assenza ingiustificata?

Lavoro per una società di servizi, impiegata part time.

Al momento dell'assunzione lavoravo con orari di ufficio e alta disponibilità agli straordinari.

Per motivi di servizio, io come molti altri, siamo stati cambiati di commessa e quindi di pianificazione oraria.

Ora è richiesta una copertura dalle 7 alle 23 comprese festività e week end.

Da più di un anno ho richiesto un blocco orario su fasce diurne essendo ragazza madre con un figlio di 10 anni, ed essendo residente a più di 15 km da casa. La risposta iniziale è stata che potevo lasciare il bambino solo….. poi che ci pensavano.. e da li nulla..

Fino a pochi mesi fa il problema veniva aggirato con la disponibilità dei colleghi a farsi carico dei miei turni in favore di orari più gestibili.

Anche in considerazione dell'impossibilità di fare regolarmente straordinari e della prossima riduzione di orario del 20%.. mi è assolutamente proibitivo pagare qualcuno fino a mezzanotte.. guadagnerebbe più di me..

Ora ci è stata negata questa possibilità.. forzano turni dal ufficio del personale, cambiano orari all'ultimo (sempre al limite della legga)..io sono disperata…

Lunedì dovrei iniziare a lavorare alle 7.00…. mi figlio entra a scuola alle 8.30..a più di mezzora di macchina con il traffico di Milano, ma non vogliono cambiarmelo…

fermo restando che non lascio mio figlio in mezzo alla strada con due ore di anticipo, possono davvero mandarmi una lettera di richiamo per assenza ingiustificata per 2 ore di ritardo? anche se la giustificazione è lampante a chiunque??

soprattutto a seguito della mia richiesta inoltrata e sollecitata con largo anticipo

Non essendo l'unico caso di "ottusità" della mia azienda, possiamo opporci in qualche maniera?

La risposta ufficiosa data dai responsabili e dai sindacati interni è dichiara malattia…ufficialmente tutti temporeggiano..

Possibile che l'unica soluzione sia essere peggio di loro?

In attesa di potermi licenziare.. come faccio a non rischiare la giusta causa, senza però venir meno ai minimi obblighi di un genitore?

Grazie a tutti

3 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Anche se spesso sono considerati inutili ti consiglio di consultare un legale di qualche sindacato, sono sicuro che in un caso come il tuo ci siano dei regolamenti che ti tutelano, sino ad allora se possibile potresti affidare il bimbo al custode della scuola fino all'orario di apertura...certo è una soluzione che non si può protrarre nel tempo. Comunque una cosa te la posso garantire: non aspettarti comprensione dai datori di lavoro, anzi diventa pericoloso spigargli la situazione, potrebbero approfittare del tuo problema per metterti in maggiori difficoltà e licenziarti.

  • 7 anni fa

    cONTATTA UN CONSULENTE DEL LAVORO, TUTTI I CENTRI PER L'IMPIEGO NE HANNO ALMENO UNO A CUI SI PUO' RICHIEDERE UN APPUNTAMENTO GRATUITO...ALTRO NON SAPREI SUGGERIRTI :(

  • Anonimo
    7 anni fa

    capito

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.