Tempo fa ho ascoltato in una radio cattolica una trasmissione...?

...in cui il prete al microfono parlava dei suoi studi su un frate con certificati disturbi psicologici ora diventato "santo".In particolare raccontava di come, mentre studiava, si documentava e prendeva appunti riguardo alla figura di questo tale, gli succedevano "imprevisti" tipo la penna gli cadeva, perdeva il segno delle pagine che gli interessavano, smarriva appunti e cose di questo genere.

Fin qui nulla di particolare, ma poi ha iniziato a dire che il motivo per cui gli succedevano questi "inconvenienti" era che il tale oggetto dei suoi studi, già da tempo purtroppo defunto, era infastidito in qualche modo dagli studi che in quel momento egli stava facendo, e quindi gli faceva questi "dispetti".

Inizialmente pensavo che stesse scherzando, invece no, diceva sul "serio", nel senso che era convinto che fosse così, ossia c'era (secondo lui) lo spirito/anima del defunto che gli faceva dispetti perché compiva studi su di lui.

Al di là dell'irrazionale che può presentare la situazione (che magari per qualcuno può non presentarlo), ed assumendo per credibili le ipotesi di quello "studioso", si può parlare di spiritismo?

Quel prete dicendo quelle cose, ossia che lo spirito/anima di un defunto che in qualche modo si manifesta a lui (facendogli dispetti, nella specifica circostanza…), dà atto che c'è una sorta di "spiritismo" nella sua religione?

Mi pare che il cattolicesimo non ammetta forme di spiritismo.

Affermare invece da parte di un prete, eminente figura in ambito cattolico, che ci sono spiriti o anime che si manifestano in qualche modo, cos'è?

E' una "manifestazione di fede"?

...o di grande coerenza?

Aggiornamento:

@Daliah: non si tratta di lui. Ma è comunque un prete. Credo che comunque questo basti.

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    mi sorge una domanda: chi è tra i due che ha disturbi psicologici? :-)

  • Bienaventurados los pobres de espíritu, porque ellos verán a la Señora en bikini.

    Sei sulla strada buona, ringrazia che hanno chiuso i manicomi.

    In Argentina non avresti scampo: ricovero in codice rosso!

  • 7 anni fa

    non dirmi che si tratta di padre livio! sarebbe il colmo.

  • Anonimo
    7 anni fa

    ci credo, e succede anche tra vivi.è questione di conflitto di volontà. non c'è nulla di sacro o santo ma sono problemi di rapporti di forza puri e semplici. la forza più forte,anche disincarnata, assorbe la forza più debole-. l'esoterismo o occultismo spiegano il fenomeno.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.