Axel313 ha chiesto in Arte e culturaPoesia · 7 anni fa

Vi andrebbe di darmi un parere su questo testo?

- Babele 

Gli schiavi inveivano alle fauci del vento

Mentre innalzavano la Torre della forza 

Della potenza e dell'indipendenza umana

Pericolanti soppalchi di funi e pietre

Che ostruivano il ritmo dell'eternità

"Un tempo due tempi e la metà di un tempo"

Filo di Colui che è che era e che viene

E le montagne non si fecero trovare

E gli oceani e i mari fuggirono in disparte

E il cielo e la terra si fusero nel bianco

E i fiumi e i laghi si tinsero d'Assenzio

Quando scese in basso la parola più bella

Mai fu ascoltata dalla notte dei tempi 

Forgiata da chi siede sul trono del cielo

Ogni uomo si fermò ad ascoltarne il suono

E il suo eco e l'eco dell'eco eco eco

Penetrò nella sostanza della realtà

E tutti gli esseri ne uscirono mutati

E gli uomini rimossero tutta la lingua

Dalla memoria del tempo che viene dopo

Dalla memoria del tempo a loro presente

«Ed eccola! È qui la Torre di Babele»

Uno schiavo intervenne ricordando i suoni

Limpidi e cari agli avi dell'antica stirpe

Che ora a tanti apparivano brutti e imperfetti

E si decise di far linguaggio da sé

Sdegnandosi insieme si divisero in gruppi

E la Torre crollò poiché tutti eran persi

Mutò il mondo poiché ne cambiarono il nome

Alla ricerca della parola più bella

Babelebelebelabalelalebaba

Un intruglio di voci amiche e straniere

Un tempo due tempi e la metà di un tempo

E un uomo che prendeva appunti sulla sabbia

Vide la prima penna in un pezzo di legno.

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa
    Risposta preferita

    Grande abilità di associazione di suoni e immagini, belle idee e molto gusto artistico. In primis ti dico BRAVO.

    ora...dovresti cercare di non rendere così lungo e pesante il testo e questo accade per le troppe pesanti parole. Usa vocaboli più semplici e snelli così che possa scorrere come una lettura facile, musicale ed equilibrata.

    accatasti molto i termini ma questo non è segno di obrobrio poetico o sfregio alla poesia, anzi.

    Hai talento. Allenati a concentrare di più ciò che vuoi dire.

    per qualsiasi cosa scrivimi.

    In bocca al lupo.

    adAngeloMai

  • ?
    Lv 7
    7 anni fa

    E' prosa.

    Non conosco le regole ma credo che la poesia pesi le parole al netto del loro senso (il senso è nel peso delle parole. Che può essere indistintamente piuma quanto ferro).

    Prova a ragionarla in questi termini "provo a dirlo con la metà delle parole, scelgo quelle necessarie e scarto il volume - inteso anche come decibel :) - di quelle superflue. Quelle rimaste le divido a metà perchè una parte deve contenere lo spazio dell'altra. Alla fine, se realmente 'sai' cosa vuoi significare, otterrai quello che vuoi anche solo con una manciata di sillabe).

    In pratica: qui leggo molta 'tara' :)

    (però mi piaci)

  • Vavax
    Lv 7
    7 anni fa

    Fra le tue è una di quelle che più mi piacciono.

  • ?
    Lv 6
    7 anni fa

    Vedi?

    Questo tuo scritto, penso che ( da incompetente assoluto del settore) se fosse recitato come un monologo epico,sarebbe davvero molto bello.

    Una sorta di Argonauta che narra ciò che vide.

    Bello...ma non poesia.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Per me sei bravo, magari da rivedere, come tutti, ma hai stoffa.

  • 7 anni fa

    Veramente privo di significato secondo me

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.