La Chiesa Cattolica (ed il Cristianesimo in generale) crede nella stregoneria e nella magia?

Passando da Mosè che faceva a gara con i sacerdoti del Faraone per vedere chi aveva il bastone più lungo si evince che esiste la magia.

Infatti si arriva all' Inquisizione che nel corso del tempo sembra abbia dato fuoco a 20-30 persone accusate di stregoneria (i numeri sono forniti da UCCR attraverso un interessante articolo di uno storico che sostiene che l' Inquisizione in realtà non fece niente o quasi niente di tutto ciò che l' opinione pubblica crede di sapere..... GRAZIE UCCR)

Anche se fosse solo 1 persona, comunque significa che è ritenuta esistente, la magia e la stregoneria, a livello dottrinale.

Chiedo: voi credete alla magia\stregoneria?

Aggiornamento:

------------

"tenendo a mente il confronto col potere temporale: non bisogna dimenticare mai il contesto e la mentalità dell'epoca, è troppo facile fare i giustizieri della storia coi nostri valori e le nostre acquisizioni"

Mi spiace ma non sono in accordo con questa affermazione. Se è vero che esiste Dio, esso non può permettere che il percorso formativo di un uomo migliore avvenga attraverso la barbarie.

Oggi in diverse zone del pianeta siamo ancora al 10.000 AC - pensa allo stupro come compensazione giudiziaria voluta da un gruppo di anziani in un paesino dell' India.

Così come in alcune culture esiste l' infibulazione e la lapidazione.

Dal momento che è dottrina che quello biblico è l' unica divinità, allora dovrebbe operare l' evoluzione a uomo migliore ovunque.

Eppure è palese che non avvenga. Altrimenti saremmo tutti più o meno allo stesso livello civile.

Quindi non accetto la giustificazione: "eh, beh, mal comune mezzo gaufdio visto che

Aggiornamento 2:

@Sapiente mente: ma voi Catari non eravate estinti?

Comunque disconosco le religioni in toto. Non accetto che qualcuno di diverso da me mi indichi la via della spiritualità in maniera impersonale, attraverso un antico retaggio contaminato da più culture.

Si può indicare la via per una migliore comprensione del mondo e per cercare la virtù, ma non attraverso la preghiera.

Infatti sono taoista

Aggiornamento 3:

@Sapiente-mente: la spiritualità va coltivata, indubbiamente. Esistono valori universali, è pacifico. Quello che non può essere universale è il percorso che porta alla virtù, ed è per questo che non posso accettare di far parte di una religione, poichè canoni, dottrina e percorso sono già indicati. Il taoismo ti permette di sbagliare (senza giudicare), e di imparare da te stesso, perchè UNA è la strada che porta alla virtù.

Ma non ti dice quale, solo come riconoscerla.

Penso che sia giusto così, senza vincoli.

Aggiornamento 4:

@awakener:

"Cosa c'entra Dio? Magari non esiste, magari esiste ma per qualsiasi ragione permette eccome che il percorso formativo di un uomo avvenga attraverso la barbarie, magari perché semplicemente non interviene in alcun modo nella storia umana, oppure è un suo geniale piano che non comprendiamo. "

No, se stai parlando della divinità biblica.

Se stai postulando una tua personale divinità, non sto a giudicare perchè non conosco i canoni del tuo culto.

Ma se parli della divinità biblica, quanto da te proposto è insostenibile.

I canoni e le capacità\funzioni della divinità biblica sono statuiti ed essendo definita una divinità di amore infinito non dovrebbe permettere che un solo bambino innocente nasca malato.

Eppure

10 risposte

Classificazione
  • Migliore risposta

    UCCR a parte, sto studiando ora storia moderna, e a quanto leggo dal testo (che certamente non è al soldo del clero), pare che in anni recentissimi gli storici abbiano ridimensionato enormemente l'impatto dell'Inquisizione, soprattutto a confronto con le innumerevoli e ingiuste, arbitrarie e dispotiche condanne a morte dei vari poteri temporali.

    Sostanzialmente, mentre i governi condannavano a morte senza farsi troppi problemi, l'obiettivo dell'Inquisizione era far redimere quello che era visto come un eretico. Se abiurava, non veniva messo al rogo. Il rogo era riservato a chi non abiurava, oppure a chi pur facendolo poi ricadeva nell'"eresia". Il che ovviamente non giustifica in alcun modo ciò che hanno fatto (perché i roghi ci sono stati, e perché anche il semplice costringere chi la pensa diversamente a ritrattare è un delitto contro l'umanità e la tolleranza e la libertà e la ragione); però insomma, non è che ci fossero roghi d'Inquisizione a destra e a manca, furono relativamente contenuti (tenendo a mente il confronto col potere temporale: non bisogna dimenticare mai il contesto e la mentalità dell'epoca, è troppo facile fare i giustizieri della storia coi nostri valori e le nostre acquisizioni).

    E riguardo la magia, non ci credo; al massimo sono un po' possibilista e aperto di fronte a eventuali scoperte sulla portata dell'effetto placebo, o altri fenomeni simili, in grado di spiegare eventi "magici" o "paranormali" che magari in una modesta misura esistono davvero

    ---

    Cosa c'entra Dio? Magari non esiste, magari esiste ma per qualsiasi ragione permette eccome che il percorso formativo di un uomo avvenga attraverso la barbarie, magari perché semplicemente non interviene in alcun modo nella storia umana, oppure è un suo geniale piano che non comprendiamo. Ma poi non ho detto che il percorso formativo di un uomo avviene attraverso la barbarie, ho detto una cosa ben diversa: che quando vogliamo giudicare azioni compiute in un'epoca passata, e magari giudicarle anche negativamente (l'Inquisizione, così come le condanne a morte del potere temporale, furono atti sbagliati, barbarici e ingiusti): ma al contempo dobbiamo anche cercare di comprendere e tenere conto di quella che era la mentalità diffusa e le influenze che aveva. Un po' come quando al giorno d'oggi abbiamo delle attenuanti per un ragazzino che, cresciuto con nazismo e militarismo come valori dal padre, lo fucila a 14 anni (è successo un po' di tempo fa). È un atto barbaro, certo; è un omicidio, certo. Ma possiamo cercare di comprendere il ragazzo e i condizionamenti cui è stato oggetto, che non gli hanno concesso di avere una reale alternativa.

    ---

    Continui a non capire: cosa c'entra una qualsiasi divinità, adesso? Stiamo parlando di ciò che storicamente ha fatto l'Inquisizione e su come dovremmo giudicare l'operato di persone con mentalità diversa, che c'azzecca ciò che un dio potrebbe voler fare o meno nella storia?

    ---

    A Fra88: e non ho negato che di ipocrisia si tratti, anzi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Evidentemente disconosci il Cristianesimo Originario - sorto antecedentemente l'istituzione della Chiesa cattolica - che, posso assicurarti, non crede né alla magia né tanto meno alla stregoneria.

    http://it.wikipedia.org/wiki/Gnosticismo_cristiano

    P.S. Per evitare lo scontro personale con i cd. luoghi comuni, è necessario saper discernere cosa è «Cristianesimo» e cosa - di converso - non lo è (o si è voluto far passare per tale, benché nella pratica non lo sia).

    A presto!

    @Chi ti dice che io sia un cataro? Esistono molteplici forme di Gnosticismo, ognuna appartenente a scuole diverse. È questo il mio messaggio: bisogna valutare con discernimento e sapienza cosa sia «cristiano» e cosa invece non lo è, sebbene in passato un qualsiasi evento sia stato associato ad esso.

    Se sei un taoista dovresti sapere meglio di me quanto sia importante - per il raggiungimento dell'equilibrio interiore - il discernimento spirituale: ciò che non evolve, o è stasi o involve. Nessuno t'impone a dover accettare una religione: sei tu stesso e il tuo Io la tua religione. Ma se vuoi comprendere il mondo e ricercare la vera virtù devi andare al di là dei semplici luoghi comuni: è una virtù della mente oggi troppo spesso presa alla leggera. Così è una regola che può valere nel Cristianesimo, così è una regola che può valere nel Taoismo. E così via.

    Buona giornata Baalbekisangry!

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    crede che la stregoneria sia una pratica efficace, altrimenti perché condannare le streghe?

    crede che esistono persone che credono nella stregoneria.

    si, credo ad entrambe le affermazioni sopra

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Sì, ci crede, e lo dice ad alta voce

    2117 Tutte le pratiche di magia e di stregoneria con le quali si pretende di sottomettere le potenze occulte per porle al proprio servizio ed ottenere un potere soprannaturale sul prossimo – fosse anche per procurargli la salute – sono gravemente contrarie alla virtù della religione. Tali pratiche sono ancora più da condannare quando si accompagnano ad una intenzione di nuocere ad altri o quando in esse si ricorre all'intervento dei demoni. Anche portare amuleti è biasimevole. Lo spiritismo spesso implica pratiche divinatorie o magiche. Pure da esso la Chiesa mette in guardia i fedeli. Il ricorso a pratiche mediche dette tradizionali non legittima né l'invocazione di potenze cattive, né lo sfruttamento della credulità altrui.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • ILEANA
    Lv 7
    6 anni fa

    Ci crede ma non lo dirà mai ad alta voce.

    Anzi ,dirà che sono tutte scempiaggini.

    Fonte/i: L'ipocrisia umana.
    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    La chiesa cattolica riconosce Dio quindi riconosce il soprannaturale.

    Riconosce anche l'esistenza del demonio e quindi riconosce anche la stregoneria.

    Se la stregoneria può avere conseguenze non lo so, il diavolo è furbo a non farsi trovare e comunque a lui interessa le anime delle persone quindi le streghe o stregoni essendo devuti a lui sono stati compromessi

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Io non credo alla magia, ne a quella bianca, ne a quella nera, ne a quella beije

    un'altra cosa sono i miracoli, ma il miracolo non è dell'uomo, è di Dio

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Fra88
    Lv 6
    6 anni fa

    A quanto pare ci credono,ma la cosa più divertente è che fanno differenza tra i "miracoli" fatti dai santi e da Gesù stesso e la magia fatta dagli altri LoL.

    @Awakener [ಠ_ಠ™]

    Concordo con il tuo discorso sul contesto storico,però ciò non toglie l'ipocrisia di una religione che DA SEMPRE,NON SOLO OGGI predica pace,amore,fratellanza ecc.

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    La Chiesa Cattolica Ci crede,

    le ha usate e praticate,

    continua a usarle e praticarle;

    e con le sue pratiche calunnia la Bibbia

    che condanna e non ha mai approvato queste cose.

    La Bibbia proibisce ogni forma di magia e spiritismo. (Levitico 19:26; Deuteronomio 18:9-14)

    Bye

    • Accedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    Certo. I Cattolici sono creduloni, per questo hanno bruciato migliaia di povere ragazze. Stupidi erano e stupidi sono.

    D'altronde se credono a feticci come il sangue umano, non c'è da meravigliarsi che credano alla magia e alla stregoneria. Padre Pio cosa era se non un abile mago? O gesù stesso... uno stregone che camminava sulle acque e che con i suou trucchetti imbambolava quegli ignorantoni degli ebrei.

    • Accedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.