Anonimo
Anonimo ha chiesto in Arte e culturaLibri ed autori · 6 anni fa

Consigli per scrivere?!?

Mi sento totalmente scoraggiata. Amo leggere ogni genere, sia libri classici sia moderni, e da poco mi sono avventurata anche nella scrittura. Ho iniziato a diciassette anni a buttare giù storielle, soprattutto fan fiction solo per, diciamo, provare. Adesso mi sono innamorata della carta, della biro che scorre su di essa, e delle idee che affollano la mia mente tutte pronte per essere scritte. Sono diventata drogata della scrittura; eppure, a scuola, vedere quel 6 o quel 7 ad un saggio o tema di italiano, mi scoraggia veramente tanto. Sarà che forse non mi impegno abbastanza. Sarà che sono un tipo che ha bisogno di tempo e non di due orette per scrivere. In ogni caso, più di lì non sembro andare. E così si sfuma anche il sogno di scrivere una bella storia fantasy.

Comunque, sto divagando. Sapreste darmi qualche consiglio per migliorare?(Parlo di saggi e temi scolastici.)

3 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Migliore risposta

    Per scrivere un tema o un saggio scolastico non serve chissà che, solitamente basta studiare ciò che si studia a scuola e magari aggiungere qualcosa andandosi ad informare personalmente. Bisogna essere informati e sapere trattare un tema, saper esporlo - solitamente nel modo più neutro possibile - ed essere in grado di farsi una propria idea personale.

    Quello che conta è il contenuto, molto più della forma. Ovviamente c'è una forma da rispettare e credo ti sia stata spiegata ed è diversa se si scrive un saggio o se si scrive un articolo di giornale o un tema narrativo. Un insegnante che più alla forma in un tema scolastico, dato anche il poco tempo concesso, è un insegnante stùpido. Per scrivere qualcosa di ben formato, di stilisticamente bello ecc.. ci vuole tempo, anche il miglior scrittore del mondo riscrive una, due, tre volte prima di ottenere un buon risultato. Sei ore, come alla maturità, sono un tempo molto molto molto ristretto per scrivere, a mano, qualcosa di veramente buono, a meno che tu non abbia la grande fortuna di trovare un tema che hai già fatto o di cui hai già scritto, il che è decisamente difficile.

    Tanto per dire, io negli anni scolastici, facendo i temi in classe in due o tre ore, prendevo solitamente voti attorno al 7.5-8 (nei temi per casa sono arrivato anche a 9, raramente perché non ero certo uno studente modello e non è che sprecassi tanto tempo a fare i compiti), alla maturità con sei ore a disposizione, presi 23/25. E senza dubbio se mi fossero stati concessi un paio di giorni e un computer avrei fatto un tema decisamente migliore.

    Comunque sia qualche trucco, negli anni, sono riuscito ad impararlo:

    - scrivi in modo semplice, cerca di usare per lo più frasi composte solo da soggetto, verbo e complemento oggetto (in questo modo ho preso un bel 25/25 in un temino in inglese alla maturità, usando una decina di verbi in totale). Ti metti al riparo da rischi e visto che il tempo a disposizione è scarso, meglio così.

    - se si tratta di un tema che implica una visione politica o filosofica, scrivi ciò che il tuo insegnante vuole sentirsi dire, anche se la pensi in un altro modo rispetto a lui, dagli ragione (un voto in più lo becchi sicuro)

    - scrivi la prima stesura e poi mettila da parte e riscrivi usando la prima stesura solo come canovaccio per la seconda, ne leggi un pezzo e lo riscrivi. Il tempo è troppo scarso per mettersi a fare delle correzioni (tranne prettamente grammaticali) frase per frase in modo da avere qualcosa di migliore, dovresti riscrivere 3 o 4 volte per ottenere il giusto risultato, tanto vale che almeno sia genuino.

    - usa le prime parole che ti vengono in mente. Non cercare di trovare un sinonimo più complicato, più da letterato, non funziona, 99 volte su 100 la prima parola che ti viene in mente è la più adatta in quel contesto. Se devi fare un compito in classe, il dizionario lascialo a casa, meglio scrivere con parole semplici che scrivere usando parole sbagliate.

    Scrivere un racconto narrativo o un romanzo, invece, è decisamente più complicato ma allo stesso tempo molto molto molto più "appagante", in un racconto narrativo ti puoi sbizzarrire, hai tutto il tempo del mondo a disposizione, sei più libero e puoi lasciare andare la penna. Ma... la forma in questo caso vale un sacco (anche se non più della storia), la narrazione deve essere fluida, intensa ecc... Difficilmente si riesce ad ottenere questo in un tema scolastico.

  • 6 anni fa

    Io ho ripetuto l' ultimo anno di classico, non mi sono nemmeno laureato e a 32 anni ho scritto 3 romanzi che ai miei amici piacciono moltissimo.

    Conosci il proverbio "chi sa fare fa e chi non sa fare insegna"? Se la tua prof di italiano sapesse scrivere scriverebbe, non insegnerebbe.

    Fonte/i: "E chi non sa insegnare fa il preside. E chi non sa fare il preside insegna educazione fisica".
  • Kiko
    Lv 7
    6 anni fa

    Non soffrire per piccoli ostacoli, non ti scoraggiare e continua a scrivere i tuoi racconti e le tue trame, salvale e archiviale. Sarebbe meglio che tu scrivessi al PC, ma fai come vuoi, l'importante è annotare le idee, scrivere sempre quando sei ispirata e conservare tutto.

    Il tema scolastico segue un modello che non è narrativo ma saggistico, per cui se vuoi migliorare in quell'ambito devi orientarti un po' sulla lettura dei quotidiani, specie articoli su grandi temi di politica o società, per la saggistica potresti leggere più libri di storia, arte, letteratura o di approfondimento di temi che ti interessano.

    Al liceo davano sempre tracce di tema su argomenti letterari o storici, dunque impegnati di più nello studio di storia letteratura in modo da saper interpretare e soprattutto "elaborare" e "ripetere" a voce prima e per iscritto poi i concetti che hai appreso.

    Se ti impegni di più in questo senso, se insomma irrobustisci le tue nozioni e arrivi a "strutturare" il tuo pensiero e ad esprimerlo compiutamente potresti ottenere risultati migliori non solo a livello scolastico nei temi ma anche nella tua scrittura creativa.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.