hani m
Lv 4
hani m ha chiesto in Animali da compagniaCani · 7 anni fa

leishmaniosi: che tipo di "vaccino" fareste?

vivo in liguria, in zona altamente endemica, ho un cagnolino di un anno che pesa 10kg.

sabato siamo stati dal veterinario per il test per la leishmaniosi. il cane non ha contratto la malattia e quindi sarà possibile fare il "vaccino".

il veterinario mi ha illustrato due diverse possibilità ed ora sono piena di dubbi.

canileish o leisguard sono i prodotti che mi illustrato e lui non si è pronunciato su quale sia meglio perché non esistono ancora statistiche e numeri tali da potersi pronunciare.

da come ho capito, mi scuso se sarò imprecisa e poco chiara, svolgono la stessa funzione: stimolano il sistema immunitario in maniera tale che, in caso di contagio, il cane non manifesti la malattia o la manifesti in maniera lieve. di fatto nessuno dei due impedisce il contagio, per ridurre il rischio di contagio sarà necessario comunque usare gli antiparassitari e evitare alcune abitudini come tenerlo fuori durante la notte ecc...

ma veniamo ai due farmaci:

il primo (canileish) si somministra con tre iniezioni distanziate di un mese e con un richiamo annuale, provoca una reazione cutanea al cane, ponfo piuttosto vistoso nell'area della puntura e può provocare reazioni allergiche in soggetti allergici di piccola taglia, per questo motivo è consigliato un antistaminico da somministrare per 4 giorni, due prima e due dopo il vaccino, ha un costo elevato (70euro a iniezione, quindi per il primo anno il costo è di 210euro).

il secondo (leisguard) è uno "sciroppo" da somministrare tre volte all'anno per 4 settimane, è maggiormente consigliato su cani di taglia piccola perché non causa reazioni allergiche, si somministra in base al peso del cane ed ha un costo davvero contenuto rispetto alle iniezioni. il mio cane pesa 10kg e un flacone di "sciroppo" coprirebbe due dei tre mesi di cura annuali, con un costo a flacone di 16euro.

nel giro di un paio di settimane devo decidere cosa fare e... sono piena di dubbi!

d'istinto mi viene da pensare: se uno costa così tanto: sarà meglio dell'altro, ma in realtà il costo elevato è dovuto alla ricerca specifica per sviluppare questa medicina "nuova", mentre nell'altro caso è stata usata una medicina già esistente per gli umani.

sinceramente per me sarebbe un sacrificio spendere 210euro, ma se fosse l'unica alternativa li spenderei.

il veterinario mi ha detto che ha un cane di piccola taglia, come il mio, e ha optato per lo sciroppo perché il suo cane è un soggetto allergico. quindi se lui che è veterinario somministra il ben più economico sciroppo, vuol dire che crede nell'efficacia di questo prodotto o lascerebbe perdere del tutto.

l'altro dubbio che ho è: riuscirò a somministrare lo sciroppo per 4 settimane a questo soggetto ribelle o faremo una vita da pazzi ogni giorno? :)

ho dimenticato di chiedere al veterinario se ho la possibilità di "tornare indietro" ovvero: se opto per lo sciroppo, posso in futuro cambiare idea e decidere di usare le iniezioni?

voi? cosa fareste?

se siete riusciti ad arrivare alla fine di questa pappardella, vi ringrazio per la pazienza!

5 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao.

    Studio Medicina Veterinaria e sono molto appassionata dell'argomento Leishmaniosi.

    Personalmente, pur avendo seguito sia i corsi in facoltà che i convegni sulla presentazione del nuovo vaccino, io ho deciso di non vaccinare la mia cagna per ora.

    I motivi sono diversi: come prima cosa ti direi il fatto che una spesa così alta per una protezione così bassa secondo me è davvero un qualcosa di troppo "campato in aria"... si parla di protezione del 70%... praticamente la stessa data dalla profilassi con antiparassitari. Ovviamente il meccanismo d'azione del vaccino e della protezione antiparassitaria è ben diverso: con gli antiparassitari si parla di prevenzione vera e propria (cercare di non far pungere il cane dai flebotomi), il vaccino come hai detto tu stessa invece agisce in maniera diversa (in virtù di un eventuale contagio).

    Per quanto mi riguarda, se fosse solo questo il problema, uno stringerebbe i denti e riuscirebbe in qualche modo comunque a raccimulare la grande somma richiesta alla fine per un ciclo totale di vaccino... e ciò in quanto, anche se l'efficacia non è certa, al massimo spendo dei soldi a vuoto.

    Tuttavia è sempre più palese invece il discorso che comunque è un prodotto nuovo nuovo, che entrambe i preparati sono appena usciti e forse un pò troppo frettolosamente messi in commercio (anche se è un lavoro che va avanti da anni, sia chiaro), uno da diversi effetti collaterali e poco a poco si ha paura della segnalazione di altri problemi non proprio così a breve termine, l'altro si basa su meccanismi ormonali che sono sempre da trattare con molta attenzione, e poi se si vanno a vedere le statistiche alla base della produzione del vaccino (avverto che chiunque le voglia leggere... si parla di cani sani infettati apposta per vedere l'efficacia del vaccino, non sono proprio delle piacevoli statistiche da leggere, sia chiaro) tra i cani vaccinati e i non vaccinati in realtà non ci sono poi così grandi diversità di reazione...

    Insomma il discorso è molto complicato, ma alla fine io sinceramente ho deciso di non buttarmi a capofitto su un prodotto che, oltre ad essere caro, soprattutto non ha nè una efficacia e a maggior ragione nè una sicurezza garantita!

    Per finire... siamo d'accordo che un vaccino nuovo, per essere via via accettato, deve essere provato, ma sinceramente vista già la partenza preferisco aspettare e vedere un pò come devolve la situazione!

    Normalmente un vaccino viene messo in commercio quando è stato un pò più provato (aihmè in questo caso sempre su cani)... tuttavia questa volta a me pare proprio di testare efficacia e sicurezza di questo nuovo vaccino proprio direttamente sulla mica cagna... e mi sembra un gioco per cui, per come sono le informazioni ora, proprio non ne valga la pena!

    Tuttavia, ognuno fa quello che meglio crede... soprattutto quando si parla di malattie così endemiche e gravi... uno deve fare le cose senza avere rimpianti e cercando di agire in buona fede. In questi casi nessuno sa purtroppo al momento cosa sia davvero giusto da fare, e solo il tempo potrà dirlo. Apparte il fatto che comunque un cane sia vaccinato che trattato con antiparassitari (in modo logico e serio) può comunque infettarsi ed ammalarsi (purtroppo)... magari tra qualche anno sarà scontato e assolutamente consigliato dover vaccinare il proprio cane per tale patologia, così come magari invece sarà assolutamente sconsigliato e ritenuto magari anche pericoloso. E' così purtroppo, e la storia (anche di Medicina Umana) ce lo ha insegnato diverse volte...

    Personalmente preferisco continuare ad usare Advantix ogni 18gg, insieme a prodotti naturali a base di Olio di Neem o Citronella, tenendo sempre il cane di notte in casa, cercando il più possibile di avere limonina/geranei/etc in giardino e in terrazzo, cercando di usare prodotti naturali per allontanare pappataci (e zanzare) dagli ambienti e cercando di mettere più zanzariere possibili in casa (anche se sembrano in realtà piuttosto inutili). Ovviamente poi faccio l'immancabile test annuale (in laboratorio... non quello istantaneo) proprio in questo periodo, a febbraio/marzo.

    Se vuoi ti posso linkare diversi siti dove spiegano parecchio nel dettaglio molte delle preoccupazioni che ci sono tuttora riguardo questo vaccino, motivo per cui ci sono ancora diversi veterinari che, se domandato, sconsigliano il vaccino. Se preferisci posso anche indicarti dei testi, ma mi rendo conto che non sia così facile reperirli.

    PS: Per finire, scusa se mi dilungo, io ho scelto di non vaccinare la mia cagna NON per il prezzo! Anche se non è un basso prezzo sicuramente, se efficacia e sicurezza fossero maggiormente garantiti... ne stra varrebbe la pena (anche perchè se si pensa al mantenimento di un cane malato di leishmaniosi... insomma i prezzi mensili, almeno al momento, sono molto più alti e lo sono per tutta la vita del cane)! La mia paura deriva solo dal fatto che, oltre ad avere una bassa efficacia dimostrata, ha soprattutto una SICUREZZA non così nota (o meglio dire al momento dubbia...). Tutto qui!

  • Anonimo
    4 anni fa

    Se hai bisogno di un consiglio per trovare un hotel alle Hawaii ti linko questo sito in cui lo puoi trovare a prezzi stracciati https://tr.im/20se0 Le Hawaii sono come nessun altro luogo al mondo ,è il posto più bello in assoluto in cui sia mai stato , ci sono delle isole pazzesche con palme e sabbia bianca .E’ il posto migliore per surfare e rilassarsi .Volendo c ‘ è la possibilità di fare snorkeling e vedere fondali marini che meritano d ‘esser visti .C ‘ è un isola così verde e lussureggiante da essere soprannominata l ‘Isola Giardino . Quando ci sono andato mi sono innamorato ripromettendomi di tornare perche si sta troppo bene .

  • 7 anni fa

    preferisco la prevenzione, finchè non faranno un vaccino sicuro, che protegga davvero dalla malattia, prevenire è la cosa migliore, perfino la casa di produzione del canileish consiglia di continuare la prevenzione con gli antiparassitari classici anche se il cane è vaccinato.

  • Ciao, anche io vivo in zona super endemica, e anche io ho chiesto a vari veterinari.

    Pensa che alcuni vet mi hanno sconsigliato di farlo.

    Poi mi sono un po' documentata su internet, e ho letto che moltissimi cani si ammalano gravemente e muoiono, pur avendo fatto il vaccino, quindi protegge poco. Senza contare che ci sono non poche reazioni collaterali che può provocare, molto più dei comuni vaccini.

    E cosa importante, essendo un vaccino nuovo, non si conoscono potenziali rischi e controindicazioni pericolose a lungo termine, inoltre I dati sono contraddittori e vaghi. In pratica non si sa nulla di concreto su questo. Perché spendere tutti questi soldi senza sapere se sto facendo del bene o del male ?

    In virtù di tutte le cose sovraelencate, io scelto di non farlo fare al mio cane. Sono però scrupolosa con la peoteziine antiparassitaria, usando sia Advantix ogni 2 settimane, che olio di Neem tutte le sere per tutto il periodo pericoloso.

    Poi test 2 volte l'anno e l'aiuto del Signore :)

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 7 anni fa

    Io ho fatto il vaccino.

    Ho optato per quello, e non per lo sciroppo, sostanzialmente perchè il secondo, a differenza del primo, è un farmaco ormonale, a base di prolattina.

    Non è proprio acqua fresca, anzi, tutt'altro, e se c'è una cosa che si sa sull'uso dei preparati ormonali sui cani, è che a lungo andare possono avere effetti collaterali devastanti.

    Ovviamente, essendo un farmaco nuovo, ancora non esistono statistiche relative proprio al leisguard, però esistono in relazione all'uso di ormoni per manipolare la funzione riproduttiva.

    Qui da noi tutti i veterinari praticano il vaccino, e francamente non ho sentito nessuno che ha avuto grossi effetti collaterali a breve termine, eppure frequento da anni un centro cinofilo, quindi di padroni cani-muniti ne conosco tantissimi.

    E' chiaro che ancora non esistono statistiche nel lungo periodo, però è anche vero che il canileish è un vaccino spento, non vivo attenuato.Normalmente, le potenziali reazioni dannose sull'organismo del cane riguardano i vaccini vivi, invece.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.