Sofia ha chiesto in Matematica e scienzeIngegneria · 7 anni fa

Quali sono i pregi e i difetti di una casa completamente indipendente dall' energia?

Progettando una casa che abbia energia proveniente esclusivamente dall' eolico (o mini eolico), dal fotovoltaico e termosolare tutti e tre disposti attaccati alla casa senza avere alcun allaccio con elettrico con enel.

L' interno della casa è presente un router, alcune prese per cellulari e computer. Non sono presenti frigoriferi, congelatori (non servono in quanto è presente un ampio terreno che garantisce cibo fresco tutto l' anno), non c'è la tv ma un videoproiettore. Quindi tenendo presente che ci sono solo questi dispositivi elettrici che funzionano con la corrente, quali sarebbero i difetti di questa casa in termini energetici? è proprio necessario avere degli accumulatori di energia?

Supponendo che sia il fotovoltaico sia il minieolico siano ben utilizzati.

2 risposte

Classificazione
  • 7 anni fa
    Risposta preferita

    Purtroppo è necessario, perchè gli utilizzatori (cioè tutto ciò che di elettrico c'è in casa) hanno bisogno di energia che abbia opportune caratteristiche di tensione e frequenza, con una certa tolleranza, altrimenti non possono funzionare. L'energia prelevata dai pannelli fotovoltaici e dall'alternatore eolico è alquanto incostante (basti pensare a quanto cambia il vento o alle nuvole che ombreggiano i pannelli), pertanto è necessario avere, oltre agli apparati di regolazione, anche dei metodi di accumulo.

    La rete elettrica nazionale non ha serbatoi di accumulo (o perlomeno non di dimensioni significative), ma ha numerose centrali che possono produrre energia in continuazione. Nonostante questo la regolazione tensione/frequenza è uno degli aspetti più complessi e delicati della gestione delle reti elettriche, e questa complessità, purtroppo, si è aggravata proprio in concomitanza dello sviluppo dei piccoli impianti eolici e fotovoltaici, che immettono energia in rete modo non controllato dal sistema elettrico nazionale.

    Personalmente, visto l'impatto ambientale che ha la produzione, la manutenzione e lo smaltimento delle batterie, sono a favore dei sistemi di accumulo ad idrogeno, anche se il loro costo è, per il momento e per motivi; secondo me, anche politici, ancora proibitivo.

    Tale metodo permette di accumulare energia in modo praticamente illimitato (dipende da quanto è grande il serbatoio) sottoforma di idrogeno prodotto tramite elettrolisi dell'acqua con l'energia generata dalla fonte rinnovabile. Una volta garantita la disponibilità di idrogeno, è garantita anche la disponibilità continua di energia elettrica, che viene generata attraverso opportune celle a combustibile.

    Fonte/i: Ho lavorato al software di gestione della regolazione tensione/frequenza della rete elettrica italiana.
  • 7 anni fa

    I pregi sono sapute, Il difetti sono l'alto costo iniciale e la dependenza di fattori esteri: avere o non avere sole e vento, la capacità di produzione d'inverno dello terreno.

    È necessario avere degli accumulatori di energia, perche quando ha ghiaccio e nuvole, il sistema non anda bene.

    -Si hai un grande terreno, i puo pensare anche in un produttore di gas di spazzatura da alimentare un generatore elletrico oppure cuocere e calore l'aqua.

Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.