Anonimo
Anonimo ha chiesto in Musica e intrattenimentoAnimazione e fumetti · 7 anni fa

Otaku, non ha più la definizione di un tempo secondo me...?

Parlo per l'occidente e dunque sul fronte italiano e parlo soprattutto per esperienze personali.

In giappone non sò... non c'ho messo piede... dunque... T_T voglio andare in giappone... No ricomponiamoci, allora, a mio parere l'Otaku non si può più definire come un flagello, una stramberia, na rovina sociale perchè uno può essero come vuole. Io non ho mai esternato al limite dell'immaginabile tali interessi... Ho iniziato a guardare anime quando li trasmettevano su Mtv, dicendo: Evangelion? che cartone contorto, a parte i combattimenti non ci capisco na mazza. Ranma 1/2? ahahahah troppo forte, crepo dal ridere! Yuyu hakusho? mi piace assai! Poi prima ovviamente ero dragonball fan in grado quando non mi vedeva nessuno di provare a fare questo:

https://www.youtube.com/watch?v=rh6a-2LqH5s

Youtube thumbnail

Ho guardato Yugioh fino allo sfinimento (e ora aspetto yugioh ARC V) e impazzivo per le giocate assurde della primissima serie ecc ecc...

Ho guardato molti lungometraggi, anche di Miyazaki, che gli otaku gli ha criticati:

http://www.animeclick.it/news/37998-hmiyazaki-gli-... A miyazaki, ma se non li guardiamo noi, chi li deve guardare e apprezzare... Mia madre? ahahahhah, per lei sei uno che non ha mai avuto un cacchio da fare che produrre cartoni animati cinesi per bimbi di 2 anni e mezzo...

Summer Wars... ha mi tenuto incollato allo schermo... la sfida finale, ma si risolviamo il tutto con un gioco di tessere giapponesi... marò, mi sentivo quando nel primo episodio yugi affronta seto... oppure quando in summer wars lo sconfiggono il virus e fermano il missile, mi sembrava emozionalmente di essere tornato al primo lungometraggio dei digimon quando Omnimon stramina tutte le copie del virus con cannone e spada e dà il colpo di grazia al digivirus scongiurando un disastro missilistico... Ho guardato cose come onepiece, detective conan, ma poi sono passato oltre ad anime come la malinconia di haruhi suzumiya, Hyouka, Steins gate ah adoro steins gate, per whovians come me, la tematica del viaggio nel tempo fa sempre impazzire. Oggi sto seguendo GUNDAM BUILD FIGHTER, che è carino, è tipo yugioh, ma con i modellini gundam che si scontrano. e poi accelworld ho finito di vederlo ed è fantastico, altro che SAO va... non sono uno da Attacco dei giganti... sono uno da... anche anime come Hayate no gotoku, excell saga, o Chuunibyou Demo Koi ga Shitai....

Per il resto, c'è poco da dire: non ho mai comprato un manga e quindi non sono mai entrato in una fumetteria... perchè? perchè io ho contribuito a far girare l'economia delle carte di yugioh e altri giochi di carte collezionabili ancora vivi o da parecchio morti nei negozi appositi con spazio gioco. ahahahah

Non ho mai fatto cosplay o partecipato a fiere (non ne ho il fisico, non ne ho i soldi, non esternando il mio otakuismo che darebbe non poco fastidio ai miei genitori...) però al mio primissimo piccolo torneo ufficiale di yugioh, mi sono presentato con jeans, maglietta scura, giacca di jeans aperta e occhiali da sole, per sentirmi un duellante figo tanto quanto quelli dell'anime.

Ho genitori che mi butterebbero i manga se li comprassi senza pensarci 2 volte, esattamente come mi hanno buttato nel corso degli anni, lego, carte, beyblade, mini 4wd... ecc ecc.

Otaku non ne conosco nella vita reale (chissà se a settimo milanese ce ne sono...)

Dunque eccomi qua. al giorno d'oggi, un ragazzo basso, grassoccio ma non grasso, paccioccoso, occhialuto ma non secchione, della fascia dei 20 anni ma sembro più giovane... che ogni tanto guarda qualche anime, gioca online a yugioh gratuitamente... e non mi sento strambo o infantile perchè sinceramente in stò mondo dove si ammazzano, t'ammazzano... e eeeee... su gente, si cade in depressione e mammazz pu io... e no... io diventerò un creatore di giochi o uno scrittore di racconti fantastici lololololol!

Dunque questa divina commedia l'ho scritta per dire che secondo me, soprattutto in occidente al termine OTAKU non può essere data la definizione classica di flagello rovina società! Perchè ad esempio il mio caso, mi posso definire un Otaku Personalizzato! E voi che otaku siete??? XD

4 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Posso parlarti dei vecchi otaku. Considera che ti sto parlando di qualcosa come 24 anni fa, quando il termine era praticamente sconosciuto, anime era solo roba da seduta spiritica ed i manga avevano appena iniziato ad arrivare ed erano con le tavole ribaltate per una lettura all'occidentale (e tutti i personaggi diventavano miracolosamente mancini e con il cuore a destra, ah, ah!).

    All'epoca c'erano gli appassionati e gli otaku. Mancavano quelli che si atteggiavano ad otaku perché non lo so... forse farà fico? Boh, ma questo è un fenomeno che sto vedendo ultimamente. All'epoca, siccome non se ne parlava e pochissimi avevano internet non faceva fico definirsi otaku.

    Inoltre erano soprattutto persone dai 20 anni in su a seguire questo genere. Naturale erano quelli che hanno visto mandare in onda i primi cartoni giapponesi.

    Gli appassionati aspettavano con ansia Lucca, Expocartoon e Milano non solo per comprare gadgets originali, ma soprattutto per acquistare i manga in lingua originale (che venivano anche dalle 7000 alle 15000 lire a volumetto a volte!!!), gli artbook e soprattutto le riviste giapponesi (New Type soprattutto) per sapere quali anime fossero in uscita in Giappone (ripeto internet mancava).

    Molti poi pubblicavano loro riviste con trame ed anticipazioni (le famose fanzine) e come gli appassionati di ora, si dilettavano a disegnare storie manga, sia completamente create da loro, sia fan art, che auto-pubblicavano (a volte dentro fanzine a volte in volumetti a parte) e poi rivendevano alle fiere (normalmente per gli autoprodotti c'erano i posti gratuiti).

    Poi c'erano gli otaku. Ma quelli erano otaku nel vero senso della parola. Facevano quasi paura. Erano veramente fuori dal mondo.

    Poi naturalmente non mancavano alcuni esaltati che come quelli di adesso s'imbestialivano a sentire la parola "fumetti giapponesi" e che ogni tanto piazzavano qualche parola giappa imparata in qualche anime (e non puoi capire che casino procurarsi le VHS, ma soprattutto un videoregistratore che ti permettesse di vederle), però diciamo che in rapporto ad ora erano molto meno.

    Ecco, io la vera differenza che vedo è questa, che ora sono veramente in tanti quelli che non so per quale motivo adorano atteggiarsi ad otaku.

    Non so come spiegarmi. Non sto dicendo era meglio prima o cosa. E' la legge dei grandi numeri, e basta. Il fenomeno è cresciuto.

    Riguardo al significato di termine otaku, quello non ha mai avuto qui in occidente l'accezione negativa che ha in Giappone, sebbene come ti ho detto gli otaku dell'epoca erano proprio fuori.

    Per neko: Gli otaku, quelli veri, non hanno amici al di fuori di quelli immaginari degli anime e manga. Sono veramente alienati. Poi ci sono quelli che noi potremmo considerare otaku, ma sono semplicemente molto appassionati e non chiamarli otaku che ti staccano la testa.

    E parlo per esperienza, sia riguardo agli otaku veri in Giappone, sia di appassionati giapponesi (capirai, ne ho pure sposato uno!!!!)

  • Un Otaku in Giappone è una persona che adora in modo ossessivo gli Anime e i Manga {grazie, Wikipedia u.ù}, ma secondo me non per questo deve essere visto come uno sfigato o un pazzoide, di cui aver "paura" XD

    Poveretti, avranno amici anche loro u.u

    E poi vengono criticati da tutti, una frase che sento spesso {non ricordo a chi era riferita} è tipo "io non vorrei svegliarmi al mattino e trovarmi davanti la faccia di Asuna"...

    E perchè no? OwO

    Io lo vorrei il poster di Mihael Keehl UwU

    Comunque, finchè non si diventa Otaku a tal punto da voler sposare un personaggio, possiamo considerare queste persone sane di mente U.U

    Dopo questa pappardella, voglio dire quindi che, per essere Otaku, non devi conoscere tanti Anime/Manga, ma devi amarli *^*

    E' una cosa che te la senti dentro, uno può considerarsi un Otaku anche se ha visto un Anime o letto un solo Manga in tutta la sua vita, no? UwU

    Poi ognuno può personalizzarsi '^'

    Io, ordunque, dico che sono un Otaku 13enne che legge Manga e guarda Anime da quando aveva sei anni {grazie a mia sorella *^* Pensa che mi guardavo Black Lagoon, Kenshiro, Saint Seya, Death Note e Soul Eater xD}... Ma ufficilamente da 1 anno, più o meno u.ù Da quando ho iniziato a venerare Dragon Ball

    Che ama in primo luogo gli Anime/Manga in cui si combatte {Naruto, Soul Eater, Buster Keehl, Inuyasha, Shingeki No Kyojin... *^*}, poi quelli comici {Ranma 1/2, Lovely Complex... *^*}, poi quelli romantici {Kareshi Kanojo No Jijo, Kodomo No Omocha, Nana, Toradora, Nui, Nagatacho Strawberry, Namida Usagi... *^*} °^°

    Ma anche psicologici come Death Note +-+

    Amo troppo i miei piccoli Manga nella libreria *-*

    Peccato che qui a Piacenza non c'è proprio nessuno a cui piacciono...

    A parte un utente di Yahoo che mi ha detto che abita pure lui qui {*^*}, e una mia amica che vedo 2 volte alla settimana, per 10 minuti, negli spogliatoi di Karate :S

    E poi tutti i ragazzi {di solito le ragazze no :S} a cui piace Naruto e via dicendo sono tutti di 17 anni, amici di mia sorella... Non è giusto T^T

    La nuova generazione sa solo stare al cellulare e ascoltare musica Rap D:

    Ma io sono felice lo stesso u.u

    Shao :'3

    Ps: non conosco quasi nessuno degli Anime che hai elencato, ma ho ancora tempo per vederli tutti u.u

    Ranma 1/2 fa morire :'D

    Anche io ho voglia di andare in Giappone OwO

    Ci andiamo? XD

    Intanto ti aggiungo ai contatti ù.ù

    @Sanji

    Allora, se non hai voglia di leggere, non entrare nelle domande che non t'interessano scrivendo enormi cavolate irritanti come "OP regna!!" ._.

    Davvero patetico ù.ù

  • 7 anni fa

    Kon'nichiwa! Watashi wa Alisa-chan!!

    Effettivamente gli otaku non sono una rovina... è come se dicessi ad uno che ha la passione per la lettura che è una piaga per la società.. Ognuno è diverso dall'altro ed è libero di essere diverso. E' la diversità che ci rende unici...Io ho da poco una grande passione per il mondo giapponese ma tra un po' potrei stancarmene o potrei continuare ,in fondo significa solo avere un altro orizzonte culturale , e la cultura non ha mai ucciso(forse). Io la penso così

    Fonte/i: Otaku da 8 mesi
  • 7 anni fa

    +2...solo perchè mi soccio di leggere sennò ti avrei risposto

    Fonte/i: OP regna!!
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.