Il 4 maggio 2021 il sito di Yahoo Answers chiuderà definitivamente. Yahoo Answers è ora accessibile in modalità di sola lettura. Non verranno apportate modifiche ad altri siti o servizi di Yahoo o al tuo account Yahoo. Puoi trovare maggiori informazioni sulla chiusura di Yahoo Answers e su come scaricare i tuoi dati in questa pagina di aiuto.

Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scuola ed educazioneScuole primarie e secondarie · 7 anni fa

Aiuto domani ho la verifica di storia!!?

Mi potete fare un breve riassunto sulla prima guerra mondiale e sul primo dopoguerra?? Un riassunto molto chiaro e breve vorrei prendere almeno un 8 nella verifica! vi prego 10 punti al migliore!!! :((

2 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Dopo vari anni di conflitti, in Europa la situazione era diventata così grave che sfociarono nella cosiddetta Grande Guerra, nel 1910. Fu il primo conflitto di massa, perché coinvolse molte potenze mondiali.

    Le principali cause sono state:

    • la spinta espansionistica della Germania;

    • la Gran Bretagna con il suo predominio economico e marittimo;

    • la rivalità tra gli stati balcanici;

    • l’esigenza dell'imopero russo e di quello austroungarico di superare la crisi con una vincita all’estero;

    • l’intenzione dell’Italia di occupare il Trentino e la Venezia Giulia, ancora sotto il dominio austriaco;

    • l’interesse dei produttori di materiale bellico e dei grandi gruppi finanziari.

    L’occasione dell’avvio della guerra fu un attentato a Sarajevo, quando l’erede al trono Francesco Ferdinando e la moglie furono assassinati da uno studente serbo. Date i precedenti conflittuali, l’Austria dichiarò guerra alla Serbia.

    Si formarono subito due fazioni ben precise:

    Serbia, Triplice Intesa (Francia, Gran Bretagna, Russia), Giappone.

    Imperi centrali (Austria, Germania), Turchia.

    L’Italia si dichiarò neutrale. Il primo conflitto si ebbe con Germania contro Francia, e successivamente la Russia. La convinzione dell’esercito tedesco era quella di poter combattere in una “guerra lampo”, sconfiggendo, cioè, in poco tempo la Francia, per poi passare all’altro nemico. I tedeschi, però, dato che la Francia aveva fortificato il confine, furono costretti ad invadere il Belgio, per ritrovarsi poi al confine con la Francia, che organizzò le difese sul fiume Marna, fermando l’avanzata dei nemici. Da quel momento la guerra lampo divenne guerra di logoramento nelle trincee, tanto insensata quanto poco fruttuosa, dato che le posizioni rimanevano invariate.

    Per aiutare l’alleata, la Gran Bretagna organizzò contro gli Imperi Centrali un blocco navale, al quale essi risposero con l’uso del sommergibile. Affondarono il transatlantico inglese Lusitania, che trasportava anche passeggeri americani. Gli stati uniti obbligarono quindi la Germania a sospendere la guerra sottomarina, minacciando l’intervento diretto.

    Il governo italiano, invece si era dichiarato neutrale. Ma quando l’Austria dichiarò guerra alla Serbia senza nemmeno consultare l’alleato italiano, decise, dopo una lunga propaganda, di firmare il Patto di Londra, che imponeva all’Italia di dichiarare guerra agli stati centrali.

    Anche al confine Italia - Austria fu subito guerra di logoramento e gli insuccessi dell’Italia furono addossati al generale Luigi Cadorna.

    I russi si ritirarono dalla guerra, e tutti i reparti fin ad allora occupati sul fronte orientale si schierarono su quello italiano. Fu la disfatta: l’Italia cedette a Caporetto. Si temette addirittura che gli austriaci arrivassero a Venezia. Per evitare tutto ciò, fu sostituito Cadorna con il generale Armando Diaz.

    I tedeschi su schierarono di nuovo contro la Francia a Verdun e poco dopo sul Fiume Somme, dove furono usati per la prima volta i carri armati.

    Poco più tardi, la Serbia crollò e si schierarono la Romania accanto all’intesa e la Bulgaria accanto agli imperi centrali. I tedeschi e gli inglesi si batterono nella battaglia marina dello Jutland, che finì a “pari merito”. Gli Stati Uniti dichiararono guerra alla Germania, che continuava ad affondare navi americane.

    Nel 1917 il governo russo stabilì un armistizio con Germania e Austria, seguito poi dalla pace di Brest-Litovsk.

    Ma prima, l’offensiva giunse di nuovo fino al Marna, e Parigi fu bombardata. Ma, grazie agli americani, per la prima volta il fronte tedesco fu rotto, e i tedeschi furono costretti ad abbandonare dal Belgio e la Francia.

    In Italia, attaccarono su Piave, ma gli italiani sfondarono le loro linee a Vittorio Veneto.

    Il 4 novembre fu firmato l’armistizio tra Italia e Impero austroungarico.

    La guerra totale era finita.

    Quando furono discusse le condizioni da imporre alla Germania, Francia e Gran Bretagna volevano impedire che ridiventasse la maggiore potenza continentale. Dovette cedere alla Francia l’Alsazia e la Lorena e pagare una somma enorme alle nazioni vittoriose.

    Dalla guerra ne derivò il declino dell’Europa, e il passaggio del primato sul piano finanziario e su quello politico passò agli Stati Uniti.

    Fonte/i: Fatto da me :)
  • Mario
    Lv 5
    7 anni fa

    Studia, non ho intenzione di fare l'interrogazione al posto tuo.

    Vuole otto lei, non so io, robe pazzesche.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.