zen in India al quale susseguirono altri 27 patriarchi per poi continuare la tradizione in Cina.

    Potresti capire perché Mahakasiapa sorrise?

    No, dunque non fare paragoni tra pere e mele, sono altrettanto buoni ma sono due frutti diversi.

    Ti prego, non farmi dire che Gesù negli anni della sua adolescenza in cui non si seppe più niente di lui, fino a quando cominciò a predicare, era stato in India (la madre di tutte le religioni) ad imparare il mestiere, ti prego, non farmelo dire, non riusciresti a sopportarlo!

    @:

    Ma guarda che sei tu che sei schiavo delle minutaglie, dei codicilli ecc.ecc. che sono le parole, lo Zen è proprio nato per insegnare oltre le parole, cominciando a considerare la discriminazione tra gli opposti (il terreno delle parole) come non all'altezza di definire verità che ne vanno oltre.

    Per poterti dire di andare oltre le parole, per dirti di non esserne schiavo, per poterti dire che qualsiasi parola macchia la verità che le trascende, sono purtroppo obbligato ad usare le parole, visto che se alzassi un fiore non lo capiresti.

    Fonte/i: C'è un detto che dice: "A lavar la testa al credulone, ci si perde il tempo, l'acqua e il sapone"!
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    il suicidio non mi sembra una vera a propria illuminazione, anche se la morte potrebbe essere una condizione per raggiungerla

  • Anonimo
    7 anni fa

    Non c'è nessuna salvezza dai vostri pericoli immaginari.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.