Anonimo
Anonimo ha chiesto in Scienze socialiPsicologia · 6 anni fa

Aiuto sto afrontando un brutto periodo della mia vita da ventenne?

Questo è proprio un brurro periodo per me, forse uno dei più brutti che ho mai incontrato. In vita mia ho avuto anche altri momenti difficili, perchè magari col tempo ed altre sciocchezze sono stato emarginato mi sarò forse perso alcune tappe della vita e ho anche avuto problemi con disturbi ossessivo compulsivi. Ma questo non centra piu di tanto, perchè quello che è stato è ormai acqua passata. Ho tuttavia, nonostante le mie stranezze e difficoltà ad affrontare la vita, preso il mio bel diploma con un discreto voto di uscita. Durante la fine della mia scuola superiore prima dell' esame ho avuto un inizio di periodo di forte ansia nevrotica, questo eriodo acompagnato sempre da ossessioni è durato tutta l' estate del 2013 compreso l' inizio dell' anno universitario. Ultimamente sono anche depresso, faccio devo dire fatica a troare la forza dentro di me, pero anche il fatto di avere scritto questo testo un po mi ha dato forza. Purtroppo anche se le materie che studiavo all' università mi piacevano le ho trovate molto impegnative e complicate. Quindi in questo periodo ho cominciato a non frequentare piu l' università, e lo dico con un pò di rammarico tutto ciò. Devo dire che non ce la facevo a seguire in parte per tutte queste cause sopracitate, e in parte per la difficoltà delle materie, che nonostante tutto trovavo affascinanti ed innovative. Ora la mia principale preoccupazione è di non sprecare tempo e di riuscire a vivere meglio combattendo la depressione.Spero un un futuro

4 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Risposta preferita

    Ciao Emanuele. I momenti difficili ed ardui fanno parte della nostra vita purtroppo. Il problema sorge quando ci sentiamo schiacciati da questi problemi e non troviamo nessuna via d'uscita. E' in questi frangenti che dobbiamo chiedere aiuto ad altre persone, senza vergognarci o sentirci imbarazzati. Perché è la semplice parola, detta dalla persona giusta, che può farci stare meglio. Ti consiglio di parlarne prima di tutto con i tuoi genitori; con loro, cerca di trovare un equilibrio ed una soluzione. In seguito, rivolgiti ad un centro di salute mentale dell'ASL. Non farti spaventare dal nome. Sono luoghi dove sono presenti persone amorevoli e comprensive (psicologi, psicoterapeuti, psichiatri) il cui lavoro è aiutare chi sta vivendo con difficoltà una parte della sua vita. Io ho fatto il tirocinio in un centro di salute mentale e posso assicurarti che le persone che ci lavorano sono capaci e competenti. Oltretutto, non smettere di frequentare l'università: la solitudine porterà conseguenze ancor peggiori. Frequenta i corsi, fai nuove amicizie e cerca di aprirti con qualcuno che reputi degno di accogliere dentro di sé la tua sofferenza. Certo, all'inizio ci si sente un pò timidi (parlo per esperienza) ma è sufficiente qualche semplice parola, un sorriso e la conoscenza è creata. Concentrati anche sulle materie per quanto siano difficili: un obiettivo, uno scopo, un traguardo, potranno auto realizzarti e farti sentire un pò meglio di quanto non lo sei ora.

  • 6 anni fa

    Sono sicura che ce la puoi fare. Magari non hai scelto bene la facoltà giusta x te? Se ne hai bisogno prenditi un po di tempo x te stesso, x fare le tue scelte, x dedicarti alle cose che ti piace fare. In bocca al lupo.

  • 6 anni fa

    la vita riserva momenti difficili bisogna essere tenaci e superarli

  • 6 anni fa

    prima o poi tutto passerà

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.