Anonimo
Anonimo ha chiesto in Società e cultureReligione e spiritualità · 6 anni fa

se fosse una truffa, come spiegare le guarigioni insipiegabili avvenute a Medjugorje?

Aggiornamento:

le guarigioni sono dicumentate anche più di quelle di Lourdes, non si scappa.

14 risposte

Classificazione
  • 6 anni fa
    Risposta preferita

    Alcuni casi famosi di guarigione a Lourdes

    La guarigione del fiammingo Pieter De Rudder, avvenuta il 7 aprile 1875, viene contata tra quelle di Lourdes, anche se avvenne in realtà nel santuario Della Madonna di Lourdes a Oostacker, presso Gand, in Belgio. La gamba sinistra di Pieter era stata fracassata dalla caduta di un tronco: dopo otto anni di inutili cure, con tibia e perone ridotte in frammenti, e il "terzo inferiore della gamba e il piede penzolanti come uno straccio", si recò al santuario "trascinandosi con le grucce", tornandone "senza stampelle e ballando". Aveva 44 anni, e visse fino a 75: quattordici mesi dopo la morte, il suo corpo fu riesumato e il fenomeno verificatosi, non spiegabile dalla scienza, fu constatato da oltre cento medici. La Chiesa cattolica riconobbe la guarigione come miracolosa il 25 luglio 1908[9]

    Marie Biré

    Marie Birè, nata Lucas, era una contadina francese robusta e attiva, madre di sei figli, ma nel 1904, a trentotto anni, si ammalò gravemente, arrivando a perdere la vista. Il 5 agosto 1908, dopo aver ricevuto la Comunione nella grotta di Massabielle, tornò improvvisamente a vedere. Il dottor Lainey, famoso oculista e membro del Bureau Médical di Lourdes, avendola visitata subito dopo la guarigione, scrisse: "La visita degli occhi con l'oftalmoscopio ha rivelato da entrambe le parti una pupilla bianca, madreperlacea, senza colorazione di sorta. Le vene e le arterie erano sottili come fili...si trattava di atrofia bianca del ottico con origini cerebrali, una delle più gravi e incurabili malattie degli occhi. La signora Birè ha però recuperato oggi la vista. Era in condizioni di leggere le lettere più piccole e la sua vista a distanza era altrettanto buona". La capacità visiva era "normale e acuta", benché l'atrofia dei nervi non fosse stata eliminata: solo un mese dopo l'atrofia scomparve e il nervo ottico si ricostituì. Il dottor Merlin scrisse: "Analizzando questo caso bisogna prendere particolarmente in considerazione il fatto che la signora Biré poteva vedere già poco tempo dopo il verificarsi del miracolo, benché sotto l'aspetto oftalmologico il suo nervo ottico fosse ancora malato e lo stato delle sue pupille non permettesse teoricamente la vista".

    Nel suo libro Le grandi guarigioni di Lourdes, il dottor Boissarie, per oltre 25 anni capo del Bureau Médical, scrisse che le guarigioni di malattie degli occhi sono "uno dei capitoli più interessanti della storia di Lourdes", e il prof. Alfred Läpple aggiunge: "Probabilmente, dal punto di vista della medicina, il caso più notevole tra queste guarigioni di malattie agli occhi è quello di Maria Biré".

    Francis Pascal

    Francis Pascal era nato il 3 ottobre 1934 nel piccolo comune francese di Sault, e viveva con i genitori a Beaucaire, vicino ad Avignone. Il 15 dicembre 1937 si ammalò di meningite, che lo lasciò in pochi mesi cieco e paralizzato. I genitori decisero di portare il bambino a Lourdes, consegnando al dottor J. Roman, che accompagnava i malati, il seguente referto del medico curante, dottor Dardé di Beaucaire:

    « Io, sottoscritto Dr. Dardé, dichiaro di avere in cura il piccolo Francis Pascal di quattro anni, per meningite e per le sue conseguenze con paralisi degli arti inferiori e cecità assoluta. Le lesioni accertate sono nello stesso stato da quattro mesi e sembrano resistere a qualunque trattamento. » Il 31 agosto 1938, dopo la seconda immersione nell'acqua della piscina di Lourdes, ci fu un'improvvisa remissione dei sintomi, così descritta dal dottor Dardè:

    « Il bambino malato era paralizzato e la sua capacità viviva era nulla. Al suo ritorno da Lourdes la signora Pascal mi portò il bambino: camminava! Dovetti constatare la scomparsa della paralisi e il ritorno della vista. Dal momento del viaggio a Lourdes il miglioramento è stabile. »

    A causa dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale e della conseguente interruzione dell'attività dell'Ufficio Medico di Lourdes, il caso di Francis Pascal potè essere esaminato dalla commissione medica soltanto nel 1948. Nella relazione conclusiva, il dottor Leuret scrisse: « .... La guarigione non è umanamente spiegabile, sia per quanto riguarda la natura della malattia che la durata dei danni e l'improvviso recupero della vista e della deambulazione, e perciò è stata passata alla commissione canonica della diocesi perché sia giudicata. »

    Bernard-Josef Schwager nacque il 19 maggio 1924 a Balterswil, in Svizzera, da una famiglia contadina. A 21 anni, il 2 novembre 1945, entrò in una comunità religiosa benedettina. Si manifestarono però i primi sintomi di una sclerosi multipla; nel 1947 fu ugualmente accettato come professo provvisorio, con il nome di fratel Leo, e l'8 dicembre 1950 emise i voti. Nel 1951 la malattia peggiorò: subentrarono afasia ed emiplegia. Gli fu concesso di recarsi a Lourdes, dove arrivò il 30 aprile 1952. Dopo due immersioni nella piscina, una al mattino e una nel pomeriggio, senza che fosse accaduto nulla, verso le sedici invece, durante la processione del Santissimo Sacramento, mentre riceveva la benedizione, fratel Leo fu attraversato, come riferì in seguito, da una specie di scossa elettrica e si sentì improvvisamente guarito: lasciò la carrozzella e si inginocchiò a pregare.[13] Fu esaminato il giorno dopo nell'Ufficio Medico del santuario, e successivamente nel 1956, 1957 e 1958. Il 15 aprile 1959, davanti al Comitato Medico Internazionale di Parigi, il professor Jacques Thiébaut dichiarò:

    « Le condizioni nelle quali la guarigione avvenne restano inspiegabili per la medicina. »

    Vittorio Micheli

    Vittorio Micheli era nato il 6 febbraio 1940 a Scurelle, piccolo centro in provincia di Trento. A ventidue anni, durante il servizio militare, fu colpito da un osteosarcoma al bacino. Dopo dieci mesi trascorsi all'ospedale militare di Trento, gli esami radiografici e istologici e i referti relativi sembravano non lasciare speranze:

    « La metà sinistra del bacino è quasi completamente distrutta (18 luglio 1962)...I frammenti di osso hanno un aspetto necrotico...Non c'è più nessun elemento scheletrico (nella parte inferiore del bacino), ma solo una massa informe di consistenza pastosa. Il malato è impossibilitato a fare il minimo movimento con la gamba sinistra (24 maggio 1963).[14] » Micheli decise di recarsi a Lourdes. Come risulta dalle dichiarazioni sue e dei suoi accompagnatori, portato in barella alla grotta, il 1 giugno 1963, dopo essere stato immerso nell'acqua della fonte, improvvisamente si sentì guarito[15]. Tornò all'ospedale di Trento, dove fu tenuto per alcuni mesi in osservazione: le radiografie effettuate in questo periodo mostrano una progressiva ricostituzione delle parti ossee distrutte. Micheli riprese inoltre a camminare.

    Il 3 maggio 1971 l'Ufficio Medico di Lourdes concluse le sue indagini con una relazione, nella quale si legge tra l'altro:

    « Vittorio Micheli era stato colpito da un tumore maligno al bacino, che lo avvolgeva tutto e aveva distrutto la maggior parte dell'osso iliaco. Questo tumore era un sarcoma, che improvvisamente, senza nessun trattamento, guarì. È inutile cercare una spiegazione medica per questa guarigione, non ce n'è nessuna. »

    Delizia Cirolli

    Delizia Cirolli nacque il 17 novembre 1964 a Paternò, presso Catania. Nel 1976 manifestò un gonfiore doloroso al ginocchio destro; la bambina fu sottoposta a esami radiografici e istologici presso la Clinica Universitaria Ortopedica dell'Università di Catania: le fu diagnosticato un tumore maligno alla parte superiore della tibia.

    Data la prognosi infausta fatta dai medici, che le avevano dato sei mesi di vita, fu deciso di non amputarle la gamba, trattandola solo con radioterapia e farmaci. Grazie anche a una colletta, organizzata nel paese natale, la bambina fu portata a Lourdes dal 5 al 13 agosto 1976, senza ottenere alcun miglioramento. Ma nel giorno di Natale dello stesso anno cominciò a migliorare: i dolori e il gonfiore scomparvero, e poté riprendere a camminare e ad andare a scuola.

    L'anno successivo Delizia Cirolli si presentò all'Ufficio Medico di Lourdes che, dopo accertamenti e controlli durati tre anni, il 28 luglio 1980 dichiarò la guarigione completa e inspiegabile per la scienza. La Chiesa cattolica riconobbe la guarigione come miracolosa il 28 giugno 1989[16].

    Le guarigioni non riconosciute ufficialmente dalla Chiesa cattolica

    Fino ad oggi, Lourdes ha visto circa settemiladuecento casi di guarigioni ufficialmente registrate[17][18] e circa duemila sono state dichiarate "non spiegabili dalla scienza"[19], secondo il giudizio del Comitato Medico Internazionale, formato da medici credenti e non. Le guarigioni inspiegabili a Lourdes sono molte, ad esempio, nel 2008 su circa 37 segnalazioni, ben 5 guarigioni sono state ritenute inspiegabili dalla scienza.[20] Di queste guarigioni, solo 67 sono state riconosciute come miracolose dalla Chiesa cattolica.

    Il fenomeno del 1999

    Nella basilica inferiore di Lourdes, nel novembre 1999, durante la celebrazione della Messa, al momento della Consacrazione l'ostia si è sollevata in aria ed è rimasta così fino al momento della Comunione.

    La cerimonia era ripresa in diretta dalla televisione, ed essendo il filmato piuttosto lungo e ricco di primi piani, gli spettatori hanno potuto non solo seguire il fenomeno, ma anche rendersi conto che non si trattava di un'illusione ottica o di un effetto della prospettiva[22].

    La Messa era celebrata dall'arcivescovo di Lione, concelebravano l'arcivescovo di Parigi, cardinale Jean-Marie Lustiger, diversi vescovi e sacerdoti, oltre ai superiori dei monasteri trappisti di tutto il mondo.

    La Chiesa cattolica non si è finora pronunciata ufficialmente sull'episodio.[23]

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    come si spiegano i cattolici il fatto che vi siano dei guaritori laici o di altri culti che impongono le mani e guariscono dei pazienti di gravi malattie? ad esempio decenni fa vi fu un ex attore, certo maurizio arena che guariva le persone. non mi rispondete che non vi sono prove di ciò, ci sono lo stesso livello di testimonianze che attestano le presunte guarigioni di medjugorje

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    E perchè non è stata guarita quella bambina di 3 anni morta di leucemia con indicibili dolori?

    E di quei coniugi rimasti uccisi in un maxi tamponamento mentre si recavano a Medjugorje? Non solo non hanno ricevuto la grazia...ci sono rimasti secchi.....

    Quindi vengono fatte delle preferenze?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Marcvs
    Lv 5
    6 anni fa

    ottimo.

    documentate da chi? da qualche comitato scientifico? se è così saranno senz'altro presenti sulle riviste scientifiche delle quali non farai fatica a fornirci i link.

  • Che ne pensi delle risposte? Puoi accedere per votare la risposta.
  • 6 anni fa

    Truffe o no, i miracoli ci sono ovunque.

    Anche a casa mia ci sono stati e ci saranno.

    ps. ragazzo di chiesa.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Anonimo
    6 anni fa

    E come lo spieghi questo miracolo? non si tratta mica di mad0nne:

    http://archiviostorico.corriere.it/1995/settembre/...

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Guarigioni? Sai quante sono state? Lo 0,00001%!!! Quando in realtà il tasso di regressione della malattie croniche si aggira intorno al 7%

    Le guarigioni ci sono state perché rientrano nella probabilità minima garantita dalle statistiche mediche. I casi sono infatti solo 65 su milioni di persone che hanno richiesto la grazia.

    C'era un articolo su Le Scienze che spiegava il calcolo e le statistiche, vedo se lo trovo online.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Avete così "tanta" fede che dovete continuamente sforzarvi di trovare prove documentate su presunti miracoli. Siamo a posto. Senza contare che non aprite il cervello ad un ragionamento un pelo più ampio e sensato. Ad esempio, mi chiedo perché un tizio immensamente buono ed onnipotente non sia in grado di far miracoli dive gli pare e piace, ma li concentri li. Forse li l'antenna prende meglio? Senza contare che un paio di miracolini qua e la, non sono nulla in confronto alla gente che Dio lascia al proprio destino nel mondo. Svegliaaa

    • Nesax ⊕
      Lv 4
      6 anni faSegnala

      Spolliciate ma non spiegate la vostra versione. Sarà forse perché è assurda come le altre?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Certificatele. Voglio una commissione di scienziati seri che certifichi che sono miracoli. Poi sarò soddisfatto perché si vedrà chiaramente che il vostro dio ha preferenze.

    • Beh, allora la tua è pura ignoranza. Infatti dovresti sapere che per questi miracoli c'è una commissione internazionale di medici e scienziati, anche non credenti. Basterebbe visitare il sito ufficiale, ad es., di Lourdes.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • 6 anni fa

    Dipende da intensità di guarigione. Se vero nostri Cachuci ( medici che sospingono anima verso spiagge della ragione) sottopongono cavia a regressione ipnotica per indagare origine del fenomeno.

    Se cavia fugge con chiodi introdotti in suo cranio, dopo ripetute scosse elettriche, chiamando " Giacha ! Kala Giacha!" ( invocando la Mamma) e piagnucolando;forse vero. Ma oramai troppo tardi. Come dite voi terrani, pasiensa.

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
  • Ennio
    Lv 4
    6 anni fa

    Premesso che non mi risultano, le spiego come spiego tutte le altre guarigioni senza spiegazione evidente nel mondo, al di fuori di Medjugorje. Anzi a Lourdes fu notato che c'erano meno guarigione spontanee di fuori. Tu come spieghi le numerose guarigioni miracolose che rivendicano i mussulmani per grazia di Allah?

    • Mai sentito dei musulmani che rivendicano miracoli per grazia di Allah. Mi puoi dare una documentazione, per favore?

    • Commenter avatarAccedi per rispondere alle risposte
Altre domande? Fai una domanda e ottieni le risposte che cerchi.