promotion image of download ymail app
Promoted
Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 6 anni fa

Secondo voi, perché spesso le credenze che una persona ha su un'altra prsentano delle contraddizioni?

La gente di qualsiasi età e genere prende di mira le persone ''a posto'', ovvero quelle che si fanno i càzzi propri, che sono introversi ed ingiustamente bersagliati dall'essere definiti ''asociali'' (essere introverso non significa essere asociale), quelle che per via della loro riservatezza appaiono ''misteriose'' e tale misteriosità anziché essere viste in maniera obiettiva, viene vista in maniera completamente sbagliata, ovvero con sospetto. L'errore che spesso commette chi è riservato o riservata è aprirsi troppo con le persone sbagliate le quali, non capendo un càzzo di quello che dice, cosa fanno? Poiché spesso sono le stesse che lo guardavano o la guardavano con sospsetto, non perdono tempo a ricamarci sopra inventado bàlle su una persona, mancandola di rispetto diffondendo a mezzo mondo i fatti propri ma, peccato per loro - perché si credono così evoluti mentalmente ma non òlo sono - vengono sgamati e di quella persona non sanno più nulla. Quando non sanno più nulla fanno voli di fantasia che soddisfino le loro perverse manie che non trovano più sfogo su un oggetto. Quando una persona è oggetto di pregiudizi finisce per essere definita per ciò che non è e talvolta in modi tra loro contraddittori, e anche molto offensivi soprattutto se si tratta di una persona onesta di cui nons i può assolutamente dire nulla. Ma l'antipatia porta le persone a dire assurdità sull'altra persona talvolta in assenza di essa. In rpesenz ala musica cmabierebbe perché la diretta interessata o il diretto interessato, senza peli sulla lingua, non perderebbe tempo a battere punto per punto e umiliarli per la loro mediocrità di cui però, inconsapevolmente, si vantano.

Aggiornamento:

@Alba: ti stimo molto. La tua risposta la conserverò per legger ein facia aqualeche personcine mondana senza carattere.

Aggiornamento 2:

*La tua risposta la conserverò per leggerla in faccia a qualche personcina mondana senza carattere.

2 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    6 anni fa
    Risposta preferita

    Giusta osservazione.

    Ti sei mai chiesto il perché di tanto accanimento? Hai cercato molte risposte, senza riuscire a trovare quella giusta.

    Le persone "riservate", "a posto", "misteriose" sono quelle poche persone che hanno inteso perfettamente come gira il mondo, questo mondo ormai caduto in basso, ai limiti dell'inverosimile, sprovvisto di qualunque qualità positiva dal calibro della bontà e di pesanti mancanze.

    Non si tratta di "introversione", dato che anche un "estroverso" può avere un simile atteggiamento. La differenza è che l'introverso è di poche parole, non si lega particolarmente a chi è diverso da lui, mentre l'estroverso può parlare per ore, ma mostrarsi riservato e senza legarsi a chi è diverso da lui.

    Si parla per definizione di "introversi speciali" ed "estroversi speciali", dal momento che vi sono anche quegli introversi che sembrano degli agnellini ma non hanno nulla di particolare, piuttosto sono delle "persone normali represse", e che possono mostrarsi addirittura peggiori di questi ultimi senza alcun paragone.

    Facciamo chiarezza in quattro gruppi: "introversi speciali" (rari), "estroversi speciali" (ancora più rari), "introversi repressi" (abbastanza frequenti), "estroversi mondani" (la maggior parte della gente, la massa).

    Gli "introversi ed estroversi speciali" sono coloro che vengono presi di mira a causa della particolare luce che brilla in essi, mentre gli "introversi repressi" non vengono considerati affatto, emarginati, proprio perché non hanno alcuna luce particolare e, se solo si sbloccano, rappresentano potenziali clone futuri della massa. Per questo gli "introversi ed estroversi speciali" vengono etichettati come "asociali", "diversi", sebbene l'essere asociali riguarda solo gli "introversi repressi".

    Una persona "diversa" è "fuori da questo mondo", non gli appartiene, gli va stretto, e scruta con pazienza ed estrema attenzione ogni persona che sia "fuori da questo mondo" esattamente come lei. Può apparire "asociale", ma in realtà è desiderosa di fare conoscenze, di cercare qualcuno che sia "fuori dal mondo".

    La maggior parte delle persone mondane, purtroppo, sono completamente immerse in esso, non risuonano, non hanno quell'anima particolare che i riservati cercano, perciò vengono automaticamente messe da parte, non prese in considerazione.

    Da parte dei "mondani" si manifesta un particolare interesse per questi individui, mentre questi ultimi non mostrano alcun interesse ad inserirsi nel mondo perverso.

    Ciò da particolarmente fastidio ai "mondani" e iniziano a prenderli di mira, sperando che alla fine cedano e facciano parte anch'essi della mondanità.

    I "diversi" mostrano avere una maggiore forza di volontà, perseveranza e cocciutaggine che va ben oltre la comprensione mondana, questi ultimi ne rimangono stupiti, attratti, senza però accettare la sconfitta che gli introversi abbiano quel particolare in più che tanto li distingue dalla massa, il rifiuto di essere plasmati.

    L'interesse per essi è alto, talmente alto da scatenare qualsiasi fantasia perversa, qualsiasi cattiveria gratuita. I "mondani", in cuor loro, bramano quella luce propria dei "diversi" che desiderano avere ma che non avranno mai.

    I "diversi" rappresentano quella piccola porzione del mondo sincero nonostante l'enorme voragine del mondo falso.

    Si è bersagliati come a voler spegnere completamente la sincerità e tutti quei valori positivi, peccato che sia tutto inutile dal momento che la natura dei "diversi" pulsa di una luce che non si spegnerà mai.

    Lasciar perdere i "mondani" e lasciare che si crogiolino pure nelle loro fantasie perverse e cattiverie gratuite, significa escludere delle persone spente, senza valori, senza luce, insomma, escludere la spazzatura della quale ormai questo mondo pullula.

    La cattiveria logora e divora dentro queste persone, ma d'altro canto i "diversi", nonostante la sofferenza delle ingiustizie, riescono sempre ad andare avanti e a non cambiare mai la loro splendida personalità per farsi accettare dalla spazzatura.

    ___________________________________________________________

    No, Francesco. Lascia perdere, ti renderesti solo ridicolo ai loro occhi.

    Se gli fai leggere questa mia risposta, non comprenderanno. Si tratta del fondo della loro anima, e la psicologia non può essere compresa verbalmente, con la semplice ragione razionale.

    Quando, per esempio, una persona ci sta antipatica a pelle non siamo in grado di definire il motivo, mi segui? Lo stesso motivo vale per "i mondani". Loro hanno semplicemente voglia di inventare, odiare, prendere di mira gli "introversi ed estroversi speciali", e la verità è che non ne conoscono il motivo.

    Ti daranno qualsiasi spiegazione, senza darti quella più specifica, nascosta e incomprensibile nella loro psicologia e nella loro anima.

    E ciò che è nascosto ed incomprensibile nella psicologia e nell'anima, non può venire a galla con la normale logica, altrimenti non vi sarebbe bisogno degli psicologi, ti pare?

    L'unica cosa che puoi fare è evitare queste persone e basta, non portare odio, altrimenti fai il loro gioco, rischi di essere consumato e plasmato a modo loro. E' questo che vuoi?

    Non credo. Ragiona, rifletti, e continua a renderti "speciale" così come sei sempre stato, lascia che queste persone parlino, sono loro ad essere divorate da menzogne, cattiveria e perfidia, non tu, ma se dai loro corda rischi di plasmarti e diventare uno dei tanti mondani.

    Fonte/i: Fiera di essere "a posto", "diversa". Fiera di non essere una "mondana".
    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    A mio parere le persone + riservate tendono ad essere prese di mira xchè:

    hanno 1 non so che di inafferabile e di misterioso, dunque generano curiositá e insieme sospetto.

    Però quando si esprimono giudizi su persone che nn si conoscono è normale che si dicano cose false e assurde, che nn stanno nè in cielo nè in terra.

    Del resto come si fa a dire qualcosa di sensato su qualcuno, se questo qualcuno nn lo si conosce?

    È tipico dei poveretti fare così, il bello è che loro si divertono a comportarsi in questo modo...poveri loro!!

    Se solo si accorgessero della pena che fanno invece...io li compatisco!!

    Sono solo degli esseri squallidi,

    lasciamoli affogare nella loro pochezza!!

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.