Il Napoli pretende le scuse del Guardian che ha definito la città "roccaforte della mafia" e qualche giorno dopo a Roma?

permette ad un capo ultrà, tale "Gennaro ’a carogna" (con maglietta che inneggia all'assassino di un poliziotto) di decidere se la partita si debba giocare o no, con Hamsik che va a chiedergli il permesso. Anche questa è mafia.

Delaurentis se la prende col Ministero dell'Interno che non ha saputo gestire l'evento e delira: "tifoseria del Napoli fra le più corrette".

Neanche 10 anni fa, nello stesso stadio, si erano viste cose simili, con i boss del tifo organizzato romano a decidere le sorti di un derby.

Questa è la cultura sportiva che hanno a Roma e a Napoli, non si parla di "cultura da provinciale" ma proprio di "cultura criminale", incompatibile con il mondo civile.

E' possibile che le istituzioni sportive siano così impotenti?

6 risposte

Classificazione
  • Anonimo
    7 anni fa

    Se succede questo è colpa delle autorità.

  • 7 anni fa

    Ignoranti e ridicoli

  • 7 anni fa

    se quel capo tifoso è un camorrista la società ed il prefetto che lo hanno fatto entrare devono dare spiegazioni Hamsik è andato solo a parlare con i tifosi per sincerarli sulle condizioni del tifoso ferito fuori lo stadio non per chiedere autorizzazioni

  • Anonimo
    7 anni fa

    il capo ultrà non ha deciso un cazz0

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • Anonimo
    7 anni fa

    è vergognoso che una competizione sportiva nazionale sia un ostaggio di un singolo tifoso criminale...

  • Anonimo
    7 anni fa

    Secono me siete strani voi. I tifosi del Napoli sono stati attaccati da tifosi di una tifoseria terza, i romanisti, un tifoso è in gravi condizioni, altri due sparati, altri feriti lievi... ma la colpa e dei napoletani che non volevano giocare? Nessuno poi ha sottolineato una cosa, i tanto pericolosi ultrà del Napoli si sono convinti solo quando gli esponenti delle forze dell'ordine sono andati sotto la curva a rassicurarli dimostrando che il dialogo tra ultras e forze dell'ordine è possibile. Tanto di cappello.

    Bao Luo: se non conosci il capo della A de Napoli.stai zitto. Ma come ti permetti di dire che si era suoi ostaggi quando ha cercato di calmare gli animi invitando i tifosi a darsi una regolata. Forse è da altri parti che si è schiavi, non nelle curve del Napoli...e poi lui ha ascoltato i dirigenti e le forze dell'ordine e ha deciso insieme agli altri tifosi organizzati con il consenso anche degli altri. Era giusto che a prendere la decisione fossero i napoletani.

    Fonte/i: Loro sono stati attaccati. Uno di loro era in condizione gravi.
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.