Luca ha chiesto in SportSport - Altro · 7 anni fa

come è possibile che con tutti i piegamenti che ho fatto in questi mesi...?

il petto non è aumentato quasi nulla? ho sempre tenuto d'occhio la respirazione e non ho mai sforzato troppo..risultati? quasi zero! sono incazz a to nero veramente... avete qualche esercizio da fare in casa per il petto?

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Purtroppo siamo tutti portati a pensare che avere muscoli sia SOLO una questione di allenamento.

    Purtroppo l'allenamento è importante ma NON quanto l'alimentazione.

    Ricorda anche che quando si parla di muscoli da allenare (ovviamente mantenendo un esecuzione corretta dell'esercizio) la parola "EPPURE NON MI SONO SFORZATO TROPPO" NON deve esistere.

    Il muscolo deve essere devastato,devi arrivare alla fine di ogni serie e di ogni esercizio senza più la forza di eseguire una ripetizione.

    Questo perchè il muscolo sano si adatta immediatamente ad ogni gesto atletico.

    Pertanto è inutile per esempio eseguire 5 serie da 20 piegamenti ogni 3 o 4 giorni continuando a fermarsi al ventesimo piegamento.

    Peggio è se poi i piegamenti si eseguono tutti i santi giorni perchè in questo modo il muscolo non riposa... ma purtroppo il muscolo cresce SOLO quando riposa e non quando viene allenato pertanto senza riposo NON ha il tempo di rigenerare le fibre contrattili danneggiate durante l'allenamento.

    Questo avviene anche nelle palestre dove chi si allena ha la possibilità di incrementare i carichi anche di solo mezzo chilo (ma non lo fa) perciò ti puoi immaginare quanto sia difficile aumentare di volume un muscolo allenato SOLO a corpo libero e sempre alla stessa maniera.

    Diversificare l'allenamento stagnante necessita di un diario d'allenamento,una agenda su cui scrivere quello che fai: quante serie quante ripetizioni e eventualmente il peso usato.

    Ad ogni allenamento devi fare riferimento all'ultimo allenamento e cercare di aumentare di una ripetizione (o per chi si allena in palestra anche di un etto) i tuoi piegamenti.

    Inoltre impara anche ad eseguire i piegamenti tenendo i piedi su una sedia o tenendoli su un tavolo.

    Ovviamente NON eseguire mai questi due ultimi sistemi di piegamenti a freddo ma impara a riscaldare le articolazioni della spalla e dei gomiti.

    Per riscaldare le spalle partendo dalla posizione eretta esegui delle semplici rotazioni in senso orario e antiorario di un braccio alla volta: una decina di rotazioni in senso orario col braccio destro teso,poi una decina col braccio sinistro poi una decina in senso antiorario e viceversa.

    Per scaldare i gomiti senza stancare i tricipiti esegui un riscaldamento eseguendo i piegamenti MA rimanendo in piedi di fronte ad un muro con le punte dei piedi distanti una quarantina di centimetri dal muro,occhio a non sbattere il naso al muro quindi guarda in alto ed esegui 2 serie da 12/15 di questi piegamenti solo per scaldarti legamenti e tendini.

    Poi sei pronto a partire,anzi a devastare i pettorali col sistema dell'aumento di un piegamento ogni 2 allenamenti (all'inizio si riesce anche ad ogni allenamento)

    Se fai solo i piegamenti coi piedi a terra puoi fare anche 7 o 8 serie di piegamenti.

    Oppure puoi diversificarli cambiando ogni seduta:

    La prima: 7 o 8 serie coi piedi a terra

    La seconda: 4 serie coi piedi a terra e 3 o 4 serie coi piedi sulla sedia (NON riuscirai a fare lo stesso numero di piegamenti ma segnati quanti ne fai)

    La terza: 4 serie coi piedi a terra e 3 o 4 serie coi piedi sul tavolo (questi sono bastardi e peggiori ma segna sempre quanti ne riesci fare)

    La quarta: inverti facendone 4 serie coi piedi sulla sedia e 3 o 4 coi piedi a terra

    La quinta: 4 serie coi piedi sul tavolo e 3 o 4 coi piedi a terra

    La sesta: 3 serie coi piedi a terra 3 serie coi piedi sulla sedia 3 serie coi piedi sul tavolo

    La settima: 3 serie coi piedi sul tavolo 3 serie coi piedi sulla sedia 3 serie coi piedi a terra.

    Poi la prossima seduta ricomincia da capo come la prima.

    ----------------

    Con questo sistema riuscirai a NON dare ai muscoli la stessa "pappa" e aggiornando di volta in volta la tua agenda di allenamento potrai verificare i miglioramenti e diversificare gli allenamenti.

    ----------------

    Non fare la stupidata di volerti allenare tutti i giorni o a giorni alterni (più alleni lo stesso muscolo MENO cresce) ma lascia 3 giorni o anche 4 di riposo tra un allenamento e l'altro.

  • 7 anni fa

    Scusami ma tu come esercizio per il petto fai solo delle flessioni???E per giunta credi di non stancare il petto?????Ma per favore io in pakestra non ci vado per farmi due risate con i miei amici o "colleghi",io mi alleno piu di 2 ore e quando torno sono distrutto dalla stanchezza,alleno tutti i muscoli fino allo sfinimento ed e cosi che aumenti di massa sfinendo i muscoli;per il petto non fare solo delle flessioni esistono anche la panca piana, le croci con i manubri,il pullover che oltre ai dorsali serve anche per il petto,poi non c'e' solo la respirazione c'e' anche il riposo,sai cosa serve???Serve per recuperare gli sforzi fatti da una serie per poi fare l'altra questo per gli esercizi,poi c'e' il riposo dei muscoli cioe' per quel dwterminato giorno non ti alleni perche i muscoli devono riposare e poi e' molto importante l' alimentazione!!!!Cibi che contengono proteine tipo pasta con i legumi,carne tanta carne,uova presubilmente 2 volte a settimana,anche il pesce contiene proteine,ecc.Il tuo ragionamento riguardo al nin sforzare il petto e' sbagliato perche un muscolo va distrutto dalla stanchezza in omodo tale che il giorno di riposo il muscolo recuperi.

  • 7 anni fa

    @Davidzed:

    per una risposta così devi farti pagare......

    @Luca:

    ti linko una risposta che Davidzed mi aveva dato e dove parla anche dei tempi di recupero

    http://it.answers.yahoo.com/question/index?qid=201...

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.