Vale
Lv 5
Vale ha chiesto in Scienze socialiStudi di genere · 7 anni fa

Donne, uomini, barbieri e parrucchieri, un piacere o un supplizio?

Per esempio io amo e odio le parrucchiere...

Non amo le attese, seduta su un divanetto a sfogliare riviste ormai antiquate. Amo quando taglio drasticamente e vedo la mia montagna di capelli ai miei piedi. Odio la piega delle parrucchiere, che rende i capelli innaturalmente immobili e sporchicci.

Da ragazzina, appena tornata a casa, legavo i capelli proprio per questo. E mia madre mi dava dell idiota. Ora ho smesso, ma continuo a provar ribrezzo per le loro pieghe.

Ieri son stata dalla parrucchiera, oggi ho lavato i capelli e mi son sentita liberata di in peso. Li ho asciugati, non li ho neppure stirati, sono tutti in disordine. Assomigliano un po a quelli di Mick Jagger. Ma almeno la brutta senzazione non c è più.

DDR: ma voi nella ultimo periodo siete riusciti a mandare mail tramite answers dal cellulare?

Io prima riuscivo. Ora ho problemi.

Grazie per l attenzione.

16 risposte

Classificazione
  • Anna
    Lv 7
    7 anni fa
    Risposta preferita

    odio cordialmente le parrucchiere.

    non so perchè ma ho sempre trovato parrucchiere troppo piene di iniziativa che se dicevo "voglio un taglio così" uscivo con il taglio cosà.

    alcune terribili: uscivo con i capelli cotonati manco negli anni 50.

    altre a cui sei costretta a rispondere male perchè "NO! non lo voglio lo shampoo+balsamo+crama+trattamento a 27 euro a goccia che mi proponi ogni 5 minuti neppure se mi fa diventare Kate Moss!"

    e quelle che si sentono tenute ad avere una conversazione mentre tu sei lì che ti rilassi e quasi ti addormenti mentre ti massaggiano la cute.

    ma l'ambiente mi piace! mi piacciono gli odori e i rumori e la leggerezza dei capelli quando è la parrucchiera a trattarmeli (forse dovrei comprare quello shampoo+balsamo+ecc a 27 euro a goccia....).

  • Anonimo
    7 anni fa

    Il mio odio compulsivo verso le acconciatrici nasce quando da ragazzina, avevo all'incirca quindici anni, ho chiesto alla parrucchiera di fiducia di mia madre di tagliare delle fottute doppie punte, ritrovandomi poi davanti ad uno specchio con le lacrime agli occhi ed un caschetto che avrebbe invidiato anche Nino D'Angelo ai tempi d'oro. Sono stata letteralmente traumatizzata da quell'esperienza, tant'è che è stato difficile porre nuovamente fiducia in mani che impugnassero forbici e pettine.

    Attualmente ma neanche tanto, da ormai otto anni credo, a coccolare i miei capelli ci pensa un uomo, e devo dire che la mia testa da quel salone esce sempre più bionda e soddisfatta!

    DDR: non sono solita mandare delle email dal telefono ma ho letto diverse lamentele al riguardo, credo si tratti di un problema generato dalla nuova veste di Answer.

  • Anonimo
    7 anni fa

    Da bambina mi piaceva un mondo il pennello che mi spennelava la faccia, mi piaceva meno il lavandino con quel buco per la nuca, quel lavandino era, è e sarà sempre un supplizio. :(

    Pertanto non ci vado dal parrucchiere da tempo immemorabile, grazie al mio estro creativo ho preso in mano le forbici a 16 anni e mi sono conciata (più volte) per le feste...l'ultimo mio incontro col parrucchiere fu un pomeriggio in cui mia madre mi trascinò di forza per un gomito obbligando la parrucchiera a tagliarmi i capelli in un taglio 'normale'. decisi che piuttosto che un taglio a caschetto me li doveva fare da uomo...e così fu.

    Girai col cappello finchè non crebbero di nuovo.

    ___

    (il 'da bambina mi piaceva un mondo il pennello che mi spennellava la faccia' non significa che fossi una bambina barbuta) :(

  • 7 anni fa

    ...ne riparlavo sere fa (guarda tu, a volte, certe combinazioni strane...) con un paio d'amici mentre passavamo davanti alla bottega di Gianfranco, nel quartiere che m'ha ospitato per 13 anni (San Lorenzo).

    Quello che alcune donne sfortunate (poi ce ne sono altre da circo più fortunate) non possono provare nè capire è: farsi fare la barba da Gianfranco.

    Un'esperienza mistica. Una culla. Un massaggio turco. Un carillon che paralizza i sensi.

    Massaggi col pennello, panni caldi spiattellati in faccia, olii, lozioni, profumi dozzinali macchècchissenefrega.

    Avresti voluto non finisse mai. Ah! Jeanfrank...

    http://www.youtube.com/watch?v=2HaK4Lyr9Tg

    Youtube thumbnail

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    Io ci vado ogni due anni, e l'ultima volta è stata nella primavera di due anni fa, non perché li faccia crescere esageratamente ma perché quando serve me li taglio da sola o mi faccio aiutare dalla mamma. In generale non amo andare dalla parrucchiera perché non azzecca mai il taglio che voglio, per questo la mia tattica è il do it yourself (come sono hardcore punk). Non ho intenzione di andarci presto, mi piacciono alla lunghezza attuale, yuppi.

  • Anonimo
    7 anni fa

    E più di un anno che non vado dal barbiere e da ottobre non mi taglio nemmeno i capelli.

    Sembro Bud Spencer!

  • 7 anni fa

    Letteralmente godo. Quando li taglio li rado quasi a 0 ai lati e un paio di cm in cima, quindi il passaggio della macchinetta prima e della lametta poi sulla pelle, soprattutto verso la nuca, mi fa fare le fusa, awwww :3

  • 7 anni fa

    In qualche modo l'ho sempre trovato imbarazzante. Certo trovavo piacevole farmi fare il massaggio delle cute. Ma alo stesso tempo non sempre ero dell'umore per poter discutere di qualche cosa. Ci si trova li con sempre le stesse persone, si è clienti da anni e si crea l'aspettativa di un dialogo. Io non ci riuscivo, mi diventava quasi un obbligo e i silenzi diventavano imbarazzanti momenti inframezzati da risposte monosillabiche.

    Devo in un qualche modo ringraziare la calvizie che ha consentito di fare tutto in casa, una tosata e via. E risparmio pure 25 € al colpo.

    E poi a ben vedere non avevo più manco il tempo per andare li. Il lavoro me lo impediva...

  • Anonimo
    7 anni fa

    la parrucchiera per me è un supplizio. odio l'attesa con le stupide riviste di gossip, i pettegolezzi, e più di tutto le parrucchiere "hair stylist" che fanno esperimenti sui capelli a spese dei clienti. per me è una maledizione che provo a posticipare ogni anno. non mi faccio il colore per non doverci andare mensilmente. preferisco il dentista alla parrucchiera. sul serio

  • sarà
    Lv 7
    7 anni fa

    un lontano ricordo...immoto nell'odor di brillantina linetti

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.