Il sito di Yahoo Answers verrà chiuso il 4 maggio 2021 (ora della costa est degli USA) e dal 20 aprile 2021 (ora della costa est degli USA) sarà in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altre proprietà o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Ivb__
Lv 5
Ivb__ ha chiesto in Animali da compagniaCani · 7 anni fa

Perché le persone pensano che giardino=cane felice?

Perché molte persone pensano che un cane deve stare in giardino perché altrimenti in casa non si può muovere abbastanza? Queste persone mi sanno tanto che vogliono un cane da non portare mai a spasso perché è più felice un cane in casa con le regolari passeggiate piuttosto che un cane in giardino costretto a non uscire dal cancello.

Oppure quei cani che fin quando sono dolci e coccolosi vivono in casa poi quando crescono o li rilegano in giardino o in campagna, non si potrebbe creare uno shok per il cane?

Voi da che parte state cane in casa o cane fuori?

E non mettete in mezzo le taglie, c'è gente che tiene un Alano in casa, mentre io ho un Pastore Tedesco in casa.

Anche se esistono quelle eccezioni, ad esempio i grandi cani da pastore, quelli che vengono usati per lavorare, quelli che ancora non hanno subito i danni della moda e che sono ancora veri cani da lavoro, ad esempio il cane da montagna dei Pirenei, o il Pastore di Tatra.

Aggiornamento:

Ma non si può vivere pienamente la vita sociale con lui fuori e tu dentro, quando fa freddo secondo quante persone si mettono vicino a lui per molto tempo? Quando piove chi esce per stare col cane?

Certo ci sono quelli che con la pioggia la grandine la neve ed il resti stanno fuori col loro cane, ma quanti?

Ad esempio c'è un cane che vedo sempre fuori, non esce a fare il passeggiate ed i padroni gli danno da mangiare e basta, appena passa qualsiasi cosa inizia ad abbiare come un dannato e ti sembra giusto condannare un cane a vivere senza nessuna socializzazione?

12 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    E' una convinizione che in parte arriva dal passato quando non si sapeva dell'estremo bisogno di socialità del cane e si era propensi a pensare che essendo un animale, stesse meglio all'aria aperta che in un casa.

    Invece il nostro cane è stato talmente modificato dalla domesticazione che addirittura certe volte preferisce la compagnia dell' uomo a quella dei propri simili ,grazie all' imprinting con esso.

    E quindi tenerlo sempre fuori equivale ad escluderlo dal gruppo, come se nella nostra compagnia di amici uscissimo per mangiare una pizza e uno di questi venisse messo ad un tavolo a parte, a mangiare da solo.

    E' questo che sente il cane quando ci guarda fa fuori che viviamo la nostra vita in casa tutti insieme e gli comporta un forte stress,

    Il giardino poi è diventato una scorciatoia per non portarli a spasso, i proprietari che hanno un giardino e fanno sporcare il cane sempre lì ignorano completamente l'importanza che ha nel codice di comportamento canino il marcare e l'annusare in posti diversi. E' una cosa per il quale il cane soffre, facci caso i cani che vivono in giardino o sono completamente apatici, distaccati e perennemente dormienti, o sono iperattivi, nevrotici e rumorosi. Questo basta a far capire quanto male stiamo facendo al cane lasciandolo li in disparte.

    Naturalmente la casa al tempo stesso non deve diventare una prigione, non è assolutamente accettabile nemmeno la vita che fanno certi cani soprattutto di taglia piccola che non escono mai, sporcano nella lettiera e quelle volte che mettono il muso di fuori lo fanno dentro ad una borsetta, questo è un maltrattamento al pari del cane sempre in giardino.

    Questo scriveva un famoso etologo (E. Trumler) nel 1971 a proposito dell'esigenza del cane di annusare e marcare un territorio grande:

    "Un cane che non sparge il proprio odore individuale, cioè il proprio biglietto da visita, su tutto il territorio cui può accedere, ma lo limita alla propria casa, è un animale schivo, che tende a rintanarsi nel suo guscio e che ha paura dei contatti con l’ esterno…Un ottimo candidato al lettino dello psichiatra!"

  • Anonimo
    7 anni fa

    credo che come sempre la verità stia nel mezzo, oggi ho letto una domanda (credo la stessa a cui vagamente alludi tu) che mi ha fatto pensare che la famiglia abbia preso il cucciolo solo per accontentare i figli e poi del cane nessuno se ne frega.

    ieri però ho letto un'altra domanda raccapricciante in cui si diceva che il cane viveva in casa ma non lo facevano mai scendere perchè la "padroncina" non aveva voglia e comunque pur essendo in casa non lo puliva/curava.

    quindi secondo me

    non tutti i cani che vivono in casa sono felici

    non tutti i cani che vivono in casa sono curati

    non tutti i cani che vivono in giardino sono tristi

    una persona può tenere il cane in giardino ma passare con lui moltissimo tempo, come una puo tenerlo sempre in casa ma non degnarlo di una carezza.

    non sono a favore ne di una cosa ne dell'altra.

    davanti a casa mia si è trasferita da poco una coppia con un setter irlandese, il cane vive fuori, il suo padrone ha circa 40 anni e va a correre un'ora la mattina e un'ora la sera, sempre con il cane, il pomeriggio i bambini sono sempre fuori con il cane che se lo coccolano e lo spazzolano e quando partono anche solo per il finesettimana se lo portano con loro. vive fuori ma è felice.

    il mio golden vive dentro e fa molto moto ed è felice, e non mi passerebbe mai per la testa di dire che è piu felice del setter del vicino.

    per me è tutto a discrezione delle famiglie, il problema non si porrebbe neanche se si prendessero il cane solo persone che non sono attirate solo dal cucciolo carino e coccoloso ma dal desiderio sincero di avere un amico a 4 zampe a cui dare affetto. purtroppo non è così ma questo non dipende dal giardino

  • Skilla
    Lv 5
    7 anni fa

    A parer mio è una gran càzzata. Il mio cagnolotto sta in casa con me, in un bilocale senza balconi ed è un setter irlandese. Lo porto fuori almeno tre volte al giorno e se tento di lasciarlo nel giardino dei miei piange e gratta per entrare.

    Ma un cane al caldo sul letto secondo quelli non è felice?

  • Anonimo
    7 anni fa

    I miei cani benchè abbia pure il giardino e perfino l'orticello gli piace starmi tra i piedi giorno e notte, se vado in giardino insieme con loro a giocarci allora vengono, altrimenti mi seguono ovunque vada.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Alega
    Lv 5
    7 anni fa

    I miei cani di notte stanno in casa, ma di giorno VOGLIONO stare fuori.

  • 7 anni fa

    In cane è un animale che deve stare al aperto, libero di muoveri, non chiuso in casa 22h al giorno , dove esce 2 volte per fare i suoi bisogni.che libertà è questa??

    I cani e gli animali in genere non sffrono il freddo come noi, io porto spesso il mio cane in giro per i boschi anche d' inverno, e questo si butta nelle pozzanghere o entra nei corsi d' acqua come niente, pensi che se aveva freddo lo faceva?

  • 7 anni fa

    Ti racconto in breve come vivo io con il cane...

    lei arriva a casa mia da cucciola, poco meno di 3 mesi, se ne stava in casa e la portavo sia in giardino a giocare sia a fare passeggiate, spesso anche al parco x farla socializzare con altri cani...poi è cresciuta e arrivata a 7 mesi di notte piangeva e voleva sempre uscire...ho provato a lasciarla fuori una notte, ovviamente con cuccia ciotole e riparo, e non ha fatto una piega, ha dormito bella beata...ora ha 1 anno e mezzo e di notte sta fuori di giorno capita che me la porto in ufficio con me, quando sono a casa lei è in casa...usciamo in giardino a giocare e in più la porto a fare delle belle passeggiate...

    Quello che sto cercando di dire è che non importa se il cane vive in giardino o in casa...ma come lo tratti...io nonostante ho un giardino enorme la porto comunque a passeggio...

  • Perché sono una massa di deficienti!

  • LUKY
    Lv 7
    7 anni fa

    Hai scritto tante verità,ma purtroppo in questo settore sono pochi che capiscono gli animali e la maggioranza che tengono in giardino il loro cane lo fanno per due motivi

    1 - Non vogliono che i cane sporchi e da fastidio il suo odore

    2 - non lo vogliono portare fuori per i suoi bisogni

    Ma non sanno e non lo sapranno mai cosa significhi l'affetto che può darti un cane e sono inconsapevoli della loro vera natura. Nel settore cinofilo purtroppo esiste una immensa ignoranza della psicologia e vera natura di questi meravigliori animali

  • BUTEO
    Lv 7
    7 anni fa

    pienamente d'accordo,hai colto nel segno..io sostengo da sempre che spesso i cani con giardino sono cani infelici,proprietari convinti che tanto ha il giardino..come se fosse un albero,in realtà il cane vuole stare con il padrone e le uscite per loro sono eventi felici,scoprire esplorare cose nuove..invece spesso nn escono mai,il cane gia dopo una settimana conosce il giardino ogni cm e sta davanti alla porta aspettando che qualcuno vada e gli apra la porta,cosa diversa è avere il giardino come una cosa in più,porta aperta e libero di scegliere,ma senza togliere le passeggiate,gite fuori porta e contatto con il padrone..allora si giardino vuol dire migliorare la sua vita.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.