come si coltiva lo zafferano?

Volendo fare una coltura annuale in che periodo è preferibile piantare i bulbi?

Quando iniziano a sbocciare i fiori, come faccio a capire quando sono pronti per la raccolta?I fiori fioriscono tutti insieme oppure fioriscono in giorni diversi?

Una volta finita la raccolta dei fiori, i bulbi si spiantano subito per poi rimpiantarli il prossimo anno?

oppure rimangono nel terreno fino alla prossima coltura, in nuovo terreno?

Per l'essicazione va bene qualsiasi forno da cucina? se si, a quanti gradi e per quanto tempo devono essiccarsi?

A chi mi posso rivolgere per analizzare il prodotto?

1 risposta

Classificazione
  • ?
    Lv 6
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Lo zafferano viene coltivato a partire dai bulbi, come avviene per i fiori di tulipano o di iris. I bulbi di zafferano possono essere acquistati online o presso un vivaio di fiducia. La coltivazione dello zafferano può avvenire per diletto, in vaso o nell'orto. In questo caso vi basterà una manciata di bulbi, a seconda dello spazio che avete a disposizione. Potrete creare dei vasetti decorativi piantando un bulbo di zafferano in ognuno di essi. Oppure potrete piantare più bulbi in un vaso più grande, ad una distanza di almeno 5 centimetri l'uno dall'altro e a 5-10 centimetri di profondità. Lo zafferano teme i ristagni d'acqua nei sottovasi. Ricordate sempre di svuotarli. Per crescere, i fiori di zafferano hanno bisogno di poca acqua, ma di molta luce, quindi scegliete bene la posizione dei vasi.

    Coltivare lo zafferano nell'orto

    Per quanto riguarda la coltivazione dello zafferano nell'orto, potrete pensare di creare una piccola aiuola o di formare con i fiori di zafferano delle bordure, che risulteranno molto decorative. Considerate che la coltivazione dello zafferano in Italia, poiché avviene in autunno con raccolta ormai verso l'inverno, riguarda soprattutto le regioni centrali e dal clima più mite, come l'Umbria o la Toscana.

    Come per la maggior parte dei fiori coltivati a partire dai bulbi, lo zafferano non richiede particolari cure per quanto riguarda la crescita. Le difficoltà arrivano al momento del raccolto. I fiori di zafferano si schiudono soltanto per pochi giorni e appassiscono in fretta. Per questo motivo la raccolta degli stimmi di zafferano dovrebbe avvenire già al primo giorno di fioritura.

    Dopo aver raccolto i fiori, gli stimmi rossi dovranno essere rimossi con molta delicatezza, con l'aiuto di una pinzetta. Poi dovrete riporli in un piccolo contenitore o su di un tovagliolo di carta e lasciarli asciugare prima di trasferirli in un vasetto o in una provetta di vetro, da mantenere ben chiusi per conservare l'aroma dello zafferano.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.